Condividi la notizia

Sospeso il sindaco di Napoli

De Magistris: "contro di me si saldano i poteri che me l'hanno giurata a morte"

Il Prefetto di Napoli ha adottato il provvedimento di sospensione dalla carica previsto dalla legge Severino.

Dopo l’annuncio di ieri fatto in Parlamento dal Ministro dell’Interno Alfano, oggi è arrivata ufficialmente la notizia della sospensione del sindaco di Napoli Luigi De Magistris, a seguito della condanna a 1 anno e tre mesi di reclusione, con l’interdizione dai pubblici uffici di un anno, per fatti risalenti alla sua attività di pubblico ministero a Catanzaro, nell’inchiesta “Why not”.

Il provvedimento di sospensione dalla carica, adottato dal prefetto di Napoli in forza della legge Severino, è stato notificato in mattinata. In questi giorni, l’ex magistrato  ha continuato a rilasciare dichiarazioni molto dure nei confronti delle istituzioni, tanto che qualcuno l’ha accostato alla figura di Masaniello.

Tommaso Aniello d’Amalfi, nato a Napoli nel 1620, è stato il principale protagonista della rivolta napoletana del 1647, che vide la popolazione civile insorgere contro la pressione fiscale imposta dal vicerè spagnolo. Probabilmente, sono state alcune parole pronunciate dall’ex Pm a suggerire l’avvicinamento delle due figure.

Ad esempio, questa mattina il sindaco sospeso dalle sue funzioni ha ribadito un concetto già esposto nei giorni scorsi: “contro di me si saldano i poteri che me l’hanno giurata a morte con la volontà di molti di mettere le mani sulla città. Vedo una dicotomia”, ha aggiunto De Magistris, “tra la nomenklatura di regime che parla sempre la stessa lingua e le persone che, comunque la pensino sull’amministrazione, hanno ben capito di cosa stiamo parlando”.

“I segnali inquietanti si sono visti ad esempio sulla questione Bagnoli. La nostra è un’operazione di libertà e di resistenza nei confronti di un sistema che vorrebbe rimettere le mani sulla città”, ha sottolineato l’ex pubblico ministero, condannato per aver autorizzato l’acquisizione agli atti del processo di intercettazioni telefoniche di alcuni parlamentari, senza il necessario assenso delle Camere competenti.

In sostanza, De Magistris si “appella” direttamente al popolo, contro le istituzioni ed i suoi rappresentanti, evidenziando che continuerà a “fare il sindaco per la strada”, dichiarandosi vittima del “sistema”. “Per me è un giorno buono, non vivo la sospensione come un dramma”, ha aggiunto, “ma come opportunità per far comprendere quanta strada il Paese deve ancora fare per evitare che da democrazia malata diventi regime”.

Quanto all’accostamento che qualcuno ha fatto con Masaniello, ognuno naturalmente può trarre le conclusioni che ritiene più appropriate. C’è una cosa, tuttavia, nella quale il sindaco sospeso di Napoli si differenzia totalmente dal suo concittadino vissuto quattro secoli fa. Masaniello sollevò il popolo al grido “viva il re di Spagna, muoia il malgoverno!”, appellandosi al sovrano contro le prevaricazioni dei suoi sottoposti.

Al contrario, Luigi De Magistris non fa sconti a nessuno e attacca tutto e tutti, risparmiando ironicamente solo “il Papa, Obama e Putin”, a suo dire “gli unici a non averlo attaccato”. Non si può certo dire che la modestia sia il suo forte; ad ogni buon conto, l’ex PM, nella sua guerra totale contro i poteri di ogni genere, ha preso di mira anche il Capo dello Stato, che ha tirato in ballo durante il processo, dichiarando di essersi “assunto la responsabilità di decretare la secretazione del suo nome in una inchiesta penale”.

In realtà, questo fatto non c’entrava assolutamente nulla con il processo celebrato a Roma contro De Magistris; ma qualcuno l’ha interpretato come una sorta di “messaggio trasversale”.

 

 

Moreno Morando

(2 ottobre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

26 settembre 2014
Choc a Napoli | Le legge Severino, applicata retroattivamente per Silvio Berlusconi, portera' alla sospensione dalle funzioni di Luigi De Magistris, nella foto con Roberto Vecchioni.

 
 
Condividi la notizia

3 dicembre 2014
Autorità Nazionale Anticorruzione | Chiesto l'intervento della Presidenza del Consiglio dei Ministri nel giudizio di legittimità costituzionale.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2015
Reati contro la P.A. | Modificata la legge Severino. Introdotti obblighi informativi a carico delle Stazioni appaltanti e dei giudici amministrativi.

 
 
Condividi la notizia

15 marzo 2016
Presidenza italiana | Il Ministro della giustizia italiano, On.le Andrea Orlando, presiederà domani la Conferenza Ministeriale OCSE anticorruzione.

 
 
Condividi la notizia

17 marzo 2017
Nuova Agenzia anticorruzione a Parigi | Anche la Francia potrà contare sull'attività di un'agenzia nazionale anticorruzione sul modello dell'ANAC italiana.

 
 
Condividi la notizia

15 luglio 2017
Anac | Il comunicato dell'Autorità Nazione Anticorruzione.

 
 
Condividi la notizia

21 ottobre 2015
Parigi 2016 | Il Ministro della Giustizia italiano, On.le Andrea Orlando, presiederà la Conferenza ministeriale anticorruzione dell'OCSE, in programma il 16 marzo 2016 a Parigi.

 
 
Condividi la notizia

13 maggio 2015
Polizia di Stato | Ogni Squadra Mobile avrà la sua sezione Anticorruzione, per questo sarà avviato un corso specifico. Docente d'eccezione il presidente A.N.AC. Raffaele Cantone.

 
 
Condividi la notizia

9 settembre 2014
Anticorruzione | La trasmissione deve essere effettuata esclusivamente attraverso il sistema, istituito dalla Funzione Pubblica, “Perla Pa”. I Piani anticorruzione trasmessi via email non saranno presi in considerazione.

 
 
Condividi la notizia

24 febbraio 2015
funzione Pubblica | Quesiti, segnalazioni, comunicazioni di dati e/o trasmissione di documenti vanno trasmessi ai sensi del DL n. 90/2014 convertito in Legge n. 114/2014 all'Autorità Nazionale Anticorruzione.

 
 
Condividi la notizia

1 dicembre 2016
Servizio Sanitario Nazionale | Il personale ispettivo inserito nel Registro avrà il compito di collaborare e coadiuvare il personale ispettivo dell’ANAC nelle attività di verifica e monitoraggio dello stato di attuazione ed implementazione delle misure di trasparenza e anticorruzione.

 
 
Condividi la notizia

28 gennaio 2015
Antimafia | Nell'ambito della prevenzione anticorruzione e antimafia, il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, e il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, hanno firmato il 28 gennaio 2015, le seconde linee guida.

 
 
Condividi la notizia

29 gennaio 2015
Antimafia | Nell'ambito della prevenzione anticorruzione e antimafia, il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, e il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, hanno firmato il 28 gennaio 2015, le seconde linee guida.

 
 
Condividi la notizia

22 marzo 2016
Corruzione internazionale | All'esito della Conferenza ministeriale è stata pubblicata la dichiarazione ufficiale adottata dai Capi delegazione.

 
 
Condividi la notizia

14 giugno 2016
OCSE | Inaugurata a Parigi una conferenza internazionale sulla lotta al malaffare nella pubblica amministrazione. Presenti i nostri rappresentanti del Ministero della Giustizia e dell'ANAC

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.