Condividi la notizia

Anticorruzione

Appalti: il comunicato di Cantone sugli obblighi informativi e controlli a campione

Pubblicato il Comunicato del Presidente del 5 febbraio 2015 che fornisce indicazioni alla stazioni appaltanti in merito all'art. 9 del decreto legge 12 settembre 2014, n. 133, coordinato con la legge di conversione 11 novembre 2014, n. 164.

Pubblicato il comunicato del Presidente Cantone del 5 febbraio 2015 che fornisce indicazioni alla stazioni appaltanti in merito all'art. 9 del decreto legge 12 settembre 2014, n. 133, coordinato con la legge di conversione 11 novembre 2014, n. 164.

L’art. 9, comma 1 del decreto legge 133/2014, come convertito con legge 164/2014, stabilisce che,  per i lavori di importo compreso fino alla soglia comunitaria, costituisce “estrema urgenza” la situazione, attestata dall’ente di interesse, di indifferibilità di interventi, anche su impianti, arredi e dotazioni, per:

  1. messa in sicurezza degli edifici scolastici e dell’AFAM;
  2. mitigazione dei rischi idraulici e geomorfologici;
  3. adeguamento alla normativa antisismica;
  4. tutela ambientale e del patrimonio culturale.

Per l’affidamento di lavori di importo inferiore alla soglia comunitaria relativi a tali interventi sono introdotte disposizioni di carattere semplificativo e acceleratorio per la pubblicazione dei bandi (pubblicazione sul solo sito della stazione appaltante), per la ricezione delle offerte (termini dimezzati rispetto a quelli di legge) e  per i tempi per la stipula del contratto (inapplicabilità dei termini di cui all’art. 11, commi 10 e 10-ter del Codice dei contratti pubblici).  

Inoltre, sempre per lavori sotto soglia comunitaria, è contemplato (comma 2, lettera d) il ricorso a procedure negoziate con le modalità previste dall’art. 57, comma 6 del Codice, con invito ad almeno 10 operatori economici.
É consentito, inoltre, per lavori relativi alla messa in sicurezza degli edifici scolastici e dell’AFAM, di importo fino a 200.000 euro, l’affidamento «diretto» da parte del responsabile del procedimento, con procedura riconducibile all’affidamento in economia, con invito rivolto ad almeno cinque operatori economici (comma 2, lettera e).

Il comma 2-bis, introdotto con la legge di conversione, stabilisce che gli appalti in questione sono in ogni caso soggetti agli obblighi informativi di cui all’art. 7, comma 8 del Codice e di cui all’art. 37 del decreto legislativo 33/2013; prevede, inoltre, che l’Autorità Nazionale Anticorruzione possa disporre controlli a campione per i contratti di cui ai commi 1 e 2.

Per consentire all’Autorità l’espletamento dei compiti di vigilanza, è necessario che le stazioni appaltanti, in applicazione della norma in argomento, effettuino preventivamente la ricognizione volta a verificare la sussistenza delle condizioni per la dichiarazione di “estrema urgenza”, certifichino come indifferibile l’intervento da realizzare con estrema urgenza e compilino le schede di rilevazione dei dati da inviare all’Autorità ai sensi dell’art. 7, comma 8 del Codice, secondo le indicazioni sotto riportate.

Al fine di segnalare a questa Autorità il ricorso alle procedure accelerate e semplificate di cui sopra, nonché di consentire un controllo a campione sugli interventi in argomento, è necessario che i responsabili del procedimento delle stazioni appaltanti, in sede di acquisizione del CIG, richiamino la riconducibilità degli interventi ai commi 1 e 2 dell’art. 9 del d.l. 133/2014 mediante l’inserimento di tale indicazione nelle schede già in uso per la trasmissione dei dati, allo scopo già aggiornate dall’Autorità.

Le stazioni appaltanti, ove ricorrano alle procedure di cui all’art. 9, comma 2, lettera d) del d.l. 133/2014, nella compilazione delle schede indicheranno, quale procedura di affidamento, la procedura negoziata ex art. 57, comma 6 del Codice, mentre, ove ricorrano alle procedure di cui all’art. 9, comma 2, lettera e) del d.l. 133/2014, indicheranno il cottimo fiduciario (art. 125 del Codice). 

