Condividi la notizia

TAR SARDEGNA

Concorsi pubblici e domande della prova orale

Sul "momento" (inderogabile) di confezionamento dei quesiti da parte della Commissione.

Un Comune della Sardegna bandiva un concorso pubblico per l’assunzione di un “autista di macchine complesse”. Uno dei concorrenti, dopo aver superato la prova pratica, non ha raggiunto alla prova orale il minimo del punteggio previsto (di 21/30) e, conseguentemente, è stato escluso dalla selezione.

Con ricorso presentato al locale TAR l’escluso ha impugnato il procedimento concorsuale sia per quanto atteneva la propria esclusione, sia instando per l’annullamento della procedura a causa della mancata previsione, nel bando, di un ulteriore requisito tecnico (patentino) che a suo dire sarebbe stato necessario richiedere.

Con riferimento al primo profilo, in particolare, il ricorrente deduceva l’illegittimità della procedura essendosi accorto che la Commissione aveva preparato le domande da sottoporre nella prova orale il giorno precedente lo svolgimento della stessa.

Il TAR sardo, Sezione II, con sentenza 29 ottobre 2018 n. 921, ha dato ragione al ricorrente.

In riferimento all’espletamento della prova orale ha assunto prioritaria e preliminare importanza, in ordine logico-giuridico, la prima questione posta nel ricorso ed inerente “il momento” della redazione e formulazione dei quesiti, che avrebbero dovuto essere sottoposti ai candidati nella prova orale, da parte dei Commissari.

Nel caso di specie la Commissione con il verbale del 23 novembre 2017 (giorno di espletamento delle prove orali) precisava che la predisposizione dei quesiti per la prova orale era stata effettuata il giorno antecedente alla prova orale.

La norma, applicabile in materia, adotta invece una dizione ben precisa in relazione al “quando” la commissione è tenuta a definire i quesiti da sottoporre candidati. Invero l’art. 12 del DPR n. 487 del 1994, rubricato “Trasparenza amministrativa nei procedimenti concorsuali”, stabilisce che: “Le commissioni esaminatrici, alla prima riunione, stabiliscono i criteri e le modalità di valutazione delle prove concorsuali, da formalizzare nei relativi verbali, al fine di assegnare i punteggi attribuiti alle singole prove. Esse, immediatamente prima dell’inizio di ciascuna prova orale, determinano i quesiti da porre ai singoli candidati per ciascuna delle materie di esame. Tali quesiti sono proposti a ciascun candidato previa estrazione a sorte”.

Tale norma persegue indubbiamente una finalità di trasparenza dell’azione amministrativa per scongiurare il rischio che i quesiti possano essere portati a conoscenza di alcuni candidati prima dell’espletamento della prova con violazione del principio della par condicio.

Punto essenziale della controversia, per questo primo aspetto, risultava allora essere la compiuta redazione dei quesiti, da parte della Commissione, il giorno prima (e non il giorno stesso) dell’esame orale. Ciò ha determinato la possibile conoscenza, al di fuori della Commissione, delle domande che il giorno successivo sarebbero state sottoposte ai candidati.

La norma demanda una funzione (la predeterminazione, della Commissione, degli specifici quesiti che formeranno oggetto dell’esame orale da parte di ciascun candidato nell’ambito delle materie contemplate dal bando) in un ben determinato momento, vale a dire con sostanziale “continuità” fra attività di determinazione dei quesiti (oggetto dei giudizi) ed espletamento della correlata prova.

Tale modalità garantisce l’impossibilità di circolazione della conoscenza, in favore di taluni candidati, delle domande. Sostanzialmente, allora, la Commissione è tenuta a redigere titoli e domande in modo contestuale all’apertura delle prove.

L’aver deciso di svolgere in modo anticipato e “con discontinuità” le operazioni, ha reso viziate le attività successivamente poste in essere dalla Commissione (tra cui la valutazione negativa della prova orale del ricorrente).

Ciò, secondo il Collegio, ha reso irrilevante il fatto (pure eccepito dalla difesa dell’Ente) che gli stessi quesiti e/o domande siano stati scelti con il consenso unanime del Presidente e dei componenti della commissione, nonché che siano stati inseriti in una busta bianca sigillata e siglata dalla Commissione, essendosi comunque violato il principio recato dalla normativa sopra menzionata.

Rodolfo Murra

(7 novembre 2018)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

30 ottobre 2018
TAR NAPOLI | Il bando non prevedeva una comunicazione individuale ma....

 
 
Condividi la notizia

29 marzo 2015
Concorso pubblico | Illegittimo l'operato della commissione che preclude l'accesso all'aula di svolgimento della prova. La sentenza del Consiglio di Stato del 27 marzo 2015.

 
 
Condividi la notizia

2 marzo 2016
MIUR | Online le prime risposte alle domande frequenti sul concorso 2016 per i docenti.

 
 
Condividi la notizia

15 gennaio 2015
Concorsi | Quattro prove scritte ed una orale, facoltativa la lingua straniera. Le domande dovranno pervenire entro 60 giorni dalla pubblicazione del bando.

 
 
Condividi la notizia

5 marzo 2015
Ministero Interno | Pubblicato il concorso pubblico, per titoli ed esami. Scadenza per la presentazione delle domande 30 marzo 2015.

 
 
Condividi la notizia

16 aprile 2016
Opportunità | 5 posti disponibile. Cinque prove scritte ed una orale nel bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4a Serie Speciale - Concorsi ed Esami n.30 del 15.4.2016.

 
 
Condividi la notizia

7 novembre 2018
Concorso | La commissione ha estratto la lettera M.

 
 
Condividi la notizia

12 luglio 2016
Opportunità | Otre 40 posizioni di Esperto Nazionale Distaccato (END) con scadenze tra il 18 Luglio e il 19 Settembre p.v..

 
 
Condividi la notizia

30 aprile 2018
Opportunità di lavoro | Scadenza per l'invio telematico delle domande al 28 maggio 2018. Nell'articolo il link al bando.

 
 
Condividi la notizia

17 dicembre 2017
Magistratura amministrativa | Termine al 9 gennaio 2018 per la presentazione delle domande.

 
 
Condividi la notizia

29 maggio 2016
Ministero delle Politiche Agricole | Scadenza 13 giugno 2016 per presentare le domande.

 
 
Condividi la notizia

9 febbraio 2015
Concorsi pubblici | Ai tempi medi impiegati non può riconoscersi alcun decisivo rilievo inficiante il procedimento valutativo. La sentenza del TAR Lazio, Sez. I del 6 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

13 giugno 2016
Opportunità | Assunzioni con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato. Nell'articolo i ruoli ricercati e le scadenze per presentare le domande di partecipazione.

 
 
Condividi la notizia

21 marzo 2016
Opportunità | Le domande dalle ore 00.00 del 18 marzo 2016 alle ore 23.59 del 16 aprile 2016 utilizzando esclusivamente la procedura informatica online.

 
 
Condividi la notizia

7 agosto 2016
Lavoro | Sulla Gazzetta Ufficiale n. 62 del 5.8.2016 il concorso per i posti di giudice tributario presso le Commissioni Tributarie regionali e provinciali.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.