Condividi la notizia

Scambio di embrioni

Il Giudice respinge il ricorso dei genitori biologici

I due bambini concepiti in provetta a seguito dello scambio di embrioni al Pertini di Roma sono nati

Il Giudice del Tribunale civile di Roma ha rigettato il ricorso proposto dai genitori biologici dei due bambini concepiti in provetta e i cui embrioni erano stati scambiati per errore all’Ospedale Pertini. Ne dà notizia Adnkronos Salute.

Le polemiche erano esplose vivacissime qualche tempo fa; da qui la decisione della gestante e del marito di trasferirsi fuori regione nell’imminenza del parto, avvenuto il 3 agosto a L’Aquila. I genitori biologici non ne erano a conoscenza e subito dopo avevano notificato un ricorso per ottenere dal Tribunale un provvedimento urgente che vietasse all’ufficiale dell’anagrafe di ricevere la dichiarazione della gestante e del coniuge.

Tuttavia, nel frattempo, questi ultimi avevano già provveduto alla registrazione della nascita davanti al competente ufficio dello stato civile. Il legale della signora che ha partorito i due gemelli e del marito, aveva subito dichiarato che la sua assistita “è tutelata dall’art. 236 del codice civile, dalle sentenze della Corte Europea e da ultimo dalla sentenza della Corte Costituzionale del 2014”.

Il giudice Silvia Albano, pur comprendendo il dramma dei genitori biologici “che si erano rivolti all’ospedale per trovare soddisfazione al loro diritto alla procreazione e a formare una famiglia”, non ha potuto far altro che respingere la loro domanda. Quindi, i bambini resteranno con la coppia che ha portato avanti gestazione e parto, mentre le ragioni dei genitori biologici potranno trovare “tutela solo risarcitoria”.

Il giudice ha sottolineato “l’importanza della mamma che ha partorito e il ruolo del padre che li ha registrati all’anagrafe”. Evidenziando, altresì, che -pur comprendendo il dolore ed il dramma dell’altra coppia- non ci sono gli estremi per rivolgersi alla Corte Costituzionale.

Nell’ordinanza si legge che “allo stato sono i resistenti (ndr :i genitori da cui sono nati i due gemelli) i genitori legittimi dei nati, sulla base delle norme che regolano la filiazione e la prova del possesso di stato, mentre i ricorrenti (ndr : i genitori biologici) non possono proporre l’azione di merito invocata (azione di dichiarazione giudiziale di maternità e paternità naturale)”.

Il legale dei genitori biologici ha fatto sapere che non condivide un provvedimento giudiziario “che ignora il dna”, dichiarando, inoltre, di non sapere ancora se i suoi assistiti decideranno di “procedere con un reclamo oppure instaurando un giudizio ordinario, che stabilisca che i genitori” sono i genitori biologici, “senza prevedere però azioni d’urgenza”.

Quanto alla richiesta di risarcimento nei confronti dei responsabili dell’errore sullo “scambio di embrioni”, il legale ha sottolineato che “indubbiamente la richiesta verrà fatta, ma sarà comunque problematico stabilire le voci del risarcimento”.

La Notiziagiornale, ieri ipotizzava che, in una situazione drammatica come questa, “bisognerebbe far rinascere Salomone”, riferendosi all’episodio biblico, narrato nel Libro dei Re, nel quale due donne si erano rivolte a Re Salomone per avere giustizia, sostenendo entrambe di essere la vera madre del bimbo conteso.

Salomone diede ordine di tagliare in due il corpicino e di consegnarne la metà ad ognuna delle due donne. A quel punto la vera madre si oppose, affermando che pur di salvarlo avrebbe consegnato il figlio all’altra donna. Da questo Salomone capì che questa era la vera madre e a lei affidò il bambino.

Il richiamo de La Notiziagiornale a questo episodio della Bibbia è singolare e pittoresco, ma -per la verità- nel caso di specie non c’è bisogno di alcuna prova del nove o di trucco di sorta per stabilire chi “ami di più i due bambini”.

Siamo purtroppo in presenza di un dramma, di una tragedia umana che segnerà per sempre il destino di persone incolpevoli,  a causa dell’ imperdonabile errore di chi ha scambiato le provette. Quando due “ragioni” così forti (quelle delle due coppie di genitori) si fronteggiano in un modo così drammatico, non si può far altro che rispettare la previsione della legge e, soprattutto, il dolore dei genitori biologici.

 

Moreno Morando

(9 agosto 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

18 aprile 2016
Corte Costituzionale | Dichiarate inammissibili le questioni avanzate dal Tribunale di Firenze che aveva dubitato della costituzionalità di alcuni articoli della legge n. 40 del 2004.

 
 
Condividi la notizia

26 agosto 2014
Tribunali dei Minori di Firenze | Dopo l'intervento della Consulta, Il Tribunale dei Minori di Firenze, per la prima volta, ha autorizzato le ricerche.

 
 
Condividi la notizia

16 luglio 2018
Ministero della Salute | Il documento riguarda l’attività di centri PMA nell’anno 2016 e all’utilizzo dei finanziamenti (artt. 2 e 18) nell’anno 2017.

 
 
Condividi la notizia

8 luglio 2019
Ministero della Salute | Poche variazioni rispetto all'anno precedente per la fecondazione senza donazione di gameti, mentre si registra un incremento dei trattamenti con donazione di gameti (fecondazione eterologa).

 
 
Condividi la notizia

19 agosto 2014
Fecondazione eterologa | Bocciata, in sostanza, la tesi del Ministro della Salute Lorenzin (nella foto), che ritiene debba intervenire il Parlamento dopo la decisione della Consulta sulla legge 40.

 
 
Condividi la notizia

29 agosto 2014
Tribunale per i Minorenni di Roma | La bimba di 5 anni - figlia di una delle due conviventi, grazie alla procreazione assistita eterologa - e' stata adottata dalla compagna della madre.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.