Condividi la notizia

Aams

Gioco del Bingo: le modifiche introdotte dalla legge di stabilità

Le novità della legge n. 208/2015 sulla proroga delle concessioni scadute.

La recente legge n. 208/2015, oltre che apportare modifiche ai criteri, già stabiliti dalla legge n. 147/2013, per l'attribuzione delle concessioni Bingo in relazione a quelle scadute nel periodo 2013-2016, ha previsto, al fine della proroga delle concessioni scadute:  
 
il versamento della somma di euro 5.000 per ogni mese ovvero frazione di mese superiore ai quindici giorni, oppure di euro 2.500 per ogni frazione di mese inferiore ai quindici giorni, da parte del concessionario in scadenza che intenda altresì partecipare al bando di gara per la riattribuzione della concessione, per ogni mese ovvero frazione di mese di proroga del rapporto concessorio scaduto e comunque fino alla data di sottoscrizione della nuova concessione riattribuita, fermi in ogni caso la sottoscrizione dell'atto integrativo previsto dall'art. 1, comma 79, della legge 13 dicembre 2010, n. 220, e il divieto di trasferimento locali per il periodo della proroga”.  
 
Pertanto, le concessioni scadute o in scadenza potranno continuare ad essere gestite fino alla data di sottoscrizione della nuova concessione che sarà eventualmente attribuita a conclusione della gara pubblica prevista dal richiamato articolo 1 della legge n. 147/2013 e successive modificazioni ed integrazioni.   
 
Per poter usufruire di tale facoltà i soggetti titolari delle suindicate concessioni sono tenuti a versare, dal 1° gennaio 2016, ratei mensili dell'importo di euro 5.000 per ogni mese o frazione di mese superiore a quindici giorni di proroga usufruita e di euro 2.500 se il periodo di proroga non superi i quindici giorni.  
 
Tali somme dovranno essere versate secondo le modalità e i termini stabiliti dal richiamato decreto 4 marzo 2014 e successive comunicazioni (disposizioni pubblicate sul sito istituzionale www.agenziadoganemonopoli.gov.it) entro il decimo giorno successivo al mese di riferimento o al periodo inferiore, con versamento sul capitolo del bilancio dello Stato capo V n. 2340 con la causale “pagamento proroga conc. n.        – mese di proroga……”, utilizzando, in caso di bonifico bancario, il seguente IBAN: IT 67 M 01000 03245 350005234000.  
 
Le quietanze dei versamenti o la documentazione relativa ai bonifici bancari effettuati dovranno essere prodotti ad ADM Ufficio Bingo all'indirizzo di posta elettronica certificata monopoli.bingo@pec.aams.it, entro i 10 giorni successivi al versamento, con l'indicazione dei mesi o frazioni di mese di esercizio della proroga, nonché con l'indicazione dello stato e esito “eseguito”, nonché gli estremi del numero identificativo del versamento (CRO o ID SEPA). 
 
Inoltre, ai sensi e per gli effetti della suindicata norma di cui all'articolo 1 comma 934  della legge di stabilità per il 2016, l'attività di gestione del gioco del Bingo in proroga è subordinata, oltre che al pagamento dei ratei suindicati, alla sussistenza dei requisiti soggettivi ed oggettivi richiesti dalla vigente normativa per l'esercizio del gioco in parola, alla partecipazione alla gara per l'attribuzione delle concessioni della specie, anche alla sottoscrizione dell'atto integrativo previsto dall'articolo 1, comma 79, della legge 13 dicembre 2010, n. 220.   
 
Pertanto, per la sottoscrizione di tale atto integrativo, il cui testo sarà trasmesso agli Uffici territoriali in indirizzo, i concessionari che continuano a gestire il gioco del Bingo in proroga ai sensi e per gli effetti della legge n. 147/2013, che non hanno ad oggi stipulato il citato atto integrativo, dovranno prendere contatti e recarsi presso l'Ufficio dei monopoli territorialmente competente con riferimento alla sede legale del concessionario stesso, nella data che sarà successivamente comunicata direttamente dagli Uffici stessi.  
 
La sottoscrizione dell'atto integrativo sarà effettuata dal soggetto munito dei poteri di rappresentanza dell'impresa, previa esibizione di apposito documento di riconoscimento e della documentazione attestante tali poteri.    
 
