Condividi la notizia

Illecito processuale

Cassazione: pugno duro contro chi iscrive ipoteche eccessive

La responsabilità aggravata per abuso del diritto. La sentenza della Terza Sezione n. 6533/2016.

I Fatti sono semplici.

Una banca ottiene decreto ingiuntivo in danno di Tizio e iscrive ipoteca giudiziale per 150 milioni di (vecchie) lire sull'intero patrimonio immobiliare del debitore. Tizio si oppone al decreto ingiuntivo e fa anche domanda per danni ex art. 96 c.p.c.: l'opposizione viene accolta, la domanda per danni no. Tizio ricorre in appello e infine in Cassazione e la cassazione gli da ragione.

In particolare il privato cittadino chiede alla Cassazione per quale motivo non si potesse applicare l'art. 96 c.2 cpc – che prevede ipotesi di responsabilità processuale aggravata - in presenza di credito inesistente e per una condotta non prudente del creditore che sceglieva di iscrivere ipoteca per un importo eccessivo rispetto al credito (in origine) vantato, così da generare un abuso nell'esercizio della garanzia patrimoniale.

La Cassazione con la sentenza della Terza Sezione civile, n. 6533 del 05/04/2016 supera la posizione tradizionale (che avrebbe portato al rigetto del ricorso) tramite una reinterpretazione degli art. 2740, 2828 e 2877 c.c. in relazione all'art.96, c2 cpc.

Fondamentali al riguardo sono i postulati derivanti dall'art.111 Cost.(giusto processo) sulle suddette norme da cui deriva una nuova applicazione dell'art.96 nel senso di limitare gli abusi realizzati all'interno del processo. In questo contesto la Suprema Corte richiama la decisone delle Sezioni unite del 2007 n. 23762 che dopo aver riconosciuto l’ingresso nell’ordinamento del principio del giusto processo e della ragionevole durata dello stesso ex art. 111 cost. vieta l’abuso da esercizio del diritto in forma eccessiva o deviata.

Forte di tali principi la Suprema Corte riscrive l’ambito di applicazione dell’art. 96 cpc. affermando che la norma prevede una responsabilità aggravata per atti e comportamenti tenuti all’interno del processo. Condotte che in realtà generano un illecito processuale da abuso del diritto di agire o di resistere, speciale rispetto alla responsabilità aquiliana e connotata da un’indagine svolta direttamente dal giudice. 

Calando tali postulati nel caso di specie la Corte ritiene che il creditore - in tal caso una Banca -  che iscrive ipoteca per un valore superiore ad un terzo del credito vantato (artt. 2875 2876) pone in essere una condotta abusiva che gli consente di ottenere una tutela rafforzata e, in tal caso, non potrà assumere valore dirimente nemmeno la possibilità prevista dal codice di formulare un accordo di riduzione del valore dell’ipoteca fra le parti.

Questo il principio affermato:  “nell'ipotesi in cui risulti accertata l'inesistenza del diritto per cui è stata iscritta ipoteca giudiziale e la normale prudenza del creditore nel procedere all'iscrizione dell'ipoteca giudiziale, è configurabile in capo al suddetto creditore la resp. ex art. 96, 2c cpc, quando non ha usato la normale diligenza nell'iscrivere ipoteca sui beni per un valore proporzionato rispetto al credito garantito, secondo i parametri individuati dalla legge (2875 e 2876 cc) così ponendo in essere, mediante l'eccedenza del valore dei beni rispetto alla cautela, un abuso del diritto della garanzia patrimoniale in danno del debitore”.

 

Paolo Pittori

(14 aprile 2016)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

2 aprile 2015
Giustizia | È abuso del processo contestare in appello la giurisdizione del giudice che la parte ha adito in primo grado. La sentenza della Quinta Sezione del Consiglio di Stato del 27 marzo 2015.

 
 
Condividi la notizia

15 aprile 2015
Giustizia amministrativa | Senza attualità l'azione giudiziale integra un abuso del diritto per lite temeraria e responsabilità aggravata. I principi sanciti nella sentenza della Quarta Sezione del Consiglio di Stato del 14.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

11 novembre 2014
Irragionevole durata del processo | Equo compenso da irragionevole durata del processo, la Corte di Cassazione chiarisce qual è la durata per un unico grado e per tre gradi di giudizio che fa scattare la possibilità di chiedere il risarcimento.

 
 
Condividi la notizia

16 settembre 2014
Reati contro l'ordine pubblico | La Prima Sezione della Corte di Cassazione ha affermato che il “saluto romano” e l'intimazione del coro "presente" effettuato durante una manifestazione pubblica integrano condotte idonee a determinare il pericolo di riorganizzazione del partito fascista.

 
 
Condividi la notizia

28 aprile 2016
Graffitismo | La particolare tenuità del fatto nei principi sanciti nella sentenza dalla Sezione Seconda della Corte di Cassazione n. 16371/2016.

 
 
Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Abusi edilizi | Confermata dalla Corte di Cassazione la condanna per violazione dell'art. 44 D.P.R. n. 380/2001 in caso di realizzazione di una tettoia in legno senza permesso di costruire.

 
 
Condividi la notizia

15 ottobre 2018
Corte di Cassazione | L'abuso del processo. Per la condanna non è richiesto il dolo o la colpa grave.

 
 
Condividi la notizia

2 settembre 2015
Prevenzione infortuni | La sentenza della Corte di Cassazione sulla posizione di garanzia di chi ha commissionato il lavoro. Le regole e le condizioni che estendono la responsabilità.

 
 
Condividi la notizia

28 novembre 2014
Ministero dell'Economia e delle Finanze | La domanda va presentata direttamente in banca. Il mutuo non deve superare l’importo di 250mila euro. Il Fondo concede la garanzia dello Stato fino al 50% della quota capitale del mutuo per acquisto o acquisto e ristrutturazione.

 
 
Condividi la notizia

15 maggio 2014
Danno erariale | La Corte dei Conti condanna al risarcimento del danno il primo cittadino negligente.

 
 
Condividi la notizia

27 gennaio 2015
Agenzia delle Entrate | Termini delle notifiche delle cartelle di pagamento, pagamento a rate, compensazione, fermo amministrativo, pignoramento e iscrizione di ipoteca, queste ed altre le novità approfondite dal Fisco.

 
 
Condividi la notizia

30 giugno 2014
Diritto alla riservatezza | E' illecito l'invio di fax promozionali a numeri estratti dalle "Pagine Gialle" senza il consenso dell'interessato.

 
 
Condividi la notizia

10 giugno 2019
Giustizia | I principi sanciti dalla Corte di Cassazione.

 
 
Condividi la notizia

19 maggio 2016
Abrogatio cum abolitio | Orientamenti diversi sugli effetti in ordine alle statuizioni civili. L'eco di una disputa giuridica di grande attualità caratterizzata da un fascino antico.

 
 
Condividi la notizia

14 dicembre 2014
Edilizia | Interventi ulteriori, anche di frazionamento o accorpamento, su immobili abusivi ripetono le caratteristiche di illegittimità dall'opera principale alla quale ineriscono strutturalmente. Il principio espresso dalla Terza Sezione Penale nella sentenza dell'11.12.2014.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.