Condividi la notizia

Pubblica amministrazione

Fatturazione elettronica, "tutte" le Amministrazioni al banco di prova

I chiarimenti sulle regole tecniche e le date di decorrenza nella circolare n. 1 del 9 aprile 2015 del Dipartimento delle Finanze e della Funzione Pubblica.

Tutto cambia nell'era digitale e anche la vecchia fattura cartacea viene travolta dal processo di digitalizzazione che, già dal 2007 prende l'avvio con la legge n. 244 che ha introdotto nell'ordinamento italiano l'obbligo di fatturazione elettronica nei confronti della pubblica amministrazione istituendo il Sistema di interscambio (SdI) quale punto di passaggio obbligato di tutte le fatture dirette alla pubblica amministrazione.
 
Ma è nel 2013 che si pongono le basi operative per il definitivo passaggio alle nuove e tecnologiche modalità di fatturazione. È, infatti, il Decreto ministeriale 3 aprile 2013, n. 55 che definisce una serie di regole tecniche, individuando, per classi di pubbliche amministrazioni, le date di decorrenza dell'obbligo di fatturazione elettronica.
 
I cambiamenti, come al solito, generano tanta confusione ed incertezza ed è per questo che i Dipartimenti delle Finanze e della Funzione Pubblica hanno emanato, a firma rispettivamente del Direttore Generale delle Finanze, Fabrizia Lapecorella e del Capo del Dipartimento, Pia Marconi, la circolare interpretativa n. 1 del 9 marzo 2015 al fine di chiarire l'ambito soggettivo e le date di decorrenza dell'obbligo di fatturazione elettronica.
 
In particolare, per quanto attine all'ambito soggettivo, nella circolare viene precisato che le classi di pubbliche amministrazioni cui si riferisce il sopra citato DM 55/2013 sono quelle di cui all'elenco delle amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato, pubblicato annualmente dall'Istituto nazionale di statistica (ISTAT) entro il 30 settembre. Questo riferimento ha indotto alcuni a ritenere che l'ambito soggettivo di applicazione dell'obbligo di fatturazione elettronica potesse circoscriversi alle amministrazioni inserite nel citato elenco ISTAT,  ma non è così.
 
Con un'apposita Tabella 1 si precisa, infatti,  nella circolare, l'esatto ambito soggettivo di applicazione dell'obbligo di fatturazione elettronica.

Tabella 1: Amministrazioni destinatarie dell'obbligo di fatturazione elettronica

Soggetti di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165:

-      tutte le amministrazioni dello Stato, ivi compresi gli istituti e scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative, le aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane, e loro consorzi e associazioni, le istituzioni universitarie, gli Istituti autonomi case popolari, le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni, tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale, l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN), le Agenzie di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 e, fino alla revisione organica della disciplina di settore, il CONI.

Soggetti di cui all'articolo 1, comma 2, della legge 31 dicembre 2009, n. 196:

-     i soggetti indicati a fini statistici dall'Istituto nazionale di statistica nell'elenco oggetto del comunicato del medesimo Istituto, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana entro il 30 settembre di ogni anno, e le Autorità indipendenti.

Soggetti di cui all'articolo 1, comma 209, della legge 24 dicembre 2007, n. 244:

-     le amministrazioni autonome.

È appena il caso di sottolineare come questo lungo elenco di soggetti, il più delle volte rappresentativi di categorie di amministrazioni, presenti ampissime aree di sovrapposizione. Il richiamato articolo 1, comma 2, del DM 55/2013 si riferisce alla totalità dei soggetti sopra elencati col termine "amministrazioni".

Quanto poi alle date di decorrenza dell'obbligo di fatturazione elettronica, l'articolo 6 del DM 55/2013 individua, tenuto conto della data di entrata in vigore del medesimo decreto, le seguenti:

comma 1:   6 dicembre 2013, per l'avvio volontario previo accordo con i fornitori;

comma 2:   6 giugno 2014, per le fatture emesse nei confronti dei Ministeri, delle Agenzie fiscali e degli Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale, individuati come tali nell'elenco ISTAT (2);

comma 3:   6 giugno 2015, per tutte le altre amministrazioni, ad eccezione di quelle indicate all'articolo 1, comma 214, della legge 24 dicembre 2007, n. 244.

Con riferimento al comma 3, si richiama la circostanza che le amministrazioni indicate all'articolo 1, comma 214, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, sono le amministrazioni locali. Viene dunque individuata la data del 6 giugno 2015 per le tutte le rimanenti amministrazioni soggette all'obbligo di fatturazione elettronica, tranne quelle locali, per le quali il richiamato articolo 1, comma 214, della legge 244/2007 rimandava a successivo decreto ministeriale.

Il termine di cui al comma 3 è stato successivamente anticipato al 31 marzo 2015 dall'articolo 25, comma 1, del D.L. 24 aprile 2014 n. 66 (4), convertito in legge, con modificazioni, dall'articolo 1, comma 1, della legge 23 giugno 2014, n. 89.

