Condividi la notizia

Contratti pubblici

Clausola di salvaguardia: è legittima solo se 'light'

Il Consiglio di Stato si allinea alla giurisprudenza comunitaria.

Un Comune indice una gara per l’affidamento della concessione per la gestione del servizio di illuminazione elettrica delle tombe, cappelle, loculi, ossari e tutti gli altri sepolcri esistenti e costruendi nei cimiteri del proprio territorio per la durata di anni 10. Nel bando e nel capitolato è inserita la cosiddetta “clausola sociale”, recante “impegno ad assorbire ed utilizzare prioritariamente nell’espletamento del servizio, qualora disponibili, i lavoratori che già vi erano adibiti (…) compatibilmente con l’organizzazione dell’impresa subentrante e con le esigenze tecnico – organizzativo o di manodopera previste”.

Una delle concorrenti ritiene che questa clausola imponga l’obbligo effettivo di assumere i lavoratori dipendenti dell’impresa uscente e, quindi, impugna gli atti di gara davanti al TAR – assumendo che la ditta aggiudicataria, non avendo assorbito tutti i lavoratori precedenti, avrebbe violato la clausola – il quale respinge il ricorso. Propone appello dinanzi al Consiglio di Stato la soccombente, deducendo l’erroneità della decisione del giudice di primo grado.

Il Consiglio di Stato, Sezione V, con sentenza n. 2637 del 26 maggio 2015, ha rigettato l’appello.

La clausola in questione, diversamente da quello che ha ritenuto l’appellante, non imponeva alcun obbligo in capo all’aggiudicataria di assumere tutti i precedenti lavoratori, né di attribuire loro identiche mansioni, in quanto era previsto un assorbimento unicamente “prioritario” e “nei limiti di compatibilità” con l’organizzazione aziendale del nuovo concessionario.

Tale interpretazione, secondo cui a fronte di una tale clausola l’aggiudicatario deve assumere gli stessi addetti che operavano alle dipendenze del precedente concessionario a condizione che il numero dei dipendenti e la qualifica siano armonizzabili con l’organizzazione d’impresa scelta dall’imprenditore subentrante, è espressione di tutela della organizzazione dell’aggiudicataria, alla quale non si possono imporre oneri insostenibili rispetto all’assetto organizzativo aziendale.

La clausola va dunque intesa nei limiti di una particolare condizione di esecuzione della prestazione, senza che ne conseguano indebite interferenze in sede di requisiti di partecipazione.

Alla luce dei principi giurisprudenziali e coerentemente con una lettura comunitariamente orientata alla libertà di iniziativa economica ai sensi dell’art. 41 della Costituzione, la clausola è stata formulata nel capitolato di gara prevedendo soltanto una priorità tanto nell’assorbimento, quanto nell’utilizzo in fase esecutiva del personale attualmente occupato, ma escludendo un obbligo assoluto di totale riassorbimento in automatico dei lavoratori già in forza.

La espressione “prioritariamente” contempera, per l’appunto, l’obbligo di assunzione con l’autonomia organizzativa e le esigenze tecnico organizzative e di manodopera previste dall’impresa aggiudicataria.

Secondo il Consiglio di Stato, l’aggiudicataria (che ha dichiarato di accettare la clausola in sede di offerta) nella relazione prodotta ha sviluppato tale dichiarazione, precisando - al solo scopo di chiarire alla stazione appaltante con quale organizzazione avrebbe gestito il servizio -  l’intendimento di assumere ed utilizzare specificamente oltre al personale già in forza n. 5 addetti con assunzione prima a tempo determinato e quindi a tempo indeterminato una volta verificata l’idoneità.

E’ emerso, quindi, dalla dichiarazione e dalla relazione resa in sede di gara, il rispetto sostanziale della clausola, salva la verifica in corso di svolgimento del servizio.

Rodolfo Murra

(31 maggio 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

26 novembre 2017
Agricoltura | I Ministro Martina e Calenda scrivono alla commissione UE per tutelare la filiera risicola italiana ed europea.

 
 
Condividi la notizia

26 novembre 2017
Agricoltura | I Ministri Martina e Calenda scrivono alla commissione UE per tutelare la filiera risicola italiana ed europea.

 
 
Condividi la notizia

7 dicembre 2014
CGIA di Mestre | Come riporta con un comunicato della CGIA di Mestre, nonostante il prezzo del petrolio sia in continuo ribasso, dal 1° gennaio 2015, ci sarà un aumento delle accise dovute alla "clausola di salvaguardia".

 
 
Condividi la notizia

20 marzo 2016
Legge di stabilità 2016 | La circolare dell'INPS n. 50 del 17.3.2016 sulla cd Settima Salvaguardia

 
 
Condividi la notizia

14 settembre 2017
Lavoro | Il beneficio potrà essere riconosciuto ai contratti collettivi aziendali sottoscritti e depositati a decorrere dal 1° gennaio 2017 e non oltre il 31 agosto 2018.

 
 
Condividi la notizia

4 dicembre 2016
Anac | Il comunicato del Presidente Cantone adottato a seguito della nuova disciplina del Codice dei Contratti e delle Concessioni.

 
 
Condividi la notizia

13 giugno 2014
Autorità per l'energia e il gas | Più informazioni in fase pre-contrattuale e 14 giorni per ripensarci. Contratti stipulati a distanza o fuori dai locali commerciali validi solo dopo la firma.

 
 
Condividi la notizia

11 gennaio 2016
legge di Stabilità 2016 | Le prime istruzioni operative nel provvedimento n. 1/2016.

 
 
Condividi la notizia

9 novembre 2014
Ministero delle Politiche alimentari | Sgravi per le aziende che assumono ragazzi tra i 18 e i 35 di 1/3 della retribuzione lorda imponibile ai fini previdenziali, per un periodo complessivo di 18 mesi. Incentivo per contratti a tempo indeterminato e determinato di durata triennale.

 
 
Condividi la notizia

25 ottobre 2016
Ministero del Lavoro | Il decreto che autorizza il trattamento di Cig in Deroga in favore di 13.060 lavoratori.

 
 
Condividi la notizia

25 gennaio 2015
procedure di affidamento | Nella Determinazione n. 1/2015 i criteri interpretativi dei nuovi commi 2-bis e 1-ter, rispettivamente degli artt. 38 e 46 del Codice dei contratti.

 
 
Condividi la notizia

17 settembre 2015
Ministero del Lavoro | Pubblicato il decreto interministeriale in favore delle imprese che stipulino o abbiano in corso contratti di solidarietà difensiva di tipo A. Nell'articolo il decreto.

 
 
Condividi la notizia

4 ottobre 2015
Agricoltura | Il provvedimento riguarda lavoratori appartenenti alla Categoria C.

 
 
Condividi la notizia

25 gennaio 2015
INPS | On line la circolare n. 12/2015 nuove fasce di retribuzione su cui calcolare i contributi dovuti per l’anno 2015 per i lavoratori domestici.

 
 
Condividi la notizia

26 giugno 2015
Colf e badanti | Diminuiscono del 5,8% (54.940) i lavoratori immigrati, ma aumentano del 4,3% (circa 8mila in più rispetto al 2013) quelli di nazionalità italiana.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.