Condividi la notizia

Antitrust

Google, iTunes, Amazon e Gameloft sotto istruttoria

Controlli sulle app di giochi proposti come gratuiti che, invece, richiedono acquisti successivi per continuare a giocare.

“Littlest Pet Shop" e' il videogioco realizzato da Gameloft destinato ad essere scaricato ed utilizzato su terminali mobili (smartphones e tablets). Tale videogioco sarebbe fruibile, in particolare, sia attraverso dispositivi mobili dotati del sistema operativo Android (Google), che attraverso dispositivi mobili dotati del sistema operativo iOS (Apple). Nelle due versioni, il videogioco verrebbe proposto sotto forma di App attraverso, rispettivamente, gli Store on line Google Play e Amazon App-Shop (Android), nonché iTunes (iOS).

Littlest Pet Shop è un videogioco ispirato ad una omonima serie animata televisiva, incentrata sulla figura di una bambina che, trasferitasi con il padre in un appartamento situato sopra un negozio chiamato Littlest Pet Shop, scopre di essere capace di comunicare con gli animali. Nei diversi episodi della serie, la protagonista vive varie vicende con gli ospiti del Littlest Pet Shop e con altri personaggi, riuscendo, in particolare, a salvare il negozio dalla chiusura, disegnando abiti e gioielli per gli animali.

Il videogioco, immedesimando il giocatore nel ruolo della protagonista della serie televisiva, propone sistematicamente lo svolgimento di diverse attività con e/o per gli amici animali quali, ad esempio, l'acquisto di nuovi esemplari di diverse specie e razze, ovvero l'acquisto di nuovi oggetti o accessori utili per la cura, l'alimentazione, il gioco, il ricovero, il trasporto ecc. degli animali. Spesso gli acquisti sono sollecitati anche mediante la prospettazione di particolari offerte limitate ad un determinato periodo di tempo.

Ogni acquisto proposto al giocatore richiede il pagamento di un prezzo che sarebbe quantificato in “Bling”, ovvero in “Kibble”. Risulta che i Bling possano essere acquistati previo pagamento di un corrispettivo in denaro variamente determinato: ad esempio, per ottenere un nuovo cane dal costo di 200 Bling, al giocatore potrebbe essere proposto l'acquisto di 400 Bling per € 17,99. I Kibble, per contro, sarebbero acquistabili mediante pagamento in Bling. Non sarebbero presenti informazioni circa l'esistenza o l'esclusione del diritto di recesso relativamente agli acquisti effettuati.

Il gioco propone anche altre attività e/o acquisti, a fronte del “pagamento” in cuoricini. Tali elementi sarebbero attribuiti al giocatore in ragione del numero di soggetti coinvolti nel gioco attraverso social network.

I pagamenti relativi all'acquisto di Bling sarebbero regolati mediante addebito sullo strumento di pagamento associato, rispettivamente, all'Account Google, ovvero all'Account Amazon, ovvero all'ID Apple utilizzato per il download del gioco.

Le pratiche commerciali di Gameloft, Google, Google Payment, Amazon ed iTunes potrebbero per l'Antistrust integrare pratiche commerciali scorrette in quanto i consumatori potrebbero essere indotti a ritenere, contrariamente al vero, che il gioco sia del tutto gratuito e, comunque, non sarebbero messi in grado di conoscere preventivamente gli effettivi costi dello stesso. Sussisterebbero, inoltre, carenze informative circa gli strumenti per escludere o limitare la possibilità di acquisti all’interno dell’App e le relative modalità di attivazione.

Silvia Capovin

(18 maggio 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

10 marzo 2015
Antitrust | Quasi un milione e mezzo la sanzione complessiva inflitta ai tre operatori telefonici per pratiche commerciali scorrette. Nell'articolo il comunicato dell'Agcm.

 
 
Condividi la notizia

18 maggio 2015
Concorrenza e Mercato | Con tre diversi provvedimenti l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha punito tre aziende per pratiche commerciali scorrette.

 
 
Condividi la notizia

7 dicembre 2014
Antitrust | Pratiche commerciali scorrette nell'e-commerce, questa la motivazione con la quale l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha motivato l'irrogazione della sanzione.

 
 
Condividi la notizia

11 maggio 2016
Concorrenza | L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha comminato sanzioni per 650mila euro alle tre case automobilistiche per pratiche commerciali scorrette.

 
 
Condividi la notizia

6 ottobre 2015
Antitrust | Il Provvedimento dell'AGCM riguarda le informazioni fornite ai consumatori dai consorzi affidatari, poste sui cassonetti gialli e pubblicate nel sito internet dell'AMA.

 
 
Condividi la notizia

20 novembre 2017
AGCM | L’Agenzia ha rilevato condotte aggressive sul calcolo degli interessi di debito a danno dei consumatori.

 
 
Condividi la notizia

19 gennaio 2015
Antitrust | Call center raggiungibile solo con numerazioni in sovrapprezzo ed altre pratiche commerciali, soprattutto nell'assistenza ai clienti, che l'Autoritá ha ritenuto sanzionabili.

 
 
Condividi la notizia

25 gennaio 2016
Antitrust | Pratiche commerciali scorrette accertate nei confronti di Acea ATO 2, Gori, Citl e Publiservizi.

 
 
Condividi la notizia

21 gennaio 2015
Autorità garante della Concorrenza e del Mercato | Irrogate sanzioni per pratiche commerciali scorrette nella commercializzazione dei servizi premium utilizzati via Internet da terminale mobile.

 
 
Condividi la notizia

2 novembre 2015
Antitrust | Secondo l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato “occorre disciplinare al più presto l'attività svolta da autisti non professionisti attraverso le piattaforme digitali per smartphone e tablet”.

 
 
Condividi la notizia

4 maggio 2015
Concorrenza e Mercato | L'A.G.C.M. vuole accertare se Giochi Preziosi e Artsana abbiano creato o rafforzato una posizione dominante nella distribuzione al dettaglio.

 
 
Condividi la notizia

19 maggio 2014
Agenzie turistiche on line | Antitrust avvia istruttoria per verificare l'esistenza di violazioni concorrenziali.

 
 
Condividi la notizia

12 dicembre 2014
Internet | Richieste maggiori informazioni a tutela degli utenti alle piattaforme che propongono app su smartphone e tablet.

 
 
Condividi la notizia

23 settembre 2019
AGCOM | Lo sviluppo dell’e-commerce con ingresso di maggiore concorrenza. Tra i nuovi entranti Amazon.

 
 
Condividi la notizia

26 ottobre 2014
Autorità Garante Concorrenza e Mercato | Accertamento in corso sulla possibile creazione o il rafforzamento di una posizione dominante nel mercato della distribuzione dei libri.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.