Condividi la notizia

Opportunità

Agenzia delle Entrate: Selezione per il conferimento di incarichi dirigenziali

La presentazione delle domande entro il 10 ottobre 2015, nell'articolo tutte le informazioni per partecipare.

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato il bando per la selezione per il conferimento di incarichi dirigenziali che scadrà il 10 ottobre 2015.

Di seguito la trascrizione del bando ed in fondo all'artico i link agli allegati:

Selezione per il conferimento di incarichi dirigenziali

 

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA

in base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente atto

DISPONE:

1. Selezione per il conferimento di incarichi dirigenziali presso alcune Direzioni Centrali

1.1 Ai sensi dell’art. 19, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modifiche e integrazioni, è bandita una selezione a evidenza pubblica per il conferimento dei seguenti incarichi dirigenziali:

Direzione Centrale

Ufficio

page1image9936

Livello retributivo

page1image11856
page1image12760

Accertamento

Cooperative compliance

Accordi preventivi e controversie internazionali

page1image18744

Analisi e strategie di comunicazione e cooperazione rafforzata

Normativa

Interpelli nuovi investimenti

1.2 La selezione è riservata a persone di particolare e comprovata qualificazione professionale in possesso delle competenze e delle conoscenze di seguito indicate e che abbiano svolto attività in organismi ed enti pubblici o privati ovvero aziende pubbliche o private con esperienza acquisita per almeno un quinquennio in funzioni dirigenziali, o che abbiano conseguito una particolare specializzazione professionale, culturale e scientifica desumibile dalla formazione universitaria e postuniversitaria, da pubblicazioni scientifiche e da concrete esperienze di lavoro maturate per almeno un quinquennio, anche presso amministrazioni pubbliche, ivi comprese quelle che conferiscono gli incarichi, in posizioni funzionali previste per l'accesso alla dirigenza, o che provengano dai settori della ricerca, della docenza universitaria, delle magistrature e dei ruoli degli avvocati e procuratori dello Stato.

E’ richiesto il possesso del diploma di laurea specialistica o magistrale, ovvero del diploma di laurea conseguito secondo l’ordinamento didattico previgente al regolamento di cui al decreto del Ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica del 3 novembre 1999, n. 509.

Non saranno accettate le candidature di coloro che hanno svolto negli ultimi due anni attività professionali di consulenza e rappresentanza in materia fiscale.

Competenze e conoscenze richieste

Ufficio Cooperative compliance

  • Conoscenza della lingua inglese di livello equivalente almeno a B2 secondo il Quadro Comune di Riferimento Europeo.

  • Conoscenza specialistica, maturata anche a seguito di esperienze lavorative, della disciplina della fiscalità d’impresa applicata a tematiche complesse, anche connesse alla fiscalità internazionale.

  • Conoscenza specialistica della contabilità d’impresa, inclusa la contabilità dei soggetti IAS adopter e dell’imposta sul valore aggiunto.

  • Conoscenza specialistica della fiscalità delle imprese multinazionali e dei processi di revisione di bilancio.

  • Conoscenza, maturata a seguito di esperienze di studio o lavorative, dei processi di analisi e valutazione dei sistemi di controllo interno.

  • Esperienze lavorative nell’espletamento di attività di controllo nei confronti di contribuenti di particolare complessità.

  • Attitudine all’organizzazione e alla gestione delle risorse, comprovata dall’effettivo svolgimento di attività di coordinamento per almeno tre anni.

Ufficio Accordi preventivi e controversie internazionali

  • Conoscenza della lingua inglese di livello equivalente almeno a B2 secondo il Quadro Comune di Riferimento Europeo.

  • Conoscenza specialistica, maturata anche a seguito di esperienze lavorative, della disciplina della fiscalità d’impresa applicata a tematiche complesse, anche connesse alla fiscalità internazionale, con particolare riferimento alla disciplina dei prezzi di trasferimento e alla disciplina delle convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni.

  • Conoscenza specialistica della contabilità d’impresa, inclusa la contabilità dei soggetti IAS adopter e dell’imposta sul valore aggiunto.

  • Conoscenza specialistica della fiscalità delle imprese multinazionali e dei processi di revisione di bilancio.

  • Conoscenza specialistica, maturata a seguito di esperienze lavorative, di economia aziendale, finanza aziendale, matematica finanziaria.

  • Esperienze lavorative nell’espletamento di attività di controllo nei confronti di contribuenti di particolare complessità.

  • Attitudine all’organizzazione e alla gestione delle risorse, comprovata dall’effettivo svolgimento di attività di coordinamento per almeno tre anni.

page2image23272

Ufficio Analisi e strategie di comunicazione e cooperazione rafforzata

  • Conoscenza della lingua inglese di livello equivalente almeno a B2 secondo il Quadro Comune di Riferimento Europeo.

