Condividi la notizia

azioni del Governo

Evasione: il punto del MEF sulle iniziative di contrasto

Con un Comunicato, il Ministero dell'Economia ha evidenziato le azioni messe in campo per recuperare risorse finanziarie utili a ridurre il livello medio dell'imposizione.

Con il Comunicato n. 213, del 26 ottobre 2015, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha sottolineato che il contrasto all’evasione fiscale è una priorità del Governo, indispensabile per recuperare risorse finanziarie utili a ridurre il livello medio dell’imposizione fiscale.

Il Mef evidenzia che le misure specifiche e le novità introdotte nei venti mesi di azione del Governo sono numerose e pressoché ignorate dal dibattito pubblico (attuazione della delega fiscale, incrocio delle banche dati, dichiarazione dei redditi online precompilata, fatturazione elettronica, reverse charge e split payment, accordi bilaterali, accordi multilaterali, voluntary disclosure).

In questo contesto, per il Ministero dell’Economia, l’Agenzia delle Entrate svolge un ruolo cruciale. Le competenze maturate e consolidate dal personale e dalla dirigenza costituiscono un patrimonio che il Governo intende salvaguardare.

Le principali iniziative del Governo per modificare alla radice l’attività di contrasto all’evasione fiscale e di incentivazione all’adempimento spontaneo.

Riforma fiscale su delega del Parlamento.

Il Governo ha dato attuazione alla delega fiscale (L. 23/2014) modificando la normativa nel senso di renderla più chiara e non equivocabile, così da prevenire comportamenti abusivi e margini di interpretazione; in un contesto di maggiore chiarezza l’amministrazione fiscale svolge un ruolo nuovo, in cui non aspetta il contribuente al varco ma al contrario propone un confronto in presenza di dati anomali prima di procedere con procedimenti sanzionatori.

L’incrocio delle banche dati.

Con la legge di stabilità per il 2015 sono state introdotte le norme per il cosiddetto “controllo cambia-verso” che promuovono l’incrocio delle banche-dati, grazie al quale l’Agenzia delle Entrate può segnalare ai contribuenti problemi di adempimento prima di attivare il processo sanzionatorio, in modo da incentivare l’adempimento spontaneo.

Il risultato più evidente di questa novità è la comunicazione dell’Agenzia delle Entrate a più di 500mila contribuenti dei quali non risulta pervenuta la dichiarazione dei redditi 2014: in questo modo i contribuenti hanno l’opportunità di mettersi in regola rapidamente, spontaneamente e con una sanzione molto contenuta anziché diventare oggetto di una procedura amministrativa molto onerosa.

Dichiarazione dei redditi online precompilata.

Con l’introduzione nel 2015 della dichiarazione online precompilata per i redditi del 2014 si è fatto un grande passo avanti nel rapporto collaborativo tra fisco e contribuenti. Secondo il Comunicato del Mef, la trasmissione digitale della dichiarazione ha consentito di rendere efficace il controllo incrociato sulle banche dati per individuare contribuenti che avrebbero dovuto dichiarare redditi 2014 ma non lo hanno fatto.

Fatturazione elettronica.

L’obbligo di fatturazione elettronica introdotto nei confronti delle pubbliche amministrazioni centrali nel giugno 2014 ed estesa a tutte le pubbliche amministrazioni a marzo di quest’anno consente all’amministrazione fiscale di avere visibilità su tutto quanto è fatturato in termini di fornitura alle diverse articolazioni dello Stato.

Reverse charge e split payment.

L’introduzione di queste modalità di versamento dell’IVA a decorrere dall’1 gennaio 2015 ha consentito all’erario di registrare un maggior gettito di questa imposta stimato nell’ordine di 1 miliardo di euro nell’anno.

Voluntary disclosure.

La collaborazione volontaria dei contribuenti italiani che detengono capitali all’estero non dichiarati è un procedimento che consente di regolarizzare queste posizioni a fronte del pagamento di imposte eventualmente evase. L’attivazione della procedura da parte del contribuente consente di evitare alcune conseguenze dell’eventuale evasione salvo casi di autoriciclaggio.

Accordi bilaterali contro l’evasione internazionale.

In questi 20 mesi sono stati ratificati 8 accordi bilaterali e sottoscritti nuovi accordi bilaterali con 9 giurisdizioni fiscali per adeguare gli accordi contro la doppia imposizione in modo da renderli più efficaci contro l’evasione fiscale e la migrazione di capitali.

