Condividi la notizia

#labuonascuola

Scuola: ai docenti una carta elettronica con 500 euro per le spese di aggiornamento

Pubblicato in Gazzetta il Decreto che riguarda gli insegnanti a tempo indeterminato delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

Nella Gazzetta Ufficiale n. 243 del 19 ottobre 2015 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 settembre scorso, riguardante le “Modalita' di assegnazione e di utilizzo della Carta elettronica per l'aggiornamento e la formazione del docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado”.

Nelle premesse del Provvedimento si richiama la legge 13 luglio 2015, n. 107, concernente la "Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti" (n.d.r.: la c.d. “Buona Scuola”).

L’articolo 2 del DpCM, al punto 1, precisa che i docenti di ruolo a tempo indeterminato presso le Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e prova, hanno diritto all'assegnazione di una Carta, che e' nominativa, personale e non trasferibile.

Il secondo comma dello stesso articolo dispone che Il Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca assegna la Carta a ciascuno dei docenti di cui al comma 1, per il tramite delle Istituzioni scolastiche.

Le Istituzioni scolastiche comunicano entro il 30 settembre di ciascun anno scolastico al Miur, secondo le modalita' da quest'ultimo individuate, l'elenco dei docenti di ruolo a tempo indeterminato presso l'Istituzione medesima, nonche' le variazioni di stato giuridico di ciascun docente entro 10 giorni dal verificarsi della causa della variazione.

Il Miur trasmette alle Istituzioni scolastiche le Carte da assegnare a ciascun docente di ruolo a tempo indeterminato. La Carta e' assegnata, nel suo importo massimo complessivo, esclusivamente al personale docente a tempo indeterminato.

Nel caso in cui il docente sia stato sospeso per motivi disciplinari e' vietato l'utilizzo della Carta e l'importo di cui all'art. 3 non puo' essere assegnato nel corso degli anni scolastici in cui interviene la sospensione.

Qualora la sospensione intervenga successivamente all'assegnazione dell'importo, la somma assegnata e' recuperata a valere sulle risorse disponibili sulla Carta e, ove non sufficienti, sull'assegnazione dell'anno scolastico successivo.

Il Miur disciplina le modalita' di revoca della Carta nel caso di interruzione del rapporto di lavoro nel corso dell'anno scolastico. La Carta deve essere restituita all'atto della cessazione dal servizio.

L’articolo 3 del DpCM prevede che ciascuna Carta ha un valore nominale non superiore ad euro 500 annui, utilizzabili nell'arco dell'anno scolastico di riferimento, ovvero dal 1 settembre al 31 agosto, fermo restando quando previsto dai commi 2 e 3.

Detto importo e' reso disponibile, per ciascun anno scolastico, a valere sull'autorizzazione di spesa di cui all'art. 1, comma 123, della legge n. 107 del 2015, relativa all'esercizio finanziario in cui ha inizio ciascun anno scolastico, ed entro il limite della medesima.

Entro il 31 dicembre di ciascun anno, le risorse che dovessero eventualmente rimanere disponibili a valere sull'autorizzazione di spesa citata sono destinate ad incrementare l'importo della Carta, nei limiti dell'importo di cui al comma 1 (n.d.r.: 5oo euro).

La cifra residua eventualmente non utilizzata da ciascun docente nel corso dell'anno scolastico di riferimento rimane nella disponibilita' della Carta dello stesso docente per l'anno scolastico successivo a quello della mancata utilizzazione.

L’articolo 4 si occupa delle “Modalita' di utilizzo della Carta”, evidenziando che ciascun docente può usufruirne per le seguenti finalita' di formazione e aggiornamento professionale:

a) acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste;

b) acquisto di hardware e software;

c) iscrizione a corsi per attivita' di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca, a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;

d) rappresentazioni teatrali e cinematografiche;

e) ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;

f) iniziative coerenti con le attivita' individuate nell'ambito del piano triennale dell'offerta formativa delle Istituzioni scolastiche e del Piano nazionale di formazione di cui all'art. 1, comma 124, della legge n. 107 del 2015.

Il Miur puo' sottoscrivere apposite convenzioni, senza nuovi o maggiori oneri a carico del bilancio dello Stato, con operatori pubblici e privati, finalizzate all'ottimale utilizzo della Carta da parte di ciascun docente, che riconoscano specifiche agevolazioni per le finalita' di cui al comma 1, consentendone cosi' il piu' ampio e proficuo utilizzo.