  • Conoscenza specialistica, maturata a seguito di esperienze lavorative, degli strumenti per l’analisi del rischio di evasione/elusione.

  • Conoscenza specialistica, maturata a seguito di esperienze di studio o lavorative, della disciplina della fiscalità d’impresa applicata a tematiche complesse.

  • Capacità di definizione delle strategie e delle metodologie operative per le attività di controllo.

  • Conoscenza specialistica della contabilità d’impresa, inclusa la contabilità dei soggetti IAS adopter, della fiscalità delle imprese multinazionali e dell’imposta sul valore aggiunto.

  • Conoscenza specialistica, maturata a seguito di esperienze di studio o lavorative, dei processi di analisi e valutazione dei sistemi di rilevazione, misurazione, gestione e controllo del rischio fiscale.

  • Esperienze lavorative nell’espletamento di attività di controllo nei confronti di contribuenti di particolare complessità.

  • Attitudine all’organizzazione e alla gestione delle risorse, comprovata dall’effettivo svolgimento di attività di coordinamento per almeno tre anni.

Ufficio Interpelli nuovi investimenti

  • Conoscenza della lingua inglese di livello equivalente almeno a B2 secondo il Quadro Comune di Riferimento Europeo.

  • Conoscenza specialistica, maturata anche a seguito di esperienze lavorative, della disciplina della fiscalità d’impresa applicata a tematiche complesse.

  • Conoscenza specialistica, maturata anche a seguito di esperienze lavorative, della disciplina della fiscalità delle operazioni di riorganizzazione aziendale, anche alla luce della disciplina dell’elusione fiscale o dell’abuso del diritto.

  • Conoscenza specialistica, maturata anche a seguito di esperienze lavorative, della fiscalità delle imprese multinazionali e dell’Imposta sul valore aggiunto.

  • Conoscenza specialistica, maturata anche a seguito di esperienze lavorative, della contabilità d’impresa, inclusa la contabilità dei soggetti IAS adopter, dell’economia aziendale e dei processi di revisione del bilancio.

  • Esperienze lavorative nell’espletamento dell’attività istruttoria delle istanze di interpello ordinario, antielusivo e disapplicativo, nonché nell’espletamento di attività istruttoria esterna.

  • Attitudine all’organizzazione e alla gestione delle risorse, comprovata dall’effettivo svolgimento di attività di coordinamento per almeno tre anni.

page3image21448 page3image24488

1.3 Il trattamento economico è commisurato alla specifica qualificazione professionale, tenendo conto della temporaneità del rapporto e delle condizioni di mercato relative alle specifiche competenze professionali.

2. Presentazione della candidatura

2.1  La richiesta di partecipazione alla selezione va redatta secondo il modello allegato A e va presentata entro il 10 ottobre 2015 esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica dc.pers.incarichi@agenziaentrate.it indicando nell’oggetto della mail esclusivamente il nome dell’ufficio per il quale si intende proporre la propria candidatura. Non saranno considerate valide le richieste pervenute fuori termine o inoltrate con modalità diverse da quella sopra indicata o presentate da candidati non in possesso dei requisiti di cui al punto 1.2.

2.2  Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti:

a)  dichiarazione resa secondo il modello allegato B, dalla quale risulti l’assenza di situazioni di incompatibilità e conflitto di interessi di cui al Codice di Comportamento dei dipendenti delle pubbliche Amministrazioni adottato con D.P.R. 16 aprile 2013, n. 62 e al Regolamento di indipendenza e autonomia tecnica del personale delle Agenzie Fiscali, emanato con D.P.R. 16 gennaio 2002, n. 18, nonché l’assenza di precedenti o di pendenze di carattere disciplinare o penale ovvero di responsabilità contabile;

b)  curriculum vitae.

2.3  La scelta del candidato a cui conferire l’incarico si basa sull’esame delle informazioni contenute nelle domande di partecipazione, su un colloquio individuale e su ogni altra modalità ritenuta utile ad approfondire le motivazioni degli interessati e ad apprezzarne le conoscenze e le competenze maturate, in relazione anche all’esperienza e alla preparazione tecnico-professionale richiesta.

2.4  Il presente avviso viene reso pubblico mediante inserimento nel sito Internet dell’Agenzia delle Entrate.

 

Motivazioni

In un’ottica di razionalizzazione delle proprie strutture centrali, l’Agenzia ha previsto con atto direttoriale n. 105471 del 5 agosto 2015 alcune modifiche organizzative a decorrere dal 1° ottobre 2015. Vengono istituiti, nelle Direzioni Centrali Accertamento e Normativa, due nuovi uffici dedicati a specifiche attività di cui agli emanandi decreti legislativi previsti dalla legge delega della riforma fiscale (legge 11 marzo 2014, n. 23), l’Ufficio Cooperative compliance e l’Ufficio Interpelli nuovi investimenti.

