Condividi la notizia

Ricerca e sviluppo

Un piano pluriennale per aumentare gli investimenti nella ricerca scientifica e tecnologica

La Commissione Istruzione del Senato ha adottato all'unanimita' una risoluzione che impegna il Governo ad invertire la tendenza degli ultimi anni in tema di enti pubblici di ricerca.

La Commissione Istruzione del Senato ha approvato all’unanimità una risoluzione che impegna il Governo sul tema degli enti pubblici di ricerca, dopo una serie di confronti e di approfondimenti durati alcuni mesi. Il nostro Paese non è certo all’avanguardia dal punto di vista degli investimenti in ricerca e sviluppo, fatto che ha contribuito forse più di ogni altro a farci perdere ogni anno posizioni nei confronti con le altre Nazioni.

Il piano sposato in Commissione punta a passare dall’attuale 0,52%, rispetto all’intera spesa pubblica annua, allo 0,7%, vale a dire 3 miliardi di euro in 7 anni; che forse non è moltissimo, in confronto ai Paesi più avanzati in questo settore, ma rappresenterebbe pur sempre un’importante inversione di tendenza, rispetto a decenni in cui, al contrario, la spesa per la ricerca è costantemente diminuita. Ne dà notizia Asca.

La Commissione Istruzione del Senato chiede poi all’esecutivo di rifinanziare il Fondo per gli investimenti nella ricerca scientifica e tecnologica (First), che comprende tutti i programmi di interesse nazionale (Prin) e gli interventi a sostegno dei giovani ricercatori, con l’impegno a fare in modo che si premi il merito e si stimoli una sana competizione, a prescindere dall’ente o dall’Università di appartenenza. Nella speranza che ciò possa contribuire anche a bloccare la “fuga di cervelli” all’estero.

E’ stata anche chiesta l’istituzione di un Fondo unico ordinario per tutti gli enti di ricerca -siano vigilati dal Miur o meno- che riassorba tutti i finanziamenti a progetti specifici, con tutta una serie di paletti per mettere fine ad una prassi consolidatasi negli anni passati, che spesso ha suscitato polemiche e perplessità diffuse. E’ stato specificamente richiesto, ad esempio, agli enti di ricerca di emanare bandi annuali di progetti di rilevante interesse nazionale (Prin interni), con l’impegno a dedicarvi almeno il 2% della quota parte del fondo assegnato.

Nella risoluzione adottata all’unanimità dalla Commissione del Senato, si chiede al Governo, a partire dal prossimo anno, di riservare una quota parte delle risorse aggiuntive alla premialità, distribuendole fra gli enti su base triennale. Parte delle richieste riguardano anche l’abolizione del turnover, la previsione di un piano straordinario di assunzioni negli enti per ridurre il precariato e lo sviluppo di una cornice comune per i ricercatori ed i tecnologici degli enti pubblici di ricerca, per consentire un’effettiva circolarità, assicurando le specificità professionali che caratterizzano gli EPR.

Il Governo, inoltre, è stato chiamato a superare la distinzione fra enti vigilati dal Miur e da altri Ministeri, sancendo per tutti gli enti pubblici di ricerca la doppia natura di ente di ricerca, terzo e indipendente, e la natura strumentale  in relazione ad alcuni obiettivi connessi alla mission dei diversi Dicasteri.

Per arrivare a questo traguardo si prevede la creazione di una cabina di regia interministeriale per determinare indirizzi e priorità strategiche per la ricerca scientifica e tecnologica, previa definizione delle risorse, la cui gestione è affidata all’Agenzia Nazionale della Ricerca.

 

 

Moreno Morando

(8 ottobre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

6 luglio 2014
Settore alimentare | Negli ultimi anni le Multinazionali straniere hanno acquistato molte delle piu' note aziende italiane di prodotti alimentari

 
 
Condividi la notizia

10 maggio 2014
Ministero della Salute | Via il segreto su Aziende che usano ingredienti stranieri. Istituita Commissione ad hoc per rendere disponibili le informazioni relative alla provenienza dei prodotti agro-alimentari.

 
 
Condividi la notizia

23 luglio 2015
MEF e MISE | Il D.M. 27 maggio 2015, in attesa di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, prevede una misura generale in favore di tutte le aziende.

 
 
Condividi la notizia

12 luglio 2014
Industria e Moda | L'elenco dei marchi italiani famosi nel mondo - nel settore della moda, alimentare e dell'industria - acquisiti dalle multinazionali straniere sembra ormai non avere piu' fine.

 
 
Condividi la notizia

23 luglio 2015
ECCELLENZE IN DIGITALE | 50 imprese lucane, operanti nell'agroalimentare con produzioni biologiche, nel turismo e nei settori collegati, usufruiranno di vari servizi gratuiti.

 
 
Condividi la notizia

5 maggio 2015
Mise | Agevolazioni per i grandi progetti nei settori ITC ed industria sostenibile. A giugno le scadenze per la presentazione delle domande.

 
 
Condividi la notizia

22 settembre 2017
Piccole e medie imprese | Beneficio esteso anche alle PMI sotto forma di società di persone, presentazione domande on line a partire dal 21 novembre 2017.

 
 
Condividi la notizia

9 giugno 2014
CONTRAFFAZIONE ALIMENTARE | Il rapporto di Legambiente e Movimento Difesa del Cittadino: l'Italia perde in Europa 26 miliardi di euro.

 
 
Condividi la notizia

9 ottobre 2015
Politiche agricole | La sinergia ha come scopo il rilancio del comparto zootecnico lucano.

 
 
Condividi la notizia

26 novembre 2015
Gazzetta Ufficiale | Contiene, tra l'altro, disposizioni riguardanti il Giubileo, le aree dell'EXPO, le bonifiche ambientali, la tutela del Made in Italy.

 
 
Condividi la notizia

11 agosto 2014
Lotta alla contraffazione | Il Ministro dell'Interno vuole combattere l'abusivismo commerciale ed ha sottolineato che "gli italiani sono infastiditi dai vu cumpra', il made in Italy e' violentato e deturpato ...."

 
 
Condividi la notizia

22 settembre 2014
Tutela del Consumatore | Il bilancio del Ministero delle Politiche agricole in materia di sicurezza e lotta alla contraffazione. Pubblicato anche l'elenco dei marchi a tutela DOP e IGP: sono 115 i prodotti made in Italy protetti

 
 
Condividi la notizia

2 dicembre 2014
Ministero dell'Economia e delle Finanze | Rimodulato il bonus bebè, incrementato il finanziamento degli ammortizzatori sociali, promozione Made in Italy, contributi agli Enti Locali per l'attivazione di mutui. La dichiarazione del Ministro Padoan

 
 
Condividi la notizia

17 luglio 2015
Dipartimento delle Finanze | Con la Risoluzione n. 7/DF forniti chiarimenti sugli immobili utilizzati da enti non commerciali per l'attività di ricerca scientifica.

 
 
Condividi la notizia

23 maggio 2014
ECONOMIA ED EUROPA | Anche l'Italia si adegua ai parametri giá  in vigore in altri Stati europei. Ricerca e sviluppo non più costi ma investimenti.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.