Condividi la notizia

Vigilanza

Energia: partono nuovi controlli a tutela dei consumatori

Al via l'azione congiunta Guardia di Finanza ed Autorità con il piano di vigilanza 2015.

Nel 2015 saranno circa 200 le nuove ispezioni e controlli tecnici che l'Autorità per l'energia e il Nucleo Speciale Tutela Mercati della Guardia di Finanza svolgeranno insieme a tutela dei consumatori. È quanto reso noto nel comunicato congiunto con il quale si precisa che il piano di vigilanza nei settori  gas, energia elettrica e idrico quest'anno dedicherà particolare attenzione anche alla verifica delle spese di investimento dichiarate dalle imprese per il calcolo delle tariffe, per evitare che nelle bollette degli utenti vengano riconosciuti costi non dovuti o non strettamente legati al servizio. 
 
Previsti anche nuovi controlli sulla qualità dei call center e sulla corretta applicazione dei bonus di sconto. Sono queste le principali linee di sviluppo del ‘Piano dei controlli 2015'  definite  dal Presidente dell'Autorità Guido Bortoni e dal Gen. C.A. Vincenzo delle Femmine durante l'annuale incontro tra i vertici dell'Autorità e il Comando dei Reparti Speciali della Guardia di Finanza.  
 
Oltre alle tradizionali attività di ispezione, dedicate ad esempio alla sicurezza gas, alla continuità del servizio elettrico e al settore idrico, la vigilanza si concentrerà quindi anche sull'analisi dei documenti presentati dalle imprese relativi agli investimenti per la realizzazione delle infrastrutture regolate (reti di distribuzione e trasporto di gas elettricità e acqua). Le prime verifiche congiunte sono state già avviate nell'ambito dell'indagine conoscitiva 256/2014/E/COM. 
 
Per garantire sempre più efficacia a questo tipo di controlli Autorità e GdF hanno deciso di incrementare le attività di verifica documentale e ispettiva utilizzando anche le risorse in precedenza impiegate nella vigilanza sulla c.d. Robin Hood Tax.
 
Sempre in materia tariffaria, nel Piano 2015 vengono confermati i controlli sugli incentivi riconosciuti per miglioramenti della qualità del servizio e particolare attenzione sarà dedicata alle tariffe applicate nel settore idrico, dove, oltre ai costi di investimento dichiarati, sarà verificata l'effettiva restituzione della quota di remunerazione del capitale investito nel periodo 21 luglio 2011 – 31 dicembre 2011, abolita dal referendum.
 
 
Vengono poi confermate tutte le verifiche legate in particolar modo al rispetto della regolazione su potere calorifico, pressione e grado di odorizzazione del gas, così come l'effettiva funzionalità del pronto intervento gas. Al via anche la vigilanza congiunta sulla trasparenza e l'integrità dei mercati energetici all'ingrosso, REMIT (La legge 30 ottobre 2014, n. 161, all'art. 22, ha infatti assegnato all'Autorità i poteri di indagine richiesti dal REMIT, necessari per svolgere il proprio compito di verifica e controllo del rispetto dei divieti di manipolazione del mercato e di insider trading. La collaborazione dell'Autorità con la Guardia di Finanza sarà pertanto estesa alla vigilanza su tali divieti).
 
I risultati del Piano di controlli 2014
Anche nel 2014 sono state circa 200 le ispezioni compiute in collaborazione tra Autorità energia e Guardia di Finanza. Tra i principali risultati, vanno ricordati  i circa 15 milioni di euro recuperati grazie ai controlli già effettuati lo scorso anno sul valore degli investimenti nella distribuzione gas remunerati ai fini tariffari. E' stimabile in circa 14,5 milioni di euro invece il minore impatto per i settori elettrico e gas derivante dai controlli sugli incentivi riconosciuti per la qualità del servizio e sul corretto operato delle imprese nel riconoscimento degli indennizzi dovuti. Nel settore idrico sono stati avviati i primi procedimenti sanzionatori e, dove si sono riscontrate irregolarità, saranno ridotte le tariffe riconosciute, in particolare sui ricavi da riconoscere al gestore, cioè il valore su cui è basato il calcolo delle tariffe dei clienti finali.
 