Inoltre, per ciascun atto integrativo, da sottoscrivere in triplice originale, i concessionari sono tenuti ad effettuare il versamento di € 11,83 per spese di scritturazione e copia su cc IT 37S 01000 03245 350 0 05 2534 02 Tesoreria dello Stato causale 2534/02  stipula atto integrativo legge 220/2010 concessione n.          .  
 
L'attestato di versamento, unitamente a n. 3 marche da bollo da € 80,00 ciascuna (1 marca per ciascun originale), dovranno essere consegnati all'Ufficio dei monopoli competente al momento della sottoscrizione dell'atto integrativo.   
 
Gli Uffici dei monopoli consegneranno un originale dell'atto integrativo al concessionario, utilizzando lo schema di lettera pure inviato a parte e avranno cura di comunicare tempestivamente allo scrivente Ufficio l'avvenuta sottoscrizione, trasmettendo gli esemplari originali unitamente alla documentazione depositata, per il prosieguo di competenza.  Infine, si evidenzia che la richiamata legge 208/2015 ha stabilito il divieto di trasferimento locali per il periodo della proroga.   
 
Fonte: comunicato dell'agenzia dei Monopoli e delle Dogane e del 5.1.2016

La Direzione

(5 gennaio 2016)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e, se possibile, link a pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

5 gennaio 2016
Sostegno al reddito | L'art. 1, comma 391 della legge n. 208/2015 prevede un nuovo strumento per l'accesso a sconti sull'acquisto di beni o servizi e riduzioni tariffarie.

 
 
Condividi la notizia

5 gennaio 2016
Ammortizzatori sociali | Il comunicato del Ministero del Lavoro del 5 gennaio 2016 sull'art. 1, comma 304 della legge n. 208/2015 (legge di stabilità 2016).

 
 
Condividi la notizia

4 febbraio 2016
Manovra economica | L'approfondimento sulle novità in materia di ambiente, edilizia e politiche abitative, calamità, contratti pubblici e infrastrutture.

 
 
Condividi la notizia

8 maggio 2014
Giochi e Scommesse | Parte l'operazione di contrasto all'illegalità. Quasi un terzo degli esercizi controllati risulta irregolare.

 
 
Condividi la notizia

22 dicembre 2015
Manovra economica | Via libera di Palazzo Madama con 162 voti favorevoli e 125 contrari.

 
 
Condividi la notizia

15 ottobre 2015
Consiglio dei Ministri | È stato approvato il disegno di legge recante disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato.

 
 
Condividi la notizia

21 novembre 2015
Parlamento | Votata la fiducia in Senato. Le novità su TASI, IMU, IRES, IRAP, accatastamento immobili, detrazioni fiscali per ristrutturazione edilizia ed efficienza energetica, dirigenti pubblici, turn over nella P.A. ed altro.

 
 
Condividi la notizia

22 dicembre 2014
Camera dei deputati | Via libera dell'aula della Camera al disegno di legge.

 
 
Condividi la notizia

20 dicembre 2015
Manovra economica | Il provvedimento ora torna all'esame dell'altro ramo del Parlamento.

 
 
Condividi la notizia

4 febbraio 2016
Ministero Interno | Una lettura sistemica delle disposizioni della manovra di interesse del Dicastero e per ciascuna di esse una sintesi descrittiva.

 
 
Condividi la notizia

23 ottobre 2015
Mipaaf | Martina: "Via Irap e Imu sui terreni per le imprese agricole ed investimenti per 800 milioni di euro".

 
 
Condividi la notizia

18 gennaio 2016
Digitalizzazione | Informazioni in tempo reale su tutti gli aspetti fiscali per i viaggiatori e per i cittadini che acquistano prodotti attraverso i canali web.

 
 
Condividi la notizia

30 novembre 2014
Parlamento | I disegni di legge passano ora all'esame dell'altro ramo del Parlamento.

 
 
Condividi la notizia

28 dicembre 2015
MIBACT | Pubblicata una sintesi delle maggiori novità introdotte con la manovra economica recentemente approvata. Franceschini: "Rispetto al 2015, il bilancio del Mibact aumenta del 27% nel 2016, superando i 2 miliardi di €.

 
 
Condividi la notizia

17 luglio 2016
Agenzia delle Entrate | La circolare sull'aliquota Iva ridotta, l'esenzione per le onlus e la decorrenza della nuova disciplina.

 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.