Condividi la notizia

Riforma della P.A.

Fermi tutti: sulle pensioni si cambia di nuovo

La Commissione Affari Costituzionali del Senato, su richiesta del Governo, ha "cancellato" tutte le modifiche introdotte dalla Camera, compresa la c.d. "quota 96"

La Commissione Affari Costituzionali del Senato ha accolto gli emendamenti proposti dal Governo ed ha, di fatto, azzerato tutte le novità introdotte dalla Camera al “D.L. Riforma della P.A.”, di cui si era tanto parlato nei giorni scorsi.

In pratica, aveva ragione il Commissario per la spending review Cottarelli, che aveva contestato i 4.000 pensionamenti nella Scuola, della c.d “quota 96”, coperti con “risparmi di spesa” (virtuali, per la verità) che avrebbero dovuto servire per diminuire le tasse.

E’ poi intervenuta anche la Ragioneria dello Stato, evidenziando la “mancanza di coperture” per le modifiche introdotte alla Camera.

Alla fine Matteo Renzi e il Ministro Marianna Madia non hanno potuto far altro che prenderne atto e chiedere alla Commissione del Senato di “cancellare” le novità inserite durante l’esame  del provvedimento a Montecitorio, scatenando tutta una serie di reazioni negative. La Lega, in particolare, ha chiesto le dimissioni del Presidente della V Commissione della Camera Francesco Boccia, del PD.

Il Governo ora porrà la questione di fiducia, per non correre rischi durante l’esame dell’Assemblea di Palazzo Madama; “bisogna correre”, ha sottolineato Marianna Madia.

Ricapitolando, a seguito della specifica richiesta del Ministro per la P.A., la Commissione ha apportato le seguenti modifiche :

-il personale della Scuola rimasto “imprigionato” nella c.d. “Legge Fornero”, cioè quello della c.d. “quota 96”, derivante dalla somma degli anni di contribuzione (35 o 36) e dell’età anagrafica (61 o 60) non potrà andare in pensione anticipatamente.

-E’ stato cancellato anche l’anticipo del pensionamento da 70 a 68 anni per i primari ed i professori universitari;

-sono state ripristinate le penalizzazioni per i docenti che lasciano prima dei 62 anni.

Intanto si apprende che il competente Dicastero sta studiando una sorta di “paracadute” per i disoccupati “over 55”; ma visto come vanno le cose di questi tempi, meglio aspettare di leggere con calma la bozza dell’eventuale  provvedimento e, soprattutto, verificare che ci siano le coperture finanziarie.

 

 

Moreno Morando

(4 agosto 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

28 maggio 2014
Funzione Pubblica | Renzi:"Madia mi ha portato il report delle consultazioni sulla riforma della P.A.". "Ci siamo"

 
 
Condividi la notizia

26 luglio 2014
Riforma della P.A. | Cantone potra' chiedere il commissariamento anche dei concessionari. Lunedi' il decreto sulla riforma della P.A. all'esame dell'Aula di Montecitorio

 
 
Condividi la notizia

7 agosto 2014
Riforma della P.A. | Dopo aver chiesto per tre volte la fiducia in una settimana, il Governo incassa il via libero definitivo sulla prima parte della riforma.

 
 
Condividi la notizia

12 agosto 2015
MIPA | Il Ministero pubblica sul sito istituzionale una sintesi della Legge che ha appena avuto il via libera dalle Camere.

 
 
Condividi la notizia

15 aprile 2016
Legge di Stabilità 2016 | Firmato il decreto dai Ministri Dario Franceschini e Marianna Madia.

 
 
Condividi la notizia

4 agosto 2015
Attività del Parlamento | Il Senato ha approvato in via definitiva, con 145 voti favorevoli e 97 contrari, il ddl delega presentato dal Governo.

 
 
Condividi la notizia

23 maggio 2014
Funzione Pubblica | Per l'enormità dei dati arriva in soccorso l'Universita La Sapienza di Roma con algoritmi e modelli matematici. Analizzati e resi pubblici i dati della metà delle lettere.

 
 
Condividi la notizia

14 agosto 2015
Gazzetta ufficiale | Pubblicata nella G.U. n. 187/2015 la norma che contiene le “Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”.

 
 
Condividi la notizia

21 marzo 2016
Funzione Pubblica | Madia: con l'innovazione meno obblighi, più diritti.

 
 
Condividi la notizia

9 maggio 2017
Funzione Pubblica | Il #TerzoTempo per raccogliere osservazioni sugli effetti delle nuove norme.

 
 
Condividi la notizia

11 agosto 2016
Consiglio dei Ministri | Approvato in esame definitivo il decreto legislativo per l’identità digitale da utilizzare per servizi on line ed il domicilio digitale (SPID).

 
 
Condividi la notizia

25 febbraio 2017
Consiglio dei Ministri | Approvati in esame preliminare i decreti legislativi di riforma del testo unico del pubblico impiego, della disciplina della valutazione, del riordino delle forze di polizia, dei vigili del fuoco e dell’Aci/Pra.

 
 
Condividi la notizia

14 maggio 2017
Consiglio dei Ministri | Approvato in esame preliminare un decreto legislativo che introduce dal 1 luglio 2018 il documento unico di proprietà dei veicoli.

 
 
Condividi la notizia

1 agosto 2014
Lavoro | Il Ministro del Lavoro ha annunciato la fine degli "interventi tampone", con una serie di soluzioni strutturali applicabili a tutti

 
 
Condividi la notizia

11 giugno 2014
Pubblica Amministrazione | In vista delle decisioni del Governo nella riunione fissata per il 13 giugno, il ministro Madia ha convocato le OO.SS. di categoria, aggiungendo ai 44 punti gia' oggetto di consultazione anche il tema del rinnovo del contratto.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.