Condividi la notizia

Legge di Successione

Un cameriere sostiene di essere il legittimo successore di Juan Carlos

Due distinte azioni per il riconoscimento di paternita' erano state intentate avanti ai tribunali iberici e poi respinte per "l'inviolabilita' della figura del Re". Ma ora, dopo l'abdicazione?

Appena una decina di giorni fa i media di tutto il mondo hanno dato la notizia dell’abdicazione al trono di Spagna del Re Juan Carlos e della prevista successione del figlio Felipe.

In quell’occasione, in terra iberica qualcuno aveva tirato un sospiro di sollievo, perché le polemiche sollevate a più riprese dalla stampa nei confronti del sovrano -a causa del suo tenore di vita, ma non solo- hanno sensibilmente eroso l’indice di popolarità della Casa Reale.

Alcuni costituzionalisti avevano anche fatto presente la necessità di prevedere una legge ad hoc per consentire la successione del Principe delle Asturie, dato che la legge fondamentale spagnola cita esplicitamente “Juan Carlos di Borbone” come Re di Spagna, all’art. 57.1.

Con l’occasione si sono anche fatti sentire i movimenti repubblicani iberici, reclamando a gran voce un referendum per abolire la Monarchia.

Altri ancora hanno fatto notare che al giorno d’oggi “non è più accettabile una legge che regola la successione a favore dei figli maschi”. Infatti, Felipe è il terzogenito, avendo due sorelle più anziane.

Sull’argomento c’è da segnalare che in passato, ad esempio durante il periodo del Governo Zapatero, si era già discusso a fondo di modificare la Costituzione, per parificare i diritti di successione tra figli maschi e femmine. Ma poi non se ne fece più nulla.

Gli analisti più esperti, dopo la rinuncia di Juan Carlos, avevano previsto che dopo qualche discussione il Parlamento Spagnolo avrebbe comunque dato il via libera alla salita al trono del figlio maschio, con il nome di Felipe VI. Tutto a posto quindi? Nessuna vera contestazione sulla circostanza? In verità, qualche problema sembra esserci, almeno a leggere le notizie che arrivano dalla stampa spagnola  e anche da quella inglese.

Si ha notizia, infatti, che un cameriere spagnolo di 56 anni, Albert Solà (con l’accento sulla a, mi raccomando, perché altrimenti a Roma potrebbe suscitare qualche risatina!),  contesti il diritto di Felipe a salire sul trono di Spagna, sostenendo di essere lui il figlio maschio più anziano di Juan Carlos.

Per essere più precisi, le domande di riconoscimento di paternità nei confronti del sovrano salito al trono nel 1975, sono ben due; perché i media spagnoli hanno dato notizia di un’altra istanza avanzata nel 2012 dalla signora Ingrid Sartiau, una massaggiatrice belga.

All’epoca i tribunali spagnoli avevano respinto entrambe le domande, per la “inviolabilità del re”. Ma dopo l’abdicazione, e la successiva ascesa al trono di Felipe, l’ex Re di Spagna potrà ancora avvalersi di quelle garanzie?

I media inglesi fanno presente che Albert Solà si sarebbe già sottoposto alla prova del DNA e il test avrebbe dimostrato che lo stesso cameriere ed Ingrid Sartiau (la massaggiatrice) avrebbero ben il 91% di probabilità di essere fratellastri. Inoltre, quest’ultima ha rivelato che la madre, anni fa, le ha indicato il Re Juan Carlos, apparso in tv, dicendole :”quello è tuo padre”. I due presunti fratellastri si sono incontrati per la prima volta un anno fa, dopo aver preso contatto grazie ad internet.

Difficile dire se l’ascesa al trono di Felipe VI possa realmente alzare l’indice di popolarità della Corona Spagnola. Ma se il problema è quello di trovare un re “popolare”, nel senso etimologico del temine, cioè “del popolo, delle classi meno abbienti e socialmente meno elevate”, probabilmente l’ascesa al trono di un cameriere potrebbe anche rivelarsi un toccasana. O no?

 

Moreno Morando

(10 giugno 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

2 giugno 2014
Spagna | Dopo trentanove anni di regno Juan Carlos di Borbone ha rinunciato alla corona spagnola; il figlio minore Felipe salira' al trono dopo l'approvazione di una legge ad hoc.

 
 
Condividi la notizia

19 giugno 2014
Spagna | Dopo 39 anni di regno abdica Juan Carlos. Oggi la cerimonia di investitura a Palazzo Reale. Non ci sarà la sorella Cristina, coinvolta in uno scandalo di corruzione.

 
 
Condividi la notizia

23 giugno 2014
Pressione fiscale in Spagna | Il Governo spagnolo guidato da Mariano Rajoy ha dato il via ad un drastico taglio della pressione fiscale per tutti, al fine di favorire crescita ed occupazione

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.