Condividi la notizia

Spending review

Cottarelli se ne va puntando il dito contro i "grandi burocrati"

Prima di tornare al Fondo Monetario Internazionale, il Commissario ha denunciato di aver trovato le piu' grandi resistenze nei capi di Gabinetto e degli uffici legislativi.

Fra pochi giorni il Commissario alla spending review Carlo Cottarelli lascerà il suo incarico e tornerà a Washington a lavorare per il Fondo Monetario Internazionale. Nominato da Enrico Letta, non c’è mai stato un grandissimo feeling con l’attuale Premier, che non ha mai dimostrato di apprezzare molto l’autonomia di cui godono esperti e tecnici che lavorano per la pubblica amministrazione. Renzi è da sempre per il “primato della Politica”, in tutti i campi, e lo ha detto chiaramente anche a Cottarelli e in diverse occasioni.

Il Commissario alla spending review non ha mai rilasciato dichiarazioni polemiche, ma ora -a due settimane dalla fine del suo mandato- qualche sassolino dalla scarpa pare che se lo voglia proprio togliere. Intervistato dal Corriere della Sera, Cottarelli, in primo luogo ha riconosciuto che la manovra del Governo Renzi da 36 miliardi “è una legge molto coraggiosa. Non so se io avrei avuto questo coraggio”.

Secondo il tecnico dell’FMI “prestato” al Governo italiano, la Legge di Stabilità varata dal Governo Renzi va nella giusta direzione “anche se non conosco tutti i dettagli. Penso che l’Italia abbia bisogno di questo. Non di un’ulteriore stretta fiscale”.

Detto questo, Cottarelli poi passa “ai sassolini” che ha nelle scarpe da qualche mese, accennando alle difficoltà incontrate nello svolgimento dell’incarico di responsabile della spending review. Il Commissario ha rivelato di aver incontrato le maggiori resistenze nel “sistema dei capi di gabinetto. Si conoscono tutti tra  loro, parlano tutti lo stesso linguaggio. E i capi degli uffici legislativi;” -ha aggiunto Cottarelli- “hanno in mano tutto e scrivono leggi lunghissime, difficilmente leggibili”.

Il Commissario in procinto di ritornare negli Stati Uniti ha evidenziato che “spesso molti documenti non mi venivano dati. Non per cattiva intenzione, ma perché non facevo parte della struttura”.

Comprensibile l’amarezza di Carlo Cottarelli; ma, probabilmente, la sua “denuncia” contro il potere della “grande burocrazia” sarebbe stata più efficace -e credibile- se avesse detto queste cose subito, non alla fine del suo mandato. Magari, qualcuno avrebbe anche potuto intervenire per cambiare in meglio le cose.

Moreno Morando

(17 ottobre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

27 agosto 2014
Spending review | Il Commissario alla spending review Carlo Cottarelli ha pubblicato i dati relativi alla verifica sui bilanci del 2012.

 
 
Condividi la notizia

1 agosto 2014
Spending Review | Dopo lo sfogo di Cottarelli che denunciava spese non controbilanciate da reali risparmi il premier Renzi chiarisce che la spending review si farà anche senza il commissario.

 
 
Condividi la notizia

2 maggio 2014
Beni culturali | Ministro Franceschini: gli accorpamenti porteranno razionalizzazione e maggiore efficienza nel rapporto con i cittadini

 
 
Condividi la notizia

8 settembre 2014
economia | Cottarelli: "La revisione della spesa non è una maratona, piuttosto una staffetta da percorrere in 1000 giorni per giungere a 20 miliardi di tagli. Necessario introdurre sanzioni."

 
 
Condividi la notizia

27 maggio 2014
Consiglio di Stato | Deficit di bilancio, insolvenza e riduzione stipendi colpiscono anche i dipendenti della Direzione Investigativa Antimafia. Il giudice conferma la legittimità dei tagli ai salari accessori.

 
 
Condividi la notizia

10 aprile 2016
Pubblica amministrazione | Unificati i cinque Centri di Elaborazione Dati del DAG per la razionalizzazione, risparmio e innovazione nell’IT.

 
 
Condividi la notizia

21 luglio 2014
Agenzia delle Entrate | A breve la chiusura degli uffici territoriali di Fiorenzuola d’'Arda, Guastalla e Bra. Alla base del provvedimento le sfavorevoli condizioni di funzionalità operativa ed i carichi di lavoro esigui.

 
 
Condividi la notizia

10 novembre 2014
Agenzia delle Entrate | Bassa domanda di servizi da erogare, diseconomie di scala e insufficienza di sinergie tipiche di strutture di dimensioni molto ridotte, queste le motivazione che hanno portato a chiudere gli uffici di Piedimonte Matese, di Pietrasanta, Sant’Angelo dei Lombardi e di Agropoli.

 
 
Condividi la notizia

28 dicembre 2014
Ministero dell'Interno | Un foglio di carta, come rivestimento, e un nastro di carta adesiva da pacchi per confezionare le scatolette contenenti il bollo della sezione, il tampone e la boccetta di inchiostro. Per la sigillatura basterà una firma. Termine alle Prefetture fino al 15 gennaio 2015 per comunicare le giacenze del materiale elettorale.

 
 
Condividi la notizia

11 luglio 2014
Riforma della P.A. | Il disegno di legge di Riforma della Pubblica Amministrazione arriverà in Parlamento la settimana prossima. Per il Ministro i risparmi sono il logico risultato di una buona politica, ma quello che conta è il cambio di marcia e di mentalità.

 
 
Condividi la notizia

14 maggio 2014
Ballarò | La spending review applicata alla RAI? Un modo per amplificare la concorrenza di Mediaset per Floris, un atto di equità secondo Renzi.

 
 
Condividi la notizia

12 giugno 2014
Ancora sulla Riforma della P.A. | Il progetto complessivo di Riforma della P.A. prevede 26 articoli; tra le proposte all'esame anche l'accorpamento delle scuole di formazione e la banca dati delle societa' partecipate

 
 
Condividi la notizia

27 giugno 2014
Relazione sul Rendiconto dello Stato | I giudici contabili nella relazione annuale sul rendiconto dello Stato chiariscono i rischi della corruzione e spiegano che la semplificazione e la spending review devono essere applicate nell'ambito di un ripensamento dell'assetto funzionale della PA.

 
 
Condividi la notizia

22 luglio 2014
Spending review | Inviato un questionario a tutte le Province da compilare entro il 28 luglio. Obiettivo è verificare la sostenibilità del taglio di 444 milioni di euro per il 2014 imposto dalla spending review.

 
 
Condividi la notizia

17 aprile 2014
Consiglio di Stato | L'Organo d'Appello della Giustizia Amministrativa ha ritenuto che la proroga delle forniture disposta senza gara come prevista dalla spending review è violativa e contraria all'ordinamento comunitario e dunque va disapplicata.Principio della supremazia del diritto comunitario sul diritto interno.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.