Condividi la notizia

Enti Locali

Amministratori sotto tiro
La mappa delle minacce

Incendio dell'auto e dell'abitazione, lettera con minacce, proiettili recapitati, bombe carta e molotov queste ed altre le intimidazioni a sindaci e funzionari pubblici.

Il rapporto redatto dall'associazione Avviso Pubblico è online da poche settimane e contiene cifre allarmanti.

Ben 351 gli atti di intimidazione censiti nello scorso anno ai danni di sindaci e funzionari delle amministrazioni locali. E questi sono soltanto i fatti di cui si è venuti a conoscenza consultando una molteplicità di fonti di stampa, sia nazionale che locale.

Rispetto al 2010, anno in cui è stato redatto il primo Rapporto, si registra un aumento del 66% dei casi, che risulta distribuito tra 18 regioni, 67 province e 200 comuni.

Il fenomeno delle minacce e delle intimidazioni verso sindaci, assessori, consiglieri comunali, provinciali e regionali si è registrato prevalentemente nelle regioni del Mezzogiorno dove è stato censito l’80% dei fatti rilevati. Non deve tuttavia sfuggire all’attenzione anche l’aumento dei casi nelle regioni del Centro Italia (8,3%del totale), in particolare nel Lazio – dove si passati dai 5 casi del 2010 ai 15 casi del 2013, facendo registrare un aumento superiore al 60% e ponendo la regione sesto posto a livello nazionale – e l’entrata in classifica della Toscana. Quest’ultima regione, che per il 2013 si colloca nono posto della classifica nazionale (8 casi), non era presente nel rapporto del 2010. Nelle regioni del Nord Italia, si registra il 12%del totale dei casi censiti e si segnalano atti di intimidazione e di minaccia in Emilia Romagna – che si colloca al settimo posto a livello nazionale con 10 casi – in Veneto – che si colloca al settimo posto a livello nazionale con 9 casi – in Lombardia e Piemonte, che si collocano a pari merito, al nono posto, entrambe con 8 casi. 

Il triste primato della Puglia

Per il 2013 la Puglia, con il 21% dei casi censiti – pari a 75 casi – supera quello che negli anni precedenti era stato il primato della Calabria, la quale, tuttavia si 3 colloca al terzo posto, con il 19% dei casi, preceduta dalla Sicilia, con il 20% dei casi. In Puglia – che nel 2010 si collocava al quarto posto a livello nazionale con 11 casi – gli atti intimidatori e di minaccia verso amministratori locali e personale della pubblica amministrazione si sono registrati nel 13% dei comuni presenti nella regione, mentre per quanto riguarda la Sicilia e la Calabria, i dati corrispondenti sono pari, rispettivamente, al 9% e 8%. A livello provinciale, il maggior numero di atti intimidatori e di minaccia è stato registrato nelle province di Palermo (25 casi), Cosenza (23 casi), Taranto e Messina (18 casi), Foggia (17 casi).

I soggetti minacciati e la tipologia delle intimidazioni

I soggetti colpiti da intimidazioni e minacce sono prevalentemente gli amministratori locali (71% dei casi), in particolare sindaci, consiglieri comunali e presidenti di consigli comunali, seguiti da funzionari pubblici (17% dei casi), responsabili degli uffici tecnici, comandanti e agenti di Polizia municipale, dirigenti del settore rifiuti e sanità. 

Analizzando i dati e le situazioni, si evince che la maggior parte delle minacce e delle intimidazioni sono dirette (77% dei casi) e in misura inferiore (23% dei casi), possono essere definite indirette, nel senso che colpiscono non la persona oggetto di intimidazione ma le strutture pubbliche (62% dei casi), mezzi pubblici (27% dei casi) e, nei casi più gravi, anche i parenti e i familiari più stretti. Dalle analisi appare che le intimidazioni e le minacce hanno un carattere sia punitivo che preventivo. Infatti, non vengono colpiti solo gli amministratori in carica, ma anche ex amministratori (5% dei casi), esponenti di forze politiche (4% dei casi) e candidati a ricoprire un incarico politico (3% dei casi).

E' stato inoltre rilevato che le minacce dirette più frequenti sono: l’incendio dell’automobile di proprietà (24% dei casi), la lettera con minacce (13% dei casi) – anche via mail o Facebook – la lettera con minacce e proiettili (12%dei casi),
l’incendio dell’abitazione o di altre proprietà (5% dei casi), l’uso di esplosivi (4% dei casi, in particolare l’uso di bombe carta, bombe molotov, petardi, ordigni rudimentali e, in 4alcuni casi, di veri e propri ordigni), lo sparo di colpi di arma da fuoco alle abitazioni e alle auto di proprietà (4% dei casi) e, da ultimo, l’aggressione fisica (3%).

