Condividi la notizia

Danno erariale

Concedevano spazi espositivi a prezzi stracciati, pagano Sindaco e Dirigente

La Corte dei Conti ha valutato assolutamente iniqua la somma pattuita per l'affitto del Palazzetto dello Sport condannando i responsabili alla refusione delle perdite subite dal Comune.

Palazzetto dello Sport concesso tra il 2009 e il 2011 in affitto a condizioni inique con una danno di Euro 68.861,72 per il Comune di Forte dei Marmi. La somma dovrà essere risarcita per il 60% da una dirigente e per il 40% dal Sindaco.

La Corte dei Conti, sezione giurisdizionale per la Toscana, ha infatti condannato il primo cittadino e il dirigente sottoposto, al danno causato alle casse comunali per la gestione poco accorta delle aree pubbliche.

La dirigente ricopriva un ruolo preciso e determinate: orientava le scelte del Comune in ordine alle tariffe d’affitto da applicare e concedeva, a condizioni  svantaggiose per l’ente locale, gli spazi del Palazzetto dello Sport. I canoni di affitto delle superfici messe a disposizione, non comportavano alcun utilità al Comune ma determinavano cospicue perdite. Questa condotta è stata ritenuta dai giudici responsabile a titolo di colpa grave; la dirigente era a piena conoscenza del danno che stava causando e avrebbe dovuto cercare soluzioni conformi alle regole della buona amministrazione, interrompendo le trattative, per esempio,  garantendo così condizioni più eque.

Il ruolo apicale “politico” ricoperto dal sindaco non e' bastato per escludere la sua responsabilità in quanto la Corte ha ritenuto gravemente colposa la sua condotta per aver omesso qualsivoglia controllo, anche superficiale, sulla gestione degli spazi del Palazzetto dello Sport. Per il giudice contabile il Primo cittadino, infatti, poteva vigilare con diligenza sull’iniziativa e non l’ha fatto nonostante fisse destinatario diretto delle richieste di affitto, ne conosceva le trattative, i soggetti coinvolti e gli effetti che avrebbero provocato sul bilancio.

La Corte dei Conti ha accertato come le condotte fossero solo formalmente conformi alla normativa, ma con essa sostanzialmente contrastanti perché irrazionali. La  scelta, di destinare gli spazi espositivi senza percepire alcuna utilità da parte del Comune è del tutto fuori da ogni logica dell’azione amministrativa.

L’intera gestione delle trattative, sottolinea la Corte dei Conti, si è rivelata dannosa e poca accorta poiché non ispirata a criteri di economicità, di convenienza e di buona amministrazione, permettendo che la finanza comunale subisse passività prive di alcuna reale giustificazione. Le condotte gravemente colpose dei due convenuti devono ritenersi particolarmente censurabili poiché ripetute nel tempo. Pur conoscendo esattamente delle spese cui doveva farsi carico il Comune per l’allestimento, si era proceduto comunque, con leggerezza e poco acume, a concedere sconti sulle tariffe previamente fissate e deliberate, che avrebbe dovuto tutelare le ragioni dell’erario e non quelle dei privati concessionari.

Come dimostrato dalla Procura, le forti perdite conseguenti alle spese per allestimento e condizionamento di tali spazi, non hanno trovato copertura con i canoni di affitto versati dagli aggiudicatari, peggiorando solo le casse del Comune.

 

 

 

Gianmarco Sadutto

(30 maggio 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e, se possibile, link a pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

15 maggio 2014
Danno erariale | La Corte dei Conti condanna al risarcimento del danno il primo cittadino negligente.

 
 
Condividi la notizia

20 ottobre 2014
Corte dei Conti | Condannato un dirigente dell'Ufficio Notificazione Esecuzione e Protesti della Corte di appello di Catanzaro a restituire (per ora) 148.650,27 euro.

 
 
Condividi la notizia

1 agosto 2014
Corte dei conti | I giudici contabili siciliani, dopo aver condannato al risarcimento il sindaco, riconoscono, in secondo grado, la responsabilità amministrativa anche del segretario comunale.

 
 
Condividi la notizia

15 marzo 2015
Enti Locali | L'assunzione di collaboratori negli uffici di staff degli organi politici deve avvenire con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato. Colpa grave del Sindaco e della Giunta Comunale.

 
 
Condividi la notizia

23 ottobre 2014
Corte dei Conti | Responsabile dell'Ufficio tecnico comunale condannato dal giudice contabile per aver dato ascolto alle chiacchiere e dicerie degli abitanti di un comune sardo, anziché effettuare accertamenti serie e compiuti.

 
 
Condividi la notizia

1 aprile 2015
Corte dei Conti | La responsabilità va ascritta ai vari Uffici e vertici della P.A. che hanno partecipato al circuito deliberativo.

 
 
Condividi la notizia

5 settembre 2014
Danno all'immagine e all'erario | La Corte dei Conti ha affermano la responsabilità di un dipendente dell'Agenzia delle Entrate.

 
 
Condividi la notizia

5 giugno 2014
Danno erariale | La Corte dei conti chiarisce la vicenda.

 
 
Condividi la notizia

26 luglio 2015
Corte dei Conti | Condannato il Sindaco e il segretario comunale nella sentenza della Sezione giurisdizionale Centrale di Appello del 22.7.2015 n. 451.

 
 
Condividi la notizia

9 marzo 2015
Corte dei conti | Va distinto il momento del perfezionamento dell'obbligazione da quello della concretezza e dell'attualità del danno.

 
 
Condividi la notizia

13 ottobre 2014
Responsabilità erariale | L'esercizio dell'azione di danno erariale tra ipotesi e "notizie di danno”".

 
 
Condividi la notizia

21 dicembre 2014
Processo contabile | La Corte dei Conti con sentenza del 18 dicembre ha dichiarato inammissibile l'atto di citazione.

 
 
Condividi la notizia

24 gennaio 2016
Corte dei Conti | La sentenza della Sezione Centrale del 18 gennaio 2016 n. 22.

 
 
Condividi la notizia

4 luglio 2014
Danno erariale | Era imputato per detenzione, assunzione e spaccio di doping nel ciclismo. Un danno per l’'immagine dell'Arma dei Carabinieri. Ma la Corte dei Conti dichiara inammissibili le richieste di risarcimento per prescrizione dei reati.

 
 
Condividi la notizia

15 marzo 2015
Corte dei Conti | Il trattamento retributivo previsto per il dipendente pubblico è l'unica forma di corrispettivo per la prestazione da questi resa a favore dell'ente di appartenenza.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.