Condividi la notizia

Garante della privacy

Bollette telefoniche, in arrivo la banca dati dei morosi

Gli operatori potranno negare il contratto a chi ha debiti scoperti. L'obiettivo è contrastare un fenomeno che con la crisi è in forte aumento: il turismo telefonico. Utenti che cambiano operatore lasciando bollette insolute.

Presto non avranno più scampo gli utenti telefonici morosi cronici. Il Garante della Privacy si prepara infatti ad approvare la prima banca dati per i morosi, che gli operatori potranno consultare per non concedere il servizio (sia linea fissa che mobile) agli utenti che risultano iscritti. Il Garante ha cominciato le consultazioni con le associazioni consumatori e prevede di dare il via libera "entro i primi sei mesi del 2015".

"L'obiettivo è contrastare un fenomeno che con la crisi è in forte aumento: il turismo telefonico. Utenti che cambiano operatore lasciando bollette insolute, ripetutamente, in un ciclo continuo", dice a Repubblica Antonello Soro, presidente dell'Autorità Garante per la Privacy.

Ad oggi, senza questa banca dati, gli operatori non possono sapere se l'utente che ha richiesto il servizio ha lasciato bollette insolute con altri gestori. Non possono insomma identificare i "cattivi pagatori seriali".

Le società telefoniche chiedono da anni una banca dati morosi, ma la delicatezza del tema ha finora ostacolato l'avvio. È ancora di aprile 2014 il primo schema di provvedimento del Garante, a riguardo.

La svolta è avvenuta nelle ultime settimane. Il Garante ha cominciato a incontrare le associazioni dei consumatori, alcune delle quali — come Federconsumatori — sono contrarie alla nascita della banca dati. "Intorno al 20 gennaio faremo il secondo incontro con le associazioni", dice Soro.

Il punto è che il Garante è ora intenzionato a trovare un punto di equilibrio tra due aspetti. Da una parte, risolvere un problema che "causa milioni di euro di perdite agli operatori. Perdite che poi ricadono sulle tariffe degli utenti onesti, che pagano regolarmente", dice Soro. Dall'altra, "bisogna anche riconoscere che a fare turismo telefonico non solo soltanto i furbi ma anche i tanti che sono stati messi alle strette dalla crisi economica". Il compromesso a cui lavora il Garante è quindi "banca dati sì, ma con forti tutele per i consumatori".

Per esempio: "pensiamo che nella banca dati non ci debbano finire gli utenti subito al primo sgarro. Ma solo in caso di morosità cronica e da una certa cifra in su (nello schema di delibera si legge «oltre 100 euro » e a «tre mesi dalla chiusura del contratto», Ndr)", dice Soro. L'operatore dovrà dare inoltre un ultimatum all'utente, prima di iscriverlo alla banca dati, permettendogli quindi di saldare in extremis.

Tra le tutele a favore degli utenti, il Garante prevede inoltre che la banca dati (tecnicamente si chiamerà Sit, Sistema informatico integrato) sarà consultabile solo per verificare le morosità e non a scopo di pubblicità, marketing, ricerche di mercato. Dovranno essere cancellati subito i nomi degli ex morosi: non appena hanno pagato. Comunque, si verrà cancellati entro 36 mesi dalla fine del contratto per cui si è stati iscritti nel Sit.

Questa è la base delle tutele previste dal Garante, che "alla fine della consultazione saranno tendenzialmente aumentate". Quando il provvedimento sarà legge, si chiarirà anche chi sarà a gestire il Sit: "si prevede che sia un ente o un consorzio formato dagli operatori".

Fonte: Garante Privacy

La Direzione

(10 gennaio 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

21 luglio 2014
Tutele per gli utenti | Cambiano le regole su informativa e trattamento e conservazione dei dati. Più trasparenza nel trattamento dei dati e garanzie per chi utilizza i suoi servizi. 18 mesi per adeguarsi.

 
 
Condividi la notizia

26 febbraio 2015
giustizia amministrativa | Con la sentenza della Sezione II del TAR Lazio del 23 febbraio 2015 viene definito ed "ampliato" il concetto di atto amministrativo ai fini dell'accesso ai documenti.

 
 
Condividi la notizia

10 ottobre 2014
Trattamento dei dati personali | Su segnalazione anonima che un dipendente fa attività di escort, l'Amministrazione apre un procedimento disciplinare e acquisisce on line le pubblicazioni dell'attività di prostituzione. Il Garante della Privacy arriva fino alla Suprema Corte.

 
 
Condividi la notizia

9 ottobre 2014
Sentenze civili sul sito della Cassazione | Il Presidente dell'Autorita' Garante Antonello Soro ha scritto al Primo Presidente della Corte Suprema di Cassazione esprimendo preoccupazione

 
 
Condividi la notizia

30 agosto 2015
Enti locali | La questione affrontata dall'Autorità riguarda il divieto per l'ente di divulgare sul proprio sito i nomi di coloro che non pagano i tributi.

 
 
Condividi la notizia

23 febbraio 2015
Agenzia delle Entrate | Pronte le regole per l'accesso, a partire dal prossimo 15 aprile, al nuovo modello da parte di contribuenti, datori di lavoro, Caf e intermediari. Individuati i destinatari, fissati modi e tempi per l'accesso.

 
 
Condividi la notizia

16 aprile 2014
Telecomunicazioni | Il Garante privacy ha avviato una consultazione sulla banca dati dei morosi. Gli operatori potranno consultarla per verificare l'affidabilità dei clienti, prima della stipula di nuovi contratti

 
 
Condividi la notizia

1 marzo 2016
Agenzia delle entrate | Un comunicato ad hoc per informare - come richiesto dal Garante della Privacy - gli studenti.

 
 
Condividi la notizia

18 febbraio 2017
Privacy | Il Garante ha vietato a una società l'uso delle utenze telefoniche reperite on line a fini promozionali.

 
 
Condividi la notizia

8 luglio 2014
Smartphone e social network | Vademecum del Garante per proteggere la privacy propria e altrui durante le vacanze estive.

 
 
Condividi la notizia

23 aprile 2014
Sicurezza Nazionale | I Garanti europei della privacy, riunitisi a Bruxelles, chiedono ai Governi maggiore trasparenza

 
 
Condividi la notizia

3 dicembre 2017
Codice di deontologia | I chiarimenti del Garante privacy sul Codice per il credito al consumo

 
 
Condividi la notizia

25 marzo 2015
Protezione dati personali | Il Presidente Soro paventa il pericolo che possa venir meno "l'equilibrio tra privacy e sicurezza".

 
 
Condividi la notizia

7 giugno 2014
Report di Vodafone | La relazione del colosso delle Telecomunicazioni sulla situazione delle norme a tutela della privacy nei 29 Paesi in cui opera ha provocato la reazione del Presidente dell'Autorita'.

 
 
Condividi la notizia

23 marzo 2015
Telefonia | L'Autorità Garante ha aperto procedimenti istruttori nei confronti di Fastweb, Vodafone, Telecom Italia, H3G e Sky Italia.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.