La Carta e' fruibile, come strumento di pagamento, su almeno uno dei circuiti telematici di pagamento a maggiore diffusione sul territorio nazionale.

Art. 5 prevede che la Carta e' assegnata a ciascun docente a mezzo di apposita card personale elettronica. In essa sono contenuti esclusivamente i dati personali e di servizio del soggetto beneficiario, utili agli esclusivi fini dell'associazione della Carta al docente titolare.

L'importo di cui all'art. 3 e', per ciascun anno scolastico, accreditato dal Miur, fatto salvo quanto previsto dall'art. 8 per l'anno scolastico 2015/2016.

La tipologia, i criteri e le modalita' di utilizzo dei dati connessi alla Carta sono stabiliti dal Miur, sentito il Garante per la protezione dei dati personali.

Per saperne di più:

vai al testo integrale del DpCM del 23 settembre 2015

 

Moreno Morando

(20 ottobre 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

10 luglio 2015
Riforme | Approvazione definitiva della Camera. Nell'articolo riportiamo integralmente la sintesi del MIUR.

 
 
Condividi la notizia

16 marzo 2016
MIUR | Pubblicate le linee guida per l'utilizzo didattico delle attività teatrali per l'anno scolastico 2016/2017 a seguito della riforma "la Buona Scuola".

 
 
Condividi la notizia

21 dicembre 2014
Stabilità | Nel maxiemendamento approvato dal Senato la dotazione del Fondo "La Buona Scuola" è di 1.000 milioni di euro per l'anno 2015 e 3.000 milioni di euro annui a partire dal 2016.

 
 
Condividi la notizia

13 novembre 2014
Funzione Pubblica | Si chiude il 15 novembre la consultazione per valutare e commentare il piano per rilanciare il sistema scolastico italiano.

 
 
Condividi la notizia

27 ottobre 2015
MIUR | Sono 35 le azioni previste dal documento immediatamente operativo. Stanziati 600 milioni sulle infrastrutture e 400 sulle nuove competenze, la formazione del personale, il monitoraggio e le misure di accompagnamento.

 
 
Condividi la notizia

12 ottobre 2015
Offerta formativa | Miur: novantaquattro pagine, pensate per guidare passo dopo passo dirigenti scolastici e docenti, dall'ideazione del progetto al momento del monitoraggio finale.

 
 
Condividi la notizia

19 novembre 2015
Miur | Il Ministro Giannini, ha firmato il decreto di revisione dei parametri in base ai quali le istituzioni scolastiche ricevono ogni anno la quota di finanziamento statale.

 
 
Condividi la notizia

21 settembre 2015
Funzione Pubblica | Il Decreto del 14 settembre scorso riguarda 36.931 unità di personale di vario tipo ed è in attesa di registrazione presso la Corte dei Conti.

 
 
Condividi la notizia

20 marzo 2016
Anzianità di servizio | La replica del MIUR ad un comunicato sindacale.

 
 
Condividi la notizia

28 febbraio 2015
Anticorruzione | Lo stato dell'arte ed il caso particolare rappresentato dall’applicazione delle norme da parte delle istituzioni scolastiche.

 
 
Condividi la notizia

16 luglio 2015
"La Buona Scuola" | Il Provvedimento riguarda il sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni in materia: entra in vigore dal 16 luglio.

 
 
Condividi la notizia

28 luglio 2015
Occupazione | Dal 28 luglio giornata per il click day. Scadenza 14 agosto. Stabilizzazione di oltre 55.000 professori, di cui 6.446 insegnanti di sostegno.

 
 
Condividi la notizia

16 ottobre 2014
Formazione e Lavoro | Al via la sperimentazione sull'apprendimento scuola-lavoro. Assunzione di 145 giovani. Gli studenti lavoratori percepiranno, oltre la formazione, una indennità di circa 440 euro.

 
 
Condividi la notizia

13 novembre 2014
Funzione pubblica | Per l'anno scolastico 2014/2015 il Presidente della Repubblica ha autorizzato il MIUR ad assumere a tempo indeterminato n. 15.439 unità per il personale docente ed educativo, n. 4.599 per il personale ATA, n. 13.342 per il personale docente da destinare al sostegno degli alunni con disabilità, n. 620 dirigenti scolastici.

 
 
Condividi la notizia

26 febbraio 2017
Miur | I progetti potranno essere inoltrati dal 7 marzo e fino al 2 maggio 2017.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.