Sempre nell’ambito della Direzione Centrale Accertamento i compiti dell’Ufficio Ruling internazionale e dell’Ufficio Analisi vengono anch’essi adeguati alle previsioni contenute nella legge delega, con conseguente ridenominazione in Ufficio Accordi preventivi e controversie internazionali e Ufficio Analisi e strategie di comunicazione e cooperazione rafforzata; l’Ufficio preposto alle funzioni di Ruling è suddiviso in due sezioni di livello non dirigenziale ubicate a Roma e a Milano.

In base a quanto previsto dal citato atto, all’Ufficio Cooperative compliance della Direzione Centrale Accertamento è attribuita la gestione delle attività relative al regime di adempimento collaborativo nei riguardi dei contribuenti ammessi, con particolare riferimento a:

-  Valutazione del sistema di controllo adottato, con eventuale proposta degli interventi ritenuti necessari ai fini dell’ammissione e della permanenza nel regime e per il conseguimento delle finalità previste dalla norma;

-  Individuazione delle operazioni, strutture e schemi ritenuti di pianificazione fiscale aggressiva;

-  Promozione di relazioni con i contribuenti improntate a principi di trasparenza, collaborazione e correttezza nell’intento di favorire un contesto fiscale di certezza;
 
-  Esame preventivo delle situazioni suscettibili di generare rischi fiscali significativi e risposta alle richieste dei contribuenti.
 
All’Ufficio Accordi preventivi e controversie internazionali sono attribuite le seguenti funzioni:
 
-  Gestione degli accordi preventivi unilaterali con le imprese per le attività internazionali e degli accordi bilaterali ai sensi delle Convenzioni per evitare le doppie imposizioni in vigore tra l’Italia e gli Stati partner dei trattati, nonché accordi relativi al regime opzionale di tassazione agevolata dei redditi derivanti dall’utilizzo di marchi e brevetti;
 
-  Gestione delle procedure amichevoli concernenti soggetti diversi dalle persone fisiche in materia di transfer pricing, appuramento dell’esistenza di una stabile organizzazione e relativa attribuzione degli utili, determinazione del “luogo di direzione effettiva”, attivate ai sensi delle Convenzioni per evitare le doppie imposizioni in vigore tra l’Italia e gli Stati partner dei trattati e ai sensi della Convenzione Europeasull’arbitrato relativa all’eliminazione delle doppie imposizioni in caso di rettifica degli utili delle imprese associate
 
-  Supporto e coordinamento delle attività di controllo in materia di prezzi di trasferimento e regime opzionale di tassazione agevolata dei redditi derivanti dall’utilizzo di marchi e brevetti.
 
All’Ufficio Analisi e strategie di comunicazione e cooperazione rafforzata sono attribuite le seguenti funzioni:
 
-  Elaborazione e aggiornamento dell’elenco dei contribuenti con volume d’affari, ricavi e compensi di importo non inferiore a 100 milioni di euro;
 
-  Individuazione degli altri contribuenti di particolare rilevanza, tra i quali sono compresi tutti quelli partecipanti alla tassazione di gruppo
 
-  Predisposizione degli strumenti per l’analisi del rischio di evasione/elusione
 
-  Analisi dei rischi di evasione/elusione;
 
-  Definizione delle strategie e delle metodologie operative per le attività di controllo;
 
-  Elaborazione, analisi e valutazione dei requisiti di ammissibilità per l’accesso al regime di adempimento collaborativo;
 
-  Definizione delle strategie per la progressiva estensione del regime di adempimento collaborativo a tutti i contribuenti ammessi per legge e individuazione degli elementi di supporto per l’adozione dei provvedimenti di attuazione,
 
-  Cura e pubblicazione sul sito istituzionale dell’Agenzia delle entrate dell’elenco dei contribuenti che aderiscono al regime dell’adempimento collaborativo e dell’elenco aggiornato delle operazioni, strutture e schemi ritenuti di pianificazione fiscale aggressiva.
 
Nell’ambito della Direzione Centrale Normativa all’Ufficio Interpelli nuovi investimenti è attribuita l’istruttoria delle istanze presentate in relazione alla realizzazione di nuovi investimenti di ammontare non inferiore a 30 milioni di euro e che presentino ricadute significative sull’occupazione, comprese la facoltà di accesso e l’attività di raccordo con tutte le strutture coinvolte nella soluzione dei casi prospettati.

Per la copertura dei suddetti incarichi è stata bandita apposita procedura rivolta a dirigenti in servizio all’Agenzia, in esito alla quale non state individuate professionalità idonee.

