Condividi la notizia

Governo-Regioni

Renzi sfida le Regioni a formulare proposte alternative sul taglio di quattro miliardi

Nell'incontro di questa mattina con i Governatori, Il Premier ha ribadito in primo luogo che non c'e' spazio per la mediazione, i miliardi da tagliare restano quattro.

Dopo essere stato convocato, poi annullato ed infine “confermato”, si è svolto questa mattina a Palazzo Chigi l’incontro tra il Governo e le Regioni per discutere della parte della Legge di Stabilità che aveva provocato le veementi reazioni dei governatori. Si è iniziato alle 8, alla presenza del Premier, del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Del Rio e a quello degli Affari Regionali Gian Claudio Bressa, per l’Esecutivo. Dall’altra parte del tavolo erano presenti tutti i Governatori, escluso quello della Lombardia, Roberto Maroni, sostituito da massimo Garavaglia.

Nella conferenza stampa finale, Del Rio ed il Presidente della Conferenza delle Regioni Sergio Chiamparino, hanno usato toni molto distesi, tanto che, quest’ultimo, ha sottolineato che “l’incontro di oggi apre una fase nuova: quando ci si parla ma soprattutto si lavora insieme è sempre una buona premessa per trovare una soluzione. Siamo fiduciosi di riuscire a rendere sostenibile la manovra”.

La linea “costruttiva” è stata fatta propria anche dal Sottosegretario Del Rio, che ha ribadito come il Governo sostenga “con forza il principio dell’autonomia e della responsabilità. Siamo disponibili a lavorare insieme in tempi strettissimi per trovare soluzioni”.

In realtà, l’incontro è stato improntato alla massima franchezza; tanto che nel suo discorso introduttivo Matteo Renzi ha subito chiarito che “non c’è spazio per una mediazione, i miliardi (ndr : da tagliare) sono quattro. Da qui due strade: o lo scontro o ci sono proposte alternative su cui si lavora in queste ore”.

In sostanza, il Presidente del Consiglio ha lasciato il cerino acceso in mano ai Governatori, evidenziando che “sui costi standard, se voi ci siete, io ci sono. Per me la strada è la trasparenza totale di tutte le spese on-line, dal governo alle regioni. Noi interveniamo solo ex post se le cose non vanno. Se avete una risposta seria, rigorosa, noi ci siamo”.

In pratica, il Premier-segretario “sfida” i rappresentanti delle regioni a trovare un accordo tra di loro ed a sottoporlo al Governo. La circostanza è stata confermata dalle dichiarazioni rilasciate al termine dell’incontro dal Presidente della Giunta regionale del Veneto Luca Zaia, dalle quali si evince che le regioni non hanno ancora trovato una “soluzione concordata”, alternativa a quella dei tagli decisi dall’Esecutivo nazionale.

Secondo il governatore veneto “l’unica soluzione è applicare i costi standard, anche in modo coatto. Il Governo li introduca a forza. Il Premier Renzi ha garantito che lo farà entro fine anno.” Secondo Zaia, “questa è una sfida per le Regioni, ma anche per il Governo; in tal modo si potrebbero risparmiare fino a 30 miliardi di euro”.

In conclusione, l’ex Ministro delle Risorse Agricole del Governo Berlusconi ha poi annunciato che le regioni presenteranno entro pochi giorni una proposta alternativa al “taglio lineare” di quattro miliardi previsto nella Legge di Stabilità varata dal Governo Renzi.

Il Premier, a questo proposito, ha sollecitato i suoi interlocutori a presentargli entro 7 giorni quello che ha definito “il lodo Chiamparino”, vale a dire -secondo la definizione data proprio da quest’ultimo in conferenza stampa- “una proposta che in una settimana punti ad un lavoro congiunto per una manovra sostenibile”.

Molto probabilmente, la vicinanza politica di Sergio Chiamparino (“renziano” della primissima ora) ha certamente contribuito ad incanalare la discussione e le conclusioni dell’incontro con il Governo su una linea molto conciliante e caratterizzata da toni molto diplomatici.

Tuttavia, il pallino ora è in mano alla Conferenza delle Regioni, che dovrà trovare in tempi strettissimi una soluzione -che trovi tutti (o quasi) d’accordo- da sottoporre a Renzi. La linea spiegata da Luca Zaia è quella che da vari decenni caratterizza le posizioni di quasi tutte le regioni del Nord, ma in particolare quelle del Veneto e della Lombardia, che da sole rappresentano quasi un quarto degli abitanti del nostro Paese.

