Condividi la notizia

Riscossioni

Equitalia: le risposte ai quesiti sulla rottamazione delle cartelle

Si pubblicano le FAQ sulla definizione agevolata.

Sul sito di Equitalia sono state pubblicate le FAQ sulla nuova procedura di Definizione agevolata che consente ai contribuenti di ottenere una riduzione delle somme da pagare a Equitalia.

1. Quali sono le somme che rientrano nella definizione agevolata?:  La definizione agevolata prevista nell'articolo 6 del decreto legge n. 193/2016, si applica alle somme riferite ai carichi affidati a Equitalia tra il 2000 e il 2015.

2. Per aderire alla definizione agevolata bisogna fare una richiesta o arriva una comunicazione direttamente da Equitalia?: Bisogna presentare una dichiarazione attraverso un modulo (Dichiarazione di adesione alla definizione agevolata) che è disponibile sul sito www.gruppoequitalia.it e presso tutti gli sportelli di Equitalia. Entro il 24 aprile 2017 (180 giorni dopo la pubblicazione del decreto legge n. 193/2016 in Gazzetta Ufficiale) Equitalia comunicherà l'ammontare complessivo delle somme dovute, la scadenza delle eventuali rate e invierà i relativi bollettini di pagamento.

3. Fino a quando si può presentare la dichiarazione di adesione alla definizione agevolata?: La dichiarazione deve essere presentata entro e non oltre il 23 gennaio 2017.

4. Dove si può presentare la dichiarazione di adesione alla definizione agevolata?: Il modulo può essere consegnato allo sportello oppure inviato agli indirizzi di posta elettronica (email o PEC) riportati nel modulo della dichiarazione e anche sul sito www.gruppoequitalia.it.

5. Cosa deve pagare chi aderisce alla definizione agevolata? Chi aderisce pagherà l'importo residuo delle somme inizialmente richieste senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali, invece, non si pagheranno gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.

6. Si paga in una unica soluzione oppure si può pagare anche a rate? Si può pagare in entrambe le modalità, sia a rate che in un'unica soluzione, rispettando le date di scadenza riportate sulla comunicazione inviata da Equitalia e sui bollettini di pagamento. È possibile dilazionare l'importo fino a un massimo di 4 rate: il decreto prevede che le prime tre rate dovranno essere versate entro il 15 dicembre 2017, la quarta entro il 15 marzo 2018.

7. Chi ha già un piano di rateizzazione, può comunque aderire alle agevolazioni previste dal decreto? Sì, ma deve pagare integralmente le rate in scadenza fino al 31 dicembre 2016.

8. Cosa succede se non si paga una rata o si paga in ritardo? Chi non paga le rate stabilite, ma anche chi paga in misura ridotta o in ritardo, perde i benefici previsti dal decreto. Gli eventuali versamenti effettuati saranno comunque acquisiti a titolo di acconto dell'importo complessivamente dovuto.

9. Chi ha un contenzioso con Equitalia può comunque richiedere la definizione agevolata? Sì, il decreto stabilisce che per aderire si debba espressamente dichiarare di rinunciare a eventuali contenziosi relativi alle cartelle interessate dalla definizione agevolata.

10. Come e dove si può pagare? Si può pagare con la domiciliazione bancaria, con i bollettini precompilati o direttamente agli sportelli di Equitalia.

La Direzione

(10 novembre 2016)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

6 novembre 2016
Riscossione | La procedura per accedere alla definizione agevolata. Dopo la presentazione della domanda entro il 24 aprile 2017 Equitalia comunicherà al contribuente l'ammontare complessivo delle somme dovute.

 
 
Condividi la notizia

5 dicembre 2016
Fisco | Nella legge n. 225/2016 allungati i termini per presentare la domanda ed stesa la rottamazione anche ai carichi del 2016.

 
 
Condividi la notizia

25 ottobre 2016
fiscalità | Arriva il nuovo ente "Agenzia delle Entrate - Riscossione". Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge n. 193/2016.

 
 
Condividi la notizia

26 marzo 2017
Consiglio dei ministri | Approvato un decreto legge che rinvia la scadenza per presentare la domanda di definizione agevolata.

 
 
Condividi la notizia

7 maggio 2014
Equitalia | Differita al 15 aprile anche la sospensione delle riscossioni

 
 
Condividi la notizia

31 maggio 2014
Equitalia | Posticipata la scadenza da sabato 31 maggio al primo giorno lavorativo successivo martedì 3 giugno

 
 
Condividi la notizia

16 febbraio 2015
Fisco | Ampliati ulteriormente i metodi di pagamento delle cartelle.

 
 
Condividi la notizia

2 luglio 2016
Fisco | "Equitalia Servizi di riscossione SpA" dal 1 luglio ha sostituito Equitalia Nord, Sud e Centro.

 
 
Condividi la notizia

27 gennaio 2015
Agenzia delle Entrate | Termini delle notifiche delle cartelle di pagamento, pagamento a rate, compensazione, fermo amministrativo, pignoramento e iscrizione di ipoteca, queste ed altre le novità approfondite dal Fisco.

 
 
Condividi la notizia

29 giugno 2014
Equitalia | Dal 15 giugno é ripresa l'attivitá, scaduti i termini per la sanatoria. Nei prossimi mesi partiranno centinaia di avvisi e solleciti, ma Equitalia dovrà attenersi ai principi contenuti nella riforma dell'anno scorso.

 
 
Condividi la notizia

27 gennaio 2015
Fisco | Oltre a contanti e assegni è possibile utilizzare carte bancomat.

 
 
Condividi la notizia

10 aprile 2015
Fisco | Con questo nuovo servizio i contribuenti potranno gestire in sicurezza le pratiche senza bisogno di fare la fila allo sportello.

 
 
Condividi la notizia

17 giugno 2015
Equitalia | L'Agenzia di riscossione ha aderito a CBILL, l'innovativo servizio per la consultazione e il pagamento delle bollette in modalità multicanale e multibanca.

 
 
Condividi la notizia

23 ottobre 2015
Equitalia | È quanto prevede il decreto legislativo n. 159/2015 “Misure per la semplificazione e razionalizzazione delle norme in materia di riscossione”.

 
 
Condividi la notizia

6 maggio 2015
In Evidenza | Accolta la tesi di Enrico Michetti, avvocato per il Comune di Ciampino. Gli Enti Locali possono agire direttamente contro Equitalia, grazie ad un Regio Decreto del 1933, per inadempienze nella riscossione dei tributi comunali.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.