Condividi la notizia

Fiscalità

Patto di Stabilità: sanzionati 60 Comuni inadempienti

Pubblicato il Decreto contenente l'elenco dei Comuni che nel 2014 non hanno rispettato il patto di stabilità. Nell'Allegato al decreto sono indicate le sanzioni per ciacun Ente Locale.

Nella Gazzetta Ufficiale n. 231, Serie Generale, del 5 ottobre 2015 è stata pubblicata la comunicazione riguardante l’emanazione,in data 28 settembre 2015, del decreto del Direttore centrale della Finanza Locale concernente la determinazione della sanzione ai comuni per il mancato rispetto del patto di stabilita' interno relativo all'anno 2014.

Nelle premesse del Provvedimento in esame si richiama il comma 26, lettera a) dell’art. 31 della legge n. 183 del 12 novembre 2011, il quale stabilisce che, in caso di mancato rispetto del patto di stabilità interno, l’ente locale inadempiente, nell’anno successivo a quello dell’inadempienza, è assoggettato ad una riduzione del fondo sperimentale di riequilibrio o del fondo perequativo in misura pari alla differenza tra il risultato registrato e l’obiettivo programmatico predeterminato e che gli enti locali della Regione siciliana e della regione Sardegna sono assoggettati alla riduzione dei trasferimenti erariali nella medesima misura.

Si fa poi riferimento all’articolo 1, comma 7, del decreto legge 19 giugno 2015, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2015, n. 125, il quale prevede che, nel 2015, ai comuni che non hanno rispettato nell’anno 2014 i vincoli del patto di stabilità interno, la sanzione prevista dal citato art. 31, comma 26, lettera a), della legge n. 183 del 2011, ferme restando le rimanenti sanzioni, si applica nella misura pari al 20 per cento della differenza tra saldo obiettivo del 2014 ed il saldo finanziario conseguito nello stesso anno.

Inoltre, si richiama l’articolo 1, comma 164, della legge 13 luglio 2015, n. 107, il quale prevede che la sanzione di cui al richiamato articolo 31, comma 26, lettera a), della legge n. 183 del 2011, da applicare nell’anno 2015 agli enti locali che non hanno rispettato il patto di stabilità interno per l’anno 2014, è ridotta di un importo pari alla spesa per edilizia scolastica sostenuta nel corso dell’anno 2014, purché non già oggetto di esclusione dal saldo valido ai fini della verifica del rispetto del patto di stabilità interno.

Per questi ed altri motivi richiamati in premessa del decreto, all’articolo 1 del Provvedimento (Determinazione della sanzione) si dispone che i comuni indicati nell’allegato A, non rispettosi del patto di stabilità interno 2014, sono assoggettati alla sanzione, per l’importo a fianco di ciascuno indicato, determinato in misura pari al 20 per cento della differenza tra saldo obiettivo del 2014 ed il saldo finanziario conseguito nello stesso anno.

Il predetto importo è ridotto ai sensi dell’articolo 1, comma 164, della legge 13 luglio 2015, n. 107, in misura pari alla spesa per edilizia scolastica sostenuta nel corso dell’anno 2014 purché non già oggetto di esclusione dal patto di stabilità.

L’articolo 2 prevede che la sanzione comporta per i comuni la riduzione delle risorse spettanti, per l’anno 2015, a titolo di fondo di solidarietà comunale ai sensi dell’articolo 1, comma 380 e seguenti della legge 24 dicembre 2012, n. 228, divulgate sulle pagine del sito internet della Direzione centrale della finanza locale del Ministero dell'Interno.

In caso di insufficienza di risorse per operare la riduzione, i comuni sono tenuti a versare la somma residua entro il 31 dicembre 2015, tramite la locale Sezione di tesoreria provinciale dello Stato, all’entrata del bilancio dello Stato, Capo X, capitolo 3509, articolo 2.

In caso di mancato versamento al bilancio dello Stato della predetta somma residua, il recupero sarà operato secondo le procedure previste dall’articolo 1, commi 128 e 129, della predetta legge n. 228 del 2012.

Per saperne di più e vedere l'elenco dei Comuni e le sanzioni:

vai al Testo integrale del Decreto 28 settembre 2015 ed all’Allegato

 

Moreno Morando

(7 ottobre 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e, se possibile, link a pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

5 ottobre 2015
Comuni | Nella Gazzetta Ufficiale n. 231/2015 la definizione delle risorse spettanti per l'anno in corso, per un importo di quasi 5 miliardi.

 
 
Condividi la notizia

14 dicembre 2014
Ministero dell'Economia e delle Finanze | È stato pubblicato il decreto con cui viene ridotto l'obiettivo per complessivi 8.572.260 euro. Nell'articolo l'elenco delle Province con la ripartizione delle risorse.

 
 
Condividi la notizia

18 luglio 2015
Enti locali | La Ragioneria Generale dello Stato ha chiarito la procedura da seguire per chi non l'ha rispettato. Scadenza fissata per il 31 luglio prossimo.

 
 
Condividi la notizia

9 giugno 2016
Finanza Locale | Nessuna erogazione a favore dei comuni non in regola con la trasmissione di uno o più certificati di bilancio.

 
 
Condividi la notizia

16 aprile 2015
Ministero dell'Interno | Messo a disposizione degli Enti Locali il dato riepilogativo per l'anno 2015.

 
 
Condividi la notizia

7 febbraio 2016
Enti Locali | Le disponibilità residue del 2014 riassegnate a 2.540 Comuni. Nell'articolo l'allegato con gli importi delle quote.

 
 
Condividi la notizia

17 luglio 2014
Ragioneria dello Stato | I Comuni sopra i 1000 abitanti dovranno trasmettere al Mef le informazioni per il monitoraggio semestrale del patto di stabilità. Primo invio entro il 31 luglio.

 
 
Condividi la notizia

20 gennaio 2015
Fiscalità Enti Locali | In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, la Ragioneria Generale dello Stato ha diffuso il decreto MEF sulla riduzione degli obiettivi del patto di stabilità interno per l'anno 2014 dei comuni.

 
 
Condividi la notizia

30 marzo 2016
Finanza locale | Nella seduta della Conferenza Stato-città ed autonomie locali del 24 marzo 2016 è stato sancito l'accordo.

 
 
Condividi la notizia

2 luglio 2015
fiscalità | On line il provvedimento che riguarda le province, le città metropolitane e i comuni con popolazione superiore ai 1.000 abitanti.

 
 
Condividi la notizia

28 gennaio 2015
PCM | Definizione e ripartizione delle risorse spettanti per l'anno 2014 nel provvedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri.

 
 
Condividi la notizia

13 luglio 2015
Fiscalità locale | Riguarda i comuni con popolazione superiore ai 1.000 abitanti, province e città metropolitane. I dati devono essere trasmessi a decorrere dal 13 luglio 2015.

 
 
Condividi la notizia

18 dicembre 2014
Finanza locale | Dopo la registrazione da parte della corte dei conti del DPCM è stato disposto il pagamento nella misura del 93,25 per cento della spettanza annuale.

 
 
Condividi la notizia

3 luglio 2015
Ragioneria Generale dello Stato | Il Dipartimento comunica di aver aggiornato il prospetto dei comuni che hanno richiesto o ceduto spazi finanziari con il patto orizzontale nazionale del 2015.

 
 
Condividi la notizia

16 marzo 2015
Ragioneria Generale dello Stato | L'omessa trasmissione comporta, a prescindere dal rispetto o meno del patto di stabilità interno, il divieto di assunzione di personale.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.