Pertanto, tenuto conto della peculiarità degli incarichi da conferire, con il presente atto viene bandita una selezione per l’individuazione di dirigenti da assumere ai sensi dell’art. 19, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

 

Riferimenti normativi

a) Attribuzioni del Direttore dell’Agenzia delle Entrate:
Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 (art. 66; art. 67, comma 1; art. 68, comma 1) Statuto dell’Agenzia delle Entrate (art. 5, comma 1; art. 6, comma 1)

b) Disposizioni concernenti l’incarico dirigenziale:

Art. 19, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, concernente l’attribuzione di incarichi dirigenziali a soggetti esterni

Art. 3 del Regolamento di amministrazione dell’Agenzia delle Entrate, come da ultimo modificato con delibera del Comitato di gestione n. 9 del 6 marzo 2015, recante l’individuazione delle strutture centrali di vertice dell’Agenzia

Roma, 30 settembre 2015

                                                                                                                                Rossella Orlandi 

Bando - pdf

Allegato A - pdf

Allegato B - pdf

Fonte: Agenzia delle Entrate

 

Paolo Romani

(6 ottobre 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

11 gennaio 2016
Lavoro | La richiesta di partecipazione va presentata entro il 15 gennaio 2016.

 
 
Condividi la notizia

3 aprile 2016
Vigilanza e controllo | Firmato il Protocollo per monitorare le procedure di gara per prevenire tentativi di infiltrazione criminale.O

 
 
Condividi la notizia

1 febbraio 2015
Fisco e calcio | Il direttore dell'Agenzia delle Entrate ed il presidente della FIGC hanno firmato un protocollo d'intesa per lo scambio delle informazioni necessarie a verificare l'equilibrio finanziario delle società sportive.

 
 
Condividi la notizia

21 dicembre 2015
Fisco | Scaricando l'applicazione tutti i cittadini potranno evitare le coda con il web-ticket, vedere i tempi di attesa del proprio turno, chiedere l'abilitazione e il Pin per Fisconline ed Entratel, consultare il cassetto fiscale.

 
 
Condividi la notizia

23 aprile 2015
Agenzia delle Entrate | Le precisazioni del Fisco in risposta alla stampa sulle conseguenze derivanti dalla sentenza della Corte Costituzionale.

 
 
Condividi la notizia

25 ottobre 2016
fiscalità | Arriva il nuovo ente "Agenzia delle Entrate - Riscossione". Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge n. 193/2016.

 
 
Condividi la notizia

13 ottobre 2014
Riforma della Pubblica Amministrazione | Il giudice contabile chiarisce le nuove regole introdotte dal D.L. n.90/2014: esclusi i dirigenti dal riparto degli incentivi ed in generale riconoscimento per le sole opere pubbliche e non anche per l'attività di pianificazione. Nessuna retroattività delle norme.

 
 
Condividi la notizia

21 maggio 2015
Anticorruzione | Nulli i contratti adottati in violazione del d.lgs. n. 39/2013. Blocco per tre mesi degli incarichi.

 
 
Condividi la notizia

18 agosto 2014
Corte dei Conti | Nessuna sanzione per omessa pubblicazione sul sito web di incarichi conferiti se non viene provato il danno alla P.A.

 
 
Condividi la notizia

24 giugno 2014
Governo del Territorio | Il Consiglio di Stato bacchetta il Comune di Brescia sul nuovo Piano di Governo del Territorio. Il bando per l’'affidamento dell'incarico non potrà più essere riservato ai soli Istituti Universitari.

 
 
Condividi la notizia

11 settembre 2016
Occupazione | Avvocati, istruttori direttivi, agenti di Polizia Locale, operai, assistenti sociali, educatori asili nido, geometra, elettricista, funzionario contabile queste ed altre le figure professionali nella rassegna sulle ultime opportunità di lavoro pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale.

 
 
Condividi la notizia

14 luglio 2014
Agenzia del demanio | Pubblicato il secondo Bando Unico del 2014 per la vendita di 15 beni di proprietà dello Stato, situati su tutto il territorio nazionale.

 
 
Condividi la notizia

26 luglio 2017
Corte dei conti | Gli elevatissimi requisiti di professionalità ed esperienza nella sentenza del giudice contabile.

 
 
Condividi la notizia

18 novembre 2014
Anticorruzione | Il regime delle inconferibilità di cui all’art. 3 del d.lgs. n. 39/2013 non si estende anche alle ipotesi di reati commessi nella forma del tentativo.

 
 
Condividi la notizia

27 marzo 2017
Corte dei conti | Il dirigente regionale chiamato come amministratore dell'Ater non ha diritto alla retribuzione per quell'incarico.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.