Inoltre, il citato articolo 25, comma 1, del D.L. 66/2014 ha fissato al 31 marzo 2015 anche la data di decorrenza per le amministrazioni locali, per la cui individuazione la legge 244/2007 rimandava a successivo decreto ministeriale.

Al riguardo, chiarisce la circolare che il riferimento alle amministrazioni locali dell'articolo 1, comma 214, della legge 244/2007 sia da ricondurre alle amministrazioni locali individuate come tali nel più volte citato elenco ISTAT.

Per comodità di lettura, nella circolare l'individuazione delle date di decorrenza dell'obbligo di fatturazione elettronica, nei termini appena chiariti, è riportata nella seguente Tabella 2, nella quale col termine amministrazioni si intende la totalità delle amministrazioni riportate in Tabella 1.

Tabella 2: Date di decorrenza dell'obbligo di fatturazione elettronica

Classi di amministrazioni

Tutte le amministrazioni, su base volontaria e sulla base di specifici accordi con tutti i propri fornitori  - Data di decorrenza  6 dicembre 2013

Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale, individuati come tali nell'elenco ISTAT - Data di decorrenza 6 giugno 2014

Tutte le rimanenti amministrazioni, incluse quelle individuate come amministrazioni locali nell'elenco ISTAT - Data di decorrenza  31 marzo 2015.

Vai alla circolare

Enrico Michetti

La Direzione

(9 aprile 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

22 settembre 2015
CCIAA Potenza | Sono 428 le Pmi del potentino, fornitrici della Pubblica Amministrazione, che ne fanno uso.

 
 
Condividi la notizia

9 marzo 2015
Mef | Emanata la circolare che definisce nel dettaglio tutte le amministrazioni interessate dalla procedura, chiarendo ogni dubbio interpretativo.

 
 
Condividi la notizia

6 giugno 2014
Innovazione P.A. | Avviato in data odierna l'obbligo di fatturazione elettronica.

 
 
Condividi la notizia

3 marzo 2015
AgiD | L'Agenzia per l'Italia digitale ha diffuso il materiale dell'iniziativa formativa e di divulgazione realizzata in vista dei nuovi obblighi.

 
 
Condividi la notizia

22 ottobre 2014
Unioncamere | Il servizio di fatturazione elettronica verso la P.A. offerto dal sistema delle Camere di Commercio è a disposizione delle piccole e medie imprese italiane soggette all'obbligo di fatturazione elettronica

 
 
Condividi la notizia

12 febbraio 2015
AgID | Un nuovo marchio distintivo. Più semplice per tutti riconoscere immediatamente dove poter utilizzare il sistema dei pagamenti della PA.

 
 
Condividi la notizia

16 maggio 2014
Angelo Rughetti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, annuncia gli obiettivi della riforma per la P.A. | Ruolo unico della Dirigenza e carriera a termine | Licenziamento del Dirigente privo di incarico | Valutazione dei risultati non del singolo ma del gruppo | Retribuzione di risultato subordinata all’andamento dell’economia | Trasparenza e semplificazione attraverso gli open-data | Una sola scuola nazionale della Pubblica Amministrazione | Gestione manageriale dei poli museali | Le incompatibilità dei Giudici Amministrativi | Apertura del Governo all’ascolto di cittadini e dipendenti pubblici

 
 
Condividi la notizia

28 settembre 2018
AGENZIA DELLE ENTRATE | Online una guida pratica, video tutorial e una sezione del sito dedicata, questi gli strumenti a disposizione del contribuente, tutti i dettagli nell'articolo.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2014
Agenzia per l’Italia Digitale | Disponibile l'applicazione che produce fatture secondo lo standard FatturaPa

 
 
Condividi la notizia

26 giugno 2016
Agenzia delle Entrate | Disponibili online le bozze dei documenti tecnici per partecipare.

 
 
Condividi la notizia

2 luglio 2016
Agenzia delle Entrate | I contribuenti con partita iva possono generare, trasmettere e conservare le fatture elettroniche.

 
 
Condividi la notizia

19 luglio 2016
performance P.A. | In attesa della piena operatività della nuova normativa, ciascuna amministrazione valuterà come procedere al fine di garantire la continuità amministrativa.

 
 
Condividi la notizia

16 novembre 2018
Protezione dati | Al via il potere correttivo di avvertimento per sproporzionata raccolta di informazioni e rischi su usi impropri da parte di terzi.

 
 
Condividi la notizia

21 maggio 2014
Riforma della P.A. | L'identikit del nuovo manager pubblico tracciato dal Ministro della Funzione Pubblica.

 
 
Condividi la notizia

4 giugno 2014
Agenda digitale | Rimarrà in carica fino alla nomina del suo successore per garantire continuità. Intanto il 6 giugno parte la fatturazione elettronica.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.