Le minacce indirette più frequenti sono, invece, l’incendio di mezzi pubblici (in particolare mezzi per raccolta dei rifiuti, auto della Polizia municipale, auto in uso all’amministrazione, scuolabus), di strutture pubbliche (scuole, uffici comunali, sedi della Polizia municipale e, persino, un’aula consigliare), l’incendio di discariche di rifiuti e, da ultimo, danni e furti all’interno di uffici pubblici, in particolare comunali.

Questi dati oggettivamente preoccupanti, dimostrano - ha affermato il presidente di Avviso Pubblico, Roberto Montà -: "che gli amministratori non possono e non devono essere lasciati soli, vanno protetti e tutelati, rappresentano un presidio di legalità concreto sul territorio".

 

Francesco Colafemmina

(5 maggio 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

3 settembre 2014
Elezioni | Tra il 28 settembre ed il 12 ottobre in otto città metropolitane e 64 province per 986 nuovi amministratori invece dei 2500 precedenti.

 
 
Condividi la notizia

26 luglio 2015
TUEL | Partecipazione alle sedute per chi risiede fuori del capoluogo del comune e corresponsione del costo biglietto del mezzo pubblico anche se non utilizzato nella deliberazione n. 118/2015/PAR della Sezione Controllo Emilia-Romagna.

 
 
Condividi la notizia

27 maggio 2015
Affari Regionali | Il Sottosegretario ha evidenziato la grande novità di Opencivitas, la banca dati su spesa storica e fabbisogni standard.

 
 
Condividi la notizia

12 novembre 2017
Opportunità di lavoro | Anche questa settimana pubblichiamo le ultime opportunità di lavoro nella P.A. Dalla figura di istruttore amministrativo, a quella di dirigente del settore servizi sociali /servizi alla comunità, e tanto altro.

 
 
Condividi la notizia

18 dicembre 2014
Ministero dell'Interno | Sarà possibile per testimoni di giustizia, parificate per questo aspetto alle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata, accedere ad un programma di assunzione in tutte le P.A., dello Stato e degli enti locali.

 
 
Condividi la notizia

4 dicembre 2017
Opportunità di lavoro | Ingegnere, istruttore tecnico, istruttore amministrativo, assistente sociale, agente di polizia locale e tante altre opportunità di lavoro nella P.A.

 
 
Condividi la notizia

15 ottobre 2017
OPPORTUNITA' DI LAVORO | Idraulico, geometra, muratore, agente di polizia municipale, collaboratore amministrativo, istruttore informatico e tante altre opportunità di lavoro nella P.A.

 
 
Condividi la notizia

20 novembre 2017
Opportunità di lavoro | Anche questa settimana le ultime opportunità di lavoro nella P.A. Agente di polizia municipale, collaboratore amministrativo, collaboratore informatico e tanto altro.

 
 
Condividi la notizia

22 ottobre 2017
Opportunità di lavoro | Anche questa settimana pubblichiamo le ultime opportunità di lavoro nella P.A. Dalla figura di istruttore tecnico ad assistente sociale, da agente di polizia municipale a istruttore amministrativo e tanto altro.

 
 
Condividi la notizia

22 settembre 2017
Ministero dell'Interno | Riportiamo l'interrogazione a risposta immediata sulle modalità di utilizzo da parte degli enti locali dei proventi delle sanzioni relative ad infrazioni del codice della strada.

 
 
Condividi la notizia

25 settembre 2019
Ministero Interno | La pubblicazione è aggiornata fino alle modifiche apportate dal decreto-legge del 14 dicembre 2018, n. 135.

 
 
Condividi la notizia

20 giugno 2015
Enti territoriali | Pubblicato il decreto legge. Rideterminati gli obiettivi del Patto di Stabilità interno dei comuni. Contributo per 530 milioni di euro nel Fondo compensativo IMU e TASI. Assunzioni del personale in mobilità obbligatoria. Incrementate le risorse per il pagamento dei debiti commerciali.

 
 
Condividi la notizia

14 agosto 2014
Debiti della Pubblica Amministrazione | Termine fino al 15 settembre 2014 per la presentazione delle richieste di anticipazioni di liquidità per lo smaltimento dei debiti certi, liquidi ed esigibili maturati al 31 dicembre 2013.

 
 
Condividi la notizia

3 settembre 2014
Crisi economica | I debiti dello Stato sono il triplo rispetto a quelli di Regioni, Province e Comuni. Al netto di interessi e pensioni, però, le Amministrazioni locali gestiscono oltre il 57 per cento della spesa pubblica.

 
 
Condividi la notizia

18 maggio 2015
Ministero Interno | Il problema della continuità ed efficienza politica delle Amministrazioni locali analizzato attraverso un accurato studio.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.