La comunicazione successiva (relativa ai dati su bandi, verbali di gara, soggetti invitati, importo di aggiudicazione, nominativo dell’affidatario, ecc.), prevista dall’art. 7 comma 8 del Codice, la cui applicazione è fatta salva dall’art. 9 del d.l. 133/2014 come convertito, deve essere trasmessa all’Autorità  entro 15 (quindici) giorni dalla data dell’affidamento, in luogo dei 30 (trenta) giorni previsti dall’art. 7, comma 8 del Codice, in coerenza con le ragioni di tempestività sottese alla normativa in argomento. Tali informazioni e la relativa tempistica di trasmissione  vengono richieste dall’Autorità nell’esercizio delle facoltà alla stessa dall’art. 6, comma 9 del Codice.

Le stazioni appaltanti che attivino procedure di affidamento di lavori relativi a beni culturali  di cui all’art. 204 del Codice, in cui l’estrema urgenza è riconducibile all’art. 9 del d.l. 133/2014, devono inoltrare all’Autorità l’invito a partecipare alla procedura rivolto a 15 (quindici) concorrenti e successivamente, entro il termine di 15 (quindici) giorni dall’affidamento, devono trasmettere l’elenco dei soggetti invitati, utilizzando il sistema già in uso.

 

La Direzione

(10 febbraio 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

28 gennaio 2015
Antimafia | Nell'ambito della prevenzione anticorruzione e antimafia, il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, e il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, hanno firmato il 28 gennaio 2015, le seconde linee guida.

 
 
Condividi la notizia

17 maggio 2014
P.A. e trasparenza | Invocati poteri speciali dal Presidente Cantone.

 
 
Condividi la notizia

29 gennaio 2015
Antimafia | Nell'ambito della prevenzione anticorruzione e antimafia, il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, e il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, hanno firmato il 28 gennaio 2015, le seconde linee guida.

 
 
Condividi la notizia

22 aprile 2016
Riforme | Comunicato congiunto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio e del Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffele Cantone.

 
 
Condividi la notizia

28 gennaio 2015
ANAC | Lettera del presidente Cantone ai presidenti di Camera e Senato e al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

 
 
Condividi la notizia

13 maggio 2015
Polizia di Stato | Ogni Squadra Mobile avrà la sua sezione Anticorruzione, per questo sarà avviato un corso specifico. Docente d'eccezione il presidente A.N.AC. Raffaele Cantone.

 
 
Condividi la notizia

15 agosto 2014
Autorità Nazionale Anticorruzione | Superare le problematiche nell'uso della cauzione provvisoria e definitiva e' questo l'obiettivo della determina adottata dall'Anticorruzione.

 
 
Condividi la notizia

12 dicembre 2014
Appalti Pubblici | Cantone e Pitruzzella hanno sottoscritto un Protocollo d'Intesa sulle attività di contrasto alla corruzione e sui nuovi criteri per l’attribuzione del rating di legalità alle imprese.

 
 
Condividi la notizia

23 dicembre 2015
Mercato Elettronico | I chiarimenti dell'Autorità Nazionale Anticorruzione nel comunicato del Presidente Cantone.

 
 
Condividi la notizia

14 gennaio 2015
ANAC | Il presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone, ha inviato il 12 gennaio 2015 una lettera al dott. Stefano Lulli, segretario del sindacato Ospol, in merito alla rotazione territoriale degli agenti della Polizia di Roma Capitale.

 
 
Condividi la notizia

19 dicembre 2015
Anac | I chiarimenti del Presidente Cantone. I programmi e i calendari sono fissi. I quesiti vanno formulati a SNA.

 
 
Condividi la notizia

15 luglio 2014
Lotta alla corruzione | Per il Ministro dell'Interno Alfano "da oggi i corrotti vengono trattati usando le stesse misure di prevenzione previste per i mafiosi"

 
 
Condividi la notizia

25 novembre 2014
Appalti pubblici | Il Presidente Cantone ha diramato le prime valutazioni sull'analisi a campione svolta sulle varianti trasmesse dalle Stazioni Appaltanti. Sotto lente soprattutto gli Enti Locali.

 
 
Condividi la notizia

9 maggio 2019
Trasparenza | Per agevolare l’Anac ad effettuare analisi qualitative e verificare inadempienze.

 
 
Condividi la notizia

16 novembre 2016
Contratti pubblici | Sul sito dell'Autorità Nazionale Anticorruzione è stato pubblicato il comunicato del Presidente Cantone.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.