In sostanza, Zaia e Maroni chiedono di abbandonare il concetto della “spesa storica”, in base al quale chi ha speso storicamente di più per erogare servizi ha continuato a ricevere l’equivalente per far fronte ai relativi costi. A loro parere, infatti, questo criterio è utile per le amministrazioni “poco virtuose”, che in questo modo non sono incentivate a risparmiare e a “revisionare” la spesa.

Al contrario, Zaia e Maroni chiedono l’introduzione del  criterio dei “costi standard”, per misurare oggettivamente il costo di un servizio -tenendo conto anche delle varie situazioni regionali- ed evitare così i “tagli lineari”, che colpirebbero tutti alla stessa maniera, a prescindere dai risultati economici raggiunti e dalla “qualità” della spesa.

Resta da vedere, naturalmente, cosa ne penseranno i rappresentanti delle altre regioni, a cominciare da quelle che -cambiando il criterio di finanziamento della spesa- riceverebbero meno fondi.

E’, appunto, questa la sfida che Matteo Renzi lancia alle Regioni, sollecitandole a trovare un accordo in questo senso; in pratica, quello che lui definisce “Lodo Chiamparino”.

Moreno Morando

(23 ottobre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

9 settembre 2014
Spending review | Il Premier ha riunito il Ministro dell'Economia Padoan ed il Commissario Cottarelli per mettere a punto il piano d'azione.

 
 
Condividi la notizia

18 novembre 2014
Ministero dell'Economia e delle Finanze | Per la prima volta in Italia, ogni cittadino ha accesso ad informazioni omogenee, utili per la valutazione delle scelte operate dagli amministratori locali e per il confronto.

 
 
Condividi la notizia

23 settembre 2014
Ricorso alla Corte Costituzionale | La Giunta impugna il provvedimento con cui il Governo ha disposto il bonus mensile da 80 euro a favore di alcune categorie di contribuenti.

 
 
Condividi la notizia

27 maggio 2015
Affari Regionali | Il Sottosegretario ha evidenziato la grande novità di Opencivitas, la banca dati su spesa storica e fabbisogni standard.

 
 
Condividi la notizia

18 aprile 2015
Ragioneria Generale dello Stato | Il provvedimento e' stato adottato in attuazione del comma 6 dell'art. 4 del decreto legge n. 133/2014 e della legge di stabilita'.

 
 
Condividi la notizia

12 luglio 2014
Servizio Sanitario Nazionale | Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha illustrato con grande soddisfazione i "pilastri fondanti" del nuovo Patto per il Servizio Sanitario Nazionale.

 
 
Condividi la notizia

26 ottobre 2014
Avvenimenti del fine settimana | Tre giorni passati tra il Consiglio Europeo, la Legge di Stabilita', lo "stress test" della Bce sulle banche europee, in attesa della testimonianza di Napolitano in Corte d'Assise ed, infine, la riapertura della "Domus Aurea".

 
 
Condividi la notizia

29 agosto 2014
Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali | Il Ministro ha smentito qualsiasi ipotesi di intervento sulle pensioni nella prossima Legge di Stabilita'. Ma tutto era nato da una sua intervista

 
 
Condividi la notizia

31 ottobre 2014
Notizie flash | Cosa resta della Primavera Araba; la Svezia riconosce la Palestina; accordo sul gas tra Ucraina, Russia e UE; Ferrari; Consiglio Europeo e Legge di Stabilita'.

 
 
Condividi la notizia

28 marzo 2015
Enti locali | Problematiche interpretative sui divieti di assunzione nelle P.A. ex Legge di Stabilita' 2015 e Circolare Madia. Precisazioni anche sulla mobilita' e sui contratti a termine.

 
 
Condividi la notizia

17 maggio 2014
Città metropolitane | Avviato il confronto istituzionale tra Governo, Regioni, Province e Comuni per l'attuazione delle legge Del Rio.

 
 
Condividi la notizia

13 luglio 2015
PARI OPPORTUNITA' | La Giunta regionale ha recepito l'Intesa tra Governo, Regioni, Province autonome di Trento e Bolzano e le Autonomie locali, prevista dal Dpcm del 24 luglio 2014.

 
 
Condividi la notizia

28 ottobre 2015
Fiscalità Enti locali | È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 28.10.2015 il decreto del Ministero dell'Interno del 22 ottobre 2015 sull'attribuzione per gettiti standard ed effettivi.

 
 
Condividi la notizia

11 aprile 2015
Inps | La questione riguarda l'importo massimo complessivo del trattamento pensionistico nel sistema misto e la riduzione per chi ha meno di 62 anni.

 
 
Condividi la notizia

27 marzo 2015
Agenzia delle Entrate | Importanti chiarimenti per gli operatori dei settori edile, energetico e della cessione dei bancali di legno sull'estensione del meccanismo dell'inversione contabile

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.