Condividi la notizia

Mondo del lavoro

Donne più brave all'università ma guadagnano meno

Primo lavoro, retribuzione, sviluppi di carriera. La parità di genere in Italia è ancora molto lontana, lo mostra un report su 1000 laureati.

In fondo si è sempre saputo che le donne hanno una marcia in più rispetto agli uomini. Le giovani di oggi sorpassano i loro colleghi per competenza e determinazione nel raggiungere i risultati.

Questo però, purtroppo, vale solo fin quando si rimane dentro le aule dell’università.

Le laureate italiane, infatti, più brave dei loro colleghi uomini, continuano a faticare, sia per entrare nel mondo del lavoro, che per proseguire il loro percorso professionale.

Per quanto preparate, le ragazze laureate non riescono ad avvicinarsi ai livelli di guadagno e di carriera degli uomini.

Tutto ciò lo dicono i dati del Centro Studi e Ricerche Bachelor, un’importante associazione che svolge indagini per una multinazionale specializzata nella ricerca e selezione di talenti. I loro Reports sul mercato del lavoro, gli studi sociali su campioni rappresentativi di laureati italiani, i sondaggi d’opinione su tematiche occupazionali, sono le attività che consentono ai giovani ed alle azione di essere informatiti sulle tendenze del mercato del lavoro.

Dall’ultimo report “Giovani laureati in cammino tra Università e carriera”, che ha analizzato aspirazioni e percezioni di un campione di 1000 laureati italiani a distanza di 4 anni dal conseguimento della laurea, emerge una situazione sconcertante sulla disparità che investe giovani donne e uomini che si avvicinano al mondo del lavoro.

I dati sono chiari: le donne si laureano prima e con voti più alti. Il 42% circa si laurea con 110/110, percentuale che scende al 35% tra gli uomini.

Il tutto, purtroppo, non è però controbilanciato da una maggiore soddisfazione professionale, da un lavoro in tempi più rapidi e da condizioni contrattuali migliori.

La sfida per il nostro Paese dovrà essere allora quella di eliminare ogni divario e riuscire finalmente a valorizzare queste generazioni di giovani.

Attenzione però, i risultati che emergeno non sono dovuti solo alla disparità di genere di cui dobbiamo sentirci tutti responsabili.

Seppur è vero che per le giovani donne ostacoli gli sono maggiori, lo studio rivela come spesso siano le stesse ragazze ad essere più orientate verso facoltà umanistiche o politico-sociali, ovvero ambiti che presentano i livelli più bassi di occupabilità.

Per i dati completi sulla prima occupazione, retribuzione, e carriere rimandiamo ai dati dell’associazione.

Luca Tosto

(14 ottobre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

18 gennaio 2015
Lavoro | Italia Lavoro finanzia le imprese per assumere giovani a tempo pieno, con contratti di lavoro subordinato a tempo determinato per almeno 12 mesi o a tempo indeterminato. Scadenza 28.2.2015.

 
 
Condividi la notizia

23 dicembre 2014
Ministero del Lavoro | Pubblicato il decreto interministeriale che individua le categorie con un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno del 25% la disparità media ai fini dell'applicazione degli incentivi all'assunzione previsto aella legge 92/2012.

 
 
Condividi la notizia

22 giugno 2014
Lavoro e garanzia giovani | Alla settima settimana circa 90.000 giovani si sono registrati al portale.

 
 
Condividi la notizia

13 settembre 2015
Innovazione e lavoro | Google, Ministero del Lavoro e Unioncamere attivano sinergie per formare i giovani a vantaggio delle Pmi.

 
 
Condividi la notizia

17 luglio 2017
INPS | L'agevolazione spetta ai datori di lavoro che assumono giovani che hanno svolto presso il medesimo datore di lavoro attività di alternanza scuola-lavoro.

 
 
Condividi la notizia

9 ottobre 2016
Ministero del Lavoro | Dall'avvio del programma ci sono 1,4 milioni di giovani disoccupati in meno e i NEET (giovani senza lavoro e non impegnati in corsi di istruzione o formazione) sono diminuiti di 700 mila unità.

 
 
Condividi la notizia

5 luglio 2016
Garanzia Giovani | Siglato l'accordo tra Ministero del Lavoro e Coldiretti. I Giovani si chiamano "Agri web advisor" e opereranno nelle strutture Coldiretti.

 
 
Condividi la notizia

3 marzo 2016
Opportunità | Possono parteciparvi studenti di Università e Scuole di ogni ordine e grado di tutte le regioni italiane e dell'Unione Europea. Scadenza 26 marzo 2016.

 
 
Condividi la notizia

16 ottobre 2014
Formazione e Lavoro | Al via la sperimentazione sull'apprendimento scuola-lavoro. Assunzione di 145 giovani. Gli studenti lavoratori percepiranno, oltre la formazione, una indennità di circa 440 euro.

 
 
Condividi la notizia

12 febbraio 2015
Lavoro | Nel periodo 2011-2014 contributi per 45 miliardi di euro a progetti per i giovani.

 
 
Condividi la notizia

25 febbraio 2017
Ministero del Lavoro | 131° Report settimanale. Sono oltre 454mila i giovani cui è stata proposta almeno una misura.

 
 
Condividi la notizia

17 gennaio 2015
Riforma del Lavoro | Celebrati dal Ministro del Lavoro i primi quindici anni della Facoltà di Economia di Roma dell'Università Cattolica.

 
 
Condividi la notizia

4 luglio 2014
Lavoro e dintorni | Stato dell'arte su nuovi report e nuovi protocolli d'intesa sottoscritti dal Ministero del Lavoro

 
 
Condividi la notizia

10 maggio 2014
Lavoro e dintorni | Primi adempimenti e interventi del Piano Garanzia Giovani

 
 
Condividi la notizia

6 aprile 2016
Politiche Agricole | Firmato l'accordo per il progetto cofinanziato di impegno di mille giovani del servizio civile nazionale in esperienze di agricoltura sociale in tutta Italia.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.