Condividi la notizia

Imu e Tasi

In Italia ci saranno 200.000 aliquote diverse nei vari comuni

Assosoftware segnala i dati aggregati derivanti dalle delibere gia' assunte e dalla previsione di quanto accadra' nei prossimi mesi. Ma, tutto sommato, al cittadino importa solo che tutto funzioni per il meglio nel suo comune.

Secondo Assosoftware, tra Imu e Tasi,  in Italia ci sarà un vero e proprio caos gestionale, entro la fine dell’anno, anche per i software più sofisticati. Effettivamente, i dati comunicati (l’analisi è di Itworking) lasciano a bocca aperta : alla fine, con tutte le delibere che adotteranno i comuni italiani, ci si ritroverà con circa 200.000 aliquote diverse; vale dire 200.000 parametri diversi per calcolare il tributo da pagare.

E’ stato segnalato che ogni comune, mediamente, prevede 11-12 diverse aliquote, tanto è vero che nel 2013, solo per l’Imu, si è arrivati fino a 104.000. I 2.200 comuni che hanno deliberato in tempo utile per far pagare la prima rata entro il 16 giugno, hanno individuato un totale di 27.000 aliquote; per cui si presume che, quando avranno deliberato gli altri, si arriverà più o meno a 95.000. Basta sommare ed il calcolo è presto fatto.

Assosoftware sottolinea poi le ulteriori complicazioni derivanti dalle varie detrazioni per reddito, catasto e quoziente familiare. Si parla di 3.996 diverse tipologia di detrazione, individuate finora nelle varie delibere assunte dai comuni. Alla fine si presume che saranno più di 14.000, per cui -in questa situazione- sarà difficile , sempre per Assosoftware, “fornire un quadro con un disegno organico della tassazione”.

Detta così la cosa fa un po’ sensazione, perché il primo pensiero che viene alla mente è che non sembrerebbe questa la strada giusta per “semplificare”. Ma se ci si pensa un attimo, in fondo, è sacrosanto che ogni comune deliberi su queste problematiche alla stregua di tutta una serie di valutazioni che debbono tener conto di un’infinità di diversi fattori.

Tutto sommato, a noi cittadini che dovremo pagare il tributo, cosa importa che le “aliquote” siano 200.000 o anche di più? E lo stesso discorso vale per le detrazioni. Quello che importa, alla fine, è che ogni comune italiano cerchi di spiegare nella maniera più semplice possibile cosa deve fare il contribuente di quel territorio, facilitando al massimo la procedura per il pagamento.

A quanto pare, dal 2015 i cittadini dovrebbero ricevere dal proprio comune i moduli preventivamente compilati. Salvo le opportune verifiche, naturalmente, questo dovrebbe essere un sistema in grado di facilitare di molto il compito ai contribuenti.

Quanto ai problemi sollevati da Assosoftware, con tutto il rispetto, fanno venire alla mente il “Cicero pro domo sua”, “Cicerone (che parla) in favore della sua casa” degli antichi latini, nel senso che forse c’è un eccessivo fervore nel sollevare una problematica di cui si devono far carico gli operatori dei software gestionali, non certo i singoli cittadini.

 

 

Moreno Morando

(10 giugno 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

10 settembre 2014
Fisco | Ultimo giorno per trasmettere le aliquote ma non tutti i Comuni hanno deliberato. Cgia, la Tasi sarà più “leggera” dell’Imu in molti capoluoghi: in testa Siena con 374 euro

 
 
Condividi la notizia

19 maggio 2014
Fisco | Mentre circa un decimo dei Comuni italiani ha già stabilito aliquote e detrazioni per la Tasi in scadenza il 16 giugno, il Governo studia un rinvio del pagamento a settembre.

 
 
Condividi la notizia

26 maggio 2014
Federalismo fiscale | A disposizione degli amministratori comunali uno strumento di ausilio per definire le aliquote e le agevolazioni della discussa tassa stimandone gli effetti sul gettito.

 
 
Condividi la notizia

20 maggio 2014
Ministero dell'Economia e delle Finanze | Prorogata la scadenza per quei Comuni che entro il 23 maggio non avranno deliberato le aliquote.

 
 
Condividi la notizia

3 luglio 2014
Chiesa | Mentre mons. Galantino e il Papa fanno costanti appelli alla povertà nella Chiesa, sono migliaia gli enti, scuole e ospedali compresi a godere delle esenzioni governative da IMU e TASI.

 
 
Condividi la notizia

6 aprile 2016
Legge di Stabilità 2016 | Stabilite le quote per 1.831 Comuni. Disponibile l'elenco delle attribuzioni al fine di agevolare gli enti ancora in fase di predisposizione del bilancio di previsione 2016.

 
 
Condividi la notizia

28 ottobre 2015
Fiscalità Enti locali | È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 28.10.2015 il decreto del Ministero dell'Interno del 22 ottobre 2015 sull'attribuzione per gettiti standard ed effettivi.

 
 
Condividi la notizia

20 giugno 2015
Enti territoriali | Pubblicato il decreto legge. Rideterminati gli obiettivi del Patto di Stabilità interno dei comuni. Contributo per 530 milioni di euro nel Fondo compensativo IMU e TASI. Assunzioni del personale in mobilità obbligatoria. Incrementate le risorse per il pagamento dei debiti commerciali.

 
 
Condividi la notizia

5 giugno 2015
Dipartimento delle Finanze | Con Circolare del 3 giugno sono stati circoscritti gli obblighi dichiarativi per la scadenza del 30 giugno prossimo.

 
 
Condividi la notizia

16 marzo 2016
Fisco | Saldo 2015 e acconto 2016. L'agenzia delle Entrate ha pubblicato la bozza dell'elenco con le soglie di esenzione dei Comuni.

 
 
Condividi la notizia

25 gennaio 2015
Fiscalità Locale | È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge n. 4 del 24.1.2015 recante "Misure urgenti in materia di esenzione IMU".

 
 
Condividi la notizia

8 giugno 2016
Finanza locale | Il comunicato del 7.6.2016 sulla ripartizione per n. 1.614 Comuni del contributo per detrazioni IMU per i terreni posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali.

 
 
Condividi la notizia

24 febbraio 2016
Legge di Stabilità 2016 | Le modalità applicative nella risoluzione n. 1/DF/2016 del Dipartimento delle Finanze.

 
 
Condividi la notizia

5 marzo 2015
Giustizia amministrativa | L'Anci Lazio ed i Comuni del Lazio (vedi elenco) impugnano la classificazione ISTAT. Il TAR concede all'ISTAT venti giorni per depositare una dettagliata relazione in risposta alle contestazioni degli Enti Locali.

 
 
Condividi la notizia

18 febbraio 2015
Mef-Agenzia delle Entrate | On line il documento dati ed analisi sulla distribuzione della proprietà immobiliare sul territorio nazionale e sulla relativa struttura impositiva.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.