Sulle sanzioni, viene precisato nel comunicato che nel corso del 2014 l'Autorità ha irrogato sanzioni per oltre 11 milioni di euro.  I controlli hanno poi portato a 2 denunce penali per mancata odorizzazione del gas su 68 controlli effettuati e all'avvio di 4 procedimenti sanzionatori (su 51 imprese controllate) per mancato rispetto delle norme sul pronto intervento gas.  
 
Fonte: Autorità per l'energia 

La Direzione

(4 maggio 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

25 aprile 2014
Autorità e Guardia di Finanza | Ispezioni, anche con telefonate 'civetta' e verifiche a sorpresa, in aumento con il "Piano di Controllo 2014" su contatori, bollette, pronti interventi, tariffe e offerte green.

 
 
Condividi la notizia

22 aprile 2014
Autorità per l'energia e Gdf | Corretta fatturazione, tariffe dell'acqua ed incentivi alle imprese nel nuovo piano delle attività ispettive 2014

 
 
Condividi la notizia

29 dicembre 2015
Consumi | Elettricità -1,2%, gas -3,3%. Sull'anno risparmi per quasi 60 euro.

 
 
Condividi la notizia

1 luglio 2014
Autorità energia | Il prezzo del gas scenderà del 6,3% con un risparmio annuo di 73 euro. Stabile invece l'energia elettrica.

 
 
Condividi la notizia

16 agosto 2016
Consumatori | Le novità nel comunicato dell'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico.

 
 
Condividi la notizia

8 maggio 2014
Giochi e Scommesse | Parte l'operazione di contrasto all'illegalità. Quasi un terzo degli esercizi controllati risulta irregolare.

 
 
Condividi la notizia

18 ottobre 2014
Autorità per l'energia elettrica il gas | Bonus per l'energia elettrica e il gas del 20% circa sulla spesa annua per la luce e del 15% per quella di gas poco conosciuto e richiesto. Avviata la compagna informativa Authority per rafforzare l'informazione.

 
 
Condividi la notizia

10 gennaio 2015
Garante della privacy | Gli operatori potranno negare il contratto a chi ha debiti scoperti. L'obiettivo è contrastare un fenomeno che con la crisi è in forte aumento: il turismo telefonico. Utenti che cambiano operatore lasciando bollette insolute.

 
 
Condividi la notizia

16 luglio 2014
Consiglio di Stato | Il CdS da ragione all’Autorità energia. Respinto il ricorso sulle modalità di aggiornamento del costo evitato di combustibile. Sulle bollette risparmio di 150 milioni.

 
 
Condividi la notizia

12 giugno 2014
Corruzione | Dopo l'arresto del generale in pensione Spaziante nell'ambito dell'inchiesta sul Mose la Procura di Napoli ordina l'arresto del comandante di Livorno Mendella

 
 
Condividi la notizia

26 maggio 2014
Controversie con i fornitori luce e gas | A un anno dalla sua attivazione, la chat room dell'Autorità per l'energia ha ricevuto più di mille richieste di intervento

 
 
Condividi la notizia

29 dicembre 2015
Consumatori | Al via il nuovo quadro di regole 2016-2019 approvato dall'Autorità per le tariffe idriche. Introdotte anche regole contrattuali omogenee per tutto il Paese.

 
 
Condividi la notizia

17 aprile 2014
Lotta all'evasione | Rinnovata la convenzione tra Equitalia e fiamme gialle. Accertamenti per debiti erariali sopra i 100.000 euro

 
 
Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Decreto competitività | Previsti per il 2015 risparmi per 2,7 miliardi con i provvedimenti del Governo. Nell'articolo il dettaglio dei provvedimenti.

 
 
Condividi la notizia

30 settembre 2014
Autorità per l'energia | Da ottobre gas +5,4%, energia elettrica +1,7%. Ma per effetto dei nuovi ‘prezzi europei’ il 2014 si chiuderà con un risparmio complessivo di 84 euro.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.