Accordi multilaterali contro l’evasione internazionale.

L’Italia è stata tra i promotori dei protocolli di scambio automatico di informazioni tra amministrazioni fiscali grazie ai quali sarà possibile individuare contribuenti italiani che tentano di occultare al fisco patrimoni costituiti all’estero evadendo le imposte.

Accordi multilaterali contro l’elusione fiscale.

Le società multinazionali hanno la possibilità di trasferire costi e profitti tra le diverse filiali così da trarre vantaggio dalla diversità dei sistemi fiscali dei paesi in cui operano. L’Italia ha aderito al piano d’azione dell’OCSE contro il fenomeno di base erosion e profit sharing.

Evoluzione delle agenzie fiscali.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha incaricato il Fondo Monetario Internazionale (FMI) e l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) di effettuare una valutazione del modello delle agenzie fiscali in chiave comparativa con buone pratiche internazionali, allo scopo di dare attuazione operativa al principio legislativo di nuova cooperazione tra fisco e contribuente adottato con la riforma fiscale.

Fonte: Ministero dell’Economia e delle Finanze

 

Moreno Morando

(26 ottobre 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

21 aprile 2015
Consiglio dei Ministri | Fatturazione elettronica, internazionalizzazione delle imprese e certezza del diritto nei rapporti tra fisco e contribuente.

 
 
Condividi la notizia

27 marzo 2015
Agenzia delle Entrate | Importanti chiarimenti per gli operatori dei settori edile, energetico e della cessione dei bancali di legno sull'estensione del meccanismo dell'inversione contabile

 
 
Condividi la notizia

15 settembre 2015
Lotta all'evasione | Nuovo Provvedimento delle Entrate in materia di "voluntary disclosure", la collaborazione volontaria per le somme detenute illecitamente oltre frontiera.

 
 
Condividi la notizia

9 marzo 2015
Mef | Emanata la circolare che definisce nel dettaglio tutte le amministrazioni interessate dalla procedura, chiarendo ogni dubbio interpretativo.

 
 
Condividi la notizia

6 giugno 2014
Innovazione P.A. | Avviato in data odierna l'obbligo di fatturazione elettronica.

 
 
Condividi la notizia

3 dicembre 2015
Lotta all'evasione | Si è conclusa il 30 novembre la c.d. 'voluntary disclosure', volta a regolarizzare i capitali detenuti all'estero da contribuenti italiani.

 
 
Condividi la notizia

3 marzo 2015
AgiD | L'Agenzia per l'Italia digitale ha diffuso il materiale dell'iniziativa formativa e di divulgazione realizzata in vista dei nuovi obblighi.

 
 
Condividi la notizia

28 settembre 2018
AGENZIA DELLE ENTRATE | Online una guida pratica, video tutorial e una sezione del sito dedicata, questi gli strumenti a disposizione del contribuente, tutti i dettagli nell'articolo.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2014
Agenzia per l’Italia Digitale | Disponibile l'applicazione che produce fatture secondo lo standard FatturaPa

 
 
Condividi la notizia

26 giugno 2016
Agenzia delle Entrate | Disponibili online le bozze dei documenti tecnici per partecipare.

 
 
Condividi la notizia

2 luglio 2016
Agenzia delle Entrate | I contribuenti con partita iva possono generare, trasmettere e conservare le fatture elettroniche.

 
 
Condividi la notizia

22 settembre 2015
CCIAA Potenza | Sono 428 le Pmi del potentino, fornitrici della Pubblica Amministrazione, che ne fanno uso.

 
 
Condividi la notizia

16 novembre 2018
Protezione dati | Al via il potere correttivo di avvertimento per sproporzionata raccolta di informazioni e rischi su usi impropri da parte di terzi.

 
 
Condividi la notizia

9 aprile 2015
Pubblica amministrazione | I chiarimenti sulle regole tecniche e le date di decorrenza nella circolare n. 1 del 9 aprile 2015 del Dipartimento delle Finanze e della Funzione Pubblica.

 
 
Condividi la notizia

4 giugno 2014
Agenda digitale | Rimarrà in carica fino alla nomina del suo successore per garantire continuità. Intanto il 6 giugno parte la fatturazione elettronica.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.