Condividi la notizia

Reati fiscali

La Procura cerca d'inchiodare Apple

Mentre Equitalia insegue commercianti, artigiani e piccoli imprenditori il colosso di Cupertino "eluderebbe" legalmente il fisco italiano.

Apple Italia ed Apple retail Italia hanno versato nel 2013 circa 8 milioni di euro al fisco italiano. Una percentuale irrisoria rispetto al giro d'affari stimato in Italia per il colosso di Cupertino: circa 2 miliardi di euro l'anno. Intorno ai 300 milioni di euro, invece, le vendite dei negozi Apple italiani nel 2013, con utili dichiarati di soli 2,5 milioni. Questo perché le controllate italiane della Apple pagano 220 milioni di euro di costi alla Apple Irlanda, società che grazie ad un accordo fiscale con lo stato irlandese, paga sugli utili un'aliquota inferiore al 2%.

In questo modo viene legalmente "aggirato" il sistema fiscale italiano. Un meccanismo sul quale indaga da un anno la procura di Milano che ha iscritto nel registro degli indagati due manager dell'azienda, con l'accusa di dichiarazione fraudolenta dei redditi. Una evasione stimata fra il 2009 e il 2012 attorno ad 1 miliardo di euro dal procuratore aggiunto Francesco Greco e dal pm Adriano Scudieri.

Per Apple non si tratta della prima accusa di elusione fiscale. Già nel maggio del 2013 il Congresso statunitense interrogò il CEO di Apple, Tim Cook, riguardo l'accusa di aver evaso circa 74 miliardi di $ di tasse. Un'accusa caduta poi nel dimenticatoio, grazie anche al parere della SEC (l'ente federale di controllo della borsa) secondo cui Apple non avrebbe violato le norme federali nella sua struttura fiscale. Di certo, il gruppo della sylicon valley vanta oggi un patrimonio di 160 miliardi di $ costruito su un sistema fiscale, molto semplice ed anche molto efficace nell'aggirare i sistemi fiscali di mezzo mondo. Apple Irlanda infatti acquista tutti i componenti dei prodotti tecnologici aziendali e li invia in Cina per l'assemblaggio. I prodotti vengono così "virtualmente" passati alla società irlandese che si occupa della loro vendita presso le varie società nazionali, lasciando a queste ultime un piccolo margine operativo, lo stretto necessario per far andare avanti la rete commerciale. Il grosso dei profitti resta così nella società irlandese e visto che il fisco irlandese è basato sulla territorialità, Apple non paga l'aliquota del 12,5% prevista per i profitti realizzati dalla vendità in Irlanda, ma un'aliquota di favore dovuta ai suoi profitti su vendite internazionali. In questo modo la multinazionale statunitense finisce per pagare solo il 2% di tasse su tutte le vendite effettuate nel mondo.

A questo aspetto andrebbe aggiunto quello relativo alle condizioni di lavoro nella Foxconn, la società cinese che assembla i prodotti Apple, tristemente nota per i numerosi casi di suicidio e per i ritmi lavorativi ai limiti dello sfruttamento. Ma oggi che la mela è diventata il marchio mondiale più noto, superando persino la Coca Cola, diventa sempre più difficile spiegare ai consumatori di mezzo mondo su cosa si fonda il successo della creatura di Steve Jobs. 

Francesco Colafemmina

(11 maggio 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

2 luglio 2016
Fisco | "Equitalia Servizi di riscossione SpA" dal 1 luglio ha sostituito Equitalia Nord, Sud e Centro.

 
 
Condividi la notizia

17 aprile 2014
Lotta all'evasione | Rinnovata la convenzione tra Equitalia e fiamme gialle. Accertamenti per debiti erariali sopra i 100.000 euro

 
 
Condividi la notizia

29 settembre 2014
Tecnologia | Imminente l'azione dell'Unione Europea contro l'evasore fiscale Apple. Attesi anche provvedimenti che colpiscono Google Starbucks e Fiat.

 
 
Condividi la notizia

11 aprile 2014
Equitalia | Firmato il protocollo d'intesa tra Equitalia e le confederazioni aderenti a Rete Imprese Italia per innovare e semplificare il rapporto fisco-imprese

 
 
Condividi la notizia

6 novembre 2016
Riscossione | La procedura per accedere alla definizione agevolata. Dopo la presentazione della domanda entro il 24 aprile 2017 Equitalia comunicherà al contribuente l'ammontare complessivo delle somme dovute.

 
 
Condividi la notizia

1 febbraio 2018
Corte dei Conti | Confermata in appello la tesi del Prof. Enrico Michetti, difensore del comune. Gli Enti Locali possono agire direttamente contro Equitalia grazie ad un Regio Decreto del 1933.

 
 
Condividi la notizia

1 ottobre 2014
Lavoro | La famosa azienda di Cupertino alla ricerca di nuova forza lavoro per le sedi italiane. All'interno dell'articolo tutte le figure professionali richieste.

 
 
Condividi la notizia

6 maggio 2015
In Evidenza | Accolta la tesi di Enrico Michetti, avvocato per il Comune di Ciampino. Gli Enti Locali possono agire direttamente contro Equitalia, grazie ad un Regio Decreto del 1933, per inadempienze nella riscossione dei tributi comunali.

 
 
Condividi la notizia

12 maggio 2014
Redditometro | Con l'invio delle prime contestazioni parte il meccanismo del redditometro entrato in vigore nel 2012.

 
 
Condividi la notizia

16 febbraio 2015
Fisco | Ampliati ulteriormente i metodi di pagamento delle cartelle.

 
 
Condividi la notizia

27 gennaio 2015
Fisco | Oltre a contanti e assegni è possibile utilizzare carte bancomat.

 
 
Condividi la notizia

17 aprile 2014
Equitalia | Aumentano i ricorsi contro Equitalia, l'80% nelle Regioni del Sud.

 
 
Condividi la notizia

24 ottobre 2018
Antitrust | Aggiornamenti software hanno procurato gravi inconvenienti e ridotto funzionalità.

 
 
Condividi la notizia

10 dicembre 2014
Nuovo portale | On line il nuovo sito internet per soddisfare le esigenze dei contribuenti anche attraverso la possibilità di richiedere online il piano di rateazione.

 
 
Condividi la notizia

9 giugno 2015
Fisco | Prevista dal decreto milleproroghe, l'importo dilazionato finora concesso ammonta ad 1,2 miliardi.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.