Condividi la notizia

Giustizia amministrativa

Concorsi pubblici: la scelta della Commissione dei criteri di valutazione

La legge Gelmini non preclude la possibilità di individuare sub criteri che specificano i criteri generali. La differenza rispetto alla materia degli appalti.

Nella materia dei pubblici concorsi - in assenza di una disposizione limitatrice quale quella posta nella diversa materia delle pubbliche gare di appalto dall’art. 83, comma 4, del codice dei contratti - non è illegittima la scelta della commissione di articolare i criteri e le macro-voci di valutazione in ulteriori sub-criteri, purché tale articolazione consista in una mera specificazione dei richiamati criteri e macro-voci e non si traduca nell'introduzione di nuovi e diversi parametri valutativi". 
 
È questo il principio richiamato dal TAR Parma nella sentenza del 14.4.2015 n. 113 che ha ritenuto infondata la censura sollevata dal candidato ad un concorso per ricercatore presso l'Università di Parma il quale, tra l'altro, contestava la legittimità suddivisione della voce “produzione scientifica” in 6 diversi sottocriteri non essendo, a suo dire, tale specificazione prevista nella L. 240/2010.
 
Il Giudice Amministrativo ha richiamato l’art. 24, comma 1, della L. 240/2010 (c.d. Legge Gelmini) che demanda al potere regolamentare di ogni singolo ateneo la disciplina della procedura di selezione.

Sulla base di tale norma l’Università di Parma ha approvato un apposito regolamento che sul punto stabilisce espressamente  che “all’atto dell’insediamento, la Commissione predetermina i criteri da utilizzare per l’attribuzione del punteggio ai titoli ed a ciascuna pubblicazione sulla base dei seguenti parametri; - titoli e curriculum punti: fino ad un massimo di punti 40; - produzione scientifica: fino ad un massimo di punti 60”.

La Commissione esaminatrice, ad avviso del TAR, ha correttamente rispettato il bando di gara (che riprendeva la suddetta disposizione del Regolamento) avendo specificato i parametri di valutazione con l’indicazione di criteri e relativi punteggi, prima dell’apertura delle buste.

Enrico Michetti

La Direzione

(20 aprile 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

11 giugno 2018
Porto d'armi | Il Consiglio di Stato ribalta una sentenza del TAR Campania.

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2015
Fiscalità locale | La sentenza non definitiva del TAR Lazio del 4 agosto.

 
 
Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Concorsi pubblici | Ai tempi medi impiegati non può riconoscersi alcun decisivo rilievo inficiante il procedimento valutativo. La sentenza del TAR Lazio, Sez. I del 6 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2018
Offerte in gare d'appalto | Per il Tar Calabria la sentenza di applicazione della pena su richiesta è assimilata ad un accertamento di responsabilità.

 
 
Condividi la notizia

17 dicembre 2017
Magistratura amministrativa | Termine al 9 gennaio 2018 per la presentazione delle domande.

 
 
Condividi la notizia

28 maggio 2019
Corte di Cassazione | I principi sanciti nella sentenza del 27 maggio 2019.

 
 
Condividi la notizia

3 marzo 2016
Opportunità | Possono parteciparvi studenti di Università e Scuole di ogni ordine e grado di tutte le regioni italiane e dell'Unione Europea. Scadenza 26 marzo 2016.

 
 
Condividi la notizia

26 febbraio 2015
giustizia amministrativa | Con la sentenza della Sezione II del TAR Lazio del 23 febbraio 2015 viene definito ed "ampliato" il concetto di atto amministrativo ai fini dell'accesso ai documenti.

 
 
Condividi la notizia

28 maggio 2015
Diritti dell'uomo | La condanna per concorso esterno in associazione mafiosa viola l'art. 7 della Convenzione.

 
 
 
Condividi la notizia

11 gennaio 2015
Giustizia amministrativa | Possibili divieti solo a partire dalla effettiva disponibilità di vie alternative rispetto a quelle attualmente in uso. Necessaria una determinazione analitica dei rischi connessi al transito di tali imbarcazioni.

 
 
Condividi la notizia

23 febbraio 2015
Pubblico Impiego | La sentenza della Terza Sezione del 23 febbraio 2015. Obbligo di motivazione solo se il secondo concorso è identico. Nessuna identità tra i due concorsi se il secondo concorso è stato bandito da un altro ente e solo successivamente è intervenuto un accordo per avvalersi reciprocamente delle graduatorie in corso di validità.

 
 
Condividi la notizia

9 luglio 2015
Giustizia amministrativa | I principi sanciti dal TAR Emilia Romagna dell'8.7.2015 sulle modalità di recesso/revoca.

 
 
Condividi la notizia

9 maggio 2014
Università | Combattere la "mentalità tribale" di alcuni professori universitari. E' questo l'obiettivo del Ministro dell'Istruzione che mira all'abolizione della riforma Gelmini.

 
 
Condividi la notizia

10 gennaio 2019
TAR LAZIO | Il caso di un aspirante militare: per il TAR il concetto penalistico di imputato non può essere applicato in modo formalistico.

 
 
 
banda tricolore
QUOTIDIANI REGIONALI
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla Basilicata
 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.