Condividi la notizia

Garante Privacy

Invio dei certificati di gravidanza all'Inps: servono più tutele

L'Autorità ha espresso il suo parere su uno schema di decreto interministeriale elaborato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Il Garante per la Protezione dei dati personali ha pubblicato sulla Newsletter n. 404 un parere nel quale si è occupata della riservatezza delle lavoratrici madri.

Nel caso specifico, l’Autorità presieduta da Antonello Soro ha chiesto maggiori tutele per queste ultime [doc. web n. 4130998], esprimendosi su uno schema di decreto interministeriale elaborato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali che detta le modalità tecniche per la predisposizione e l'invio all'INPS dei certificati medici di gravidanza, interruzione della gravidanza e parto.

In base al Testo unico sulla maternità e paternità, questi certificati devono essere inviati all'INPS direttamente dal medico del Servizio Sanitario Nazionale, esclusivamente per via telematica, utilizzando il medesimo sistema di trasmissione delle certificazioni di malattia.

Lo schema di decreto sottoposto all'Autorità, che ha già recepito molte delle indicazioni fornite dall'Ufficio del Garante nel corso di incontri avuti con le amministrazioni interessate, presenta, tuttavia, ancora dei profili che devono essere ulteriormente perfezionati.

Secondo il Garante della Privacy, infatti, lo schema deve essere integrato prevedendo che l'invio telematico dei certificati, come stabilito dalla normativa, non sia automatico, ma avvenga su richiesta della lavoratrice per consentirle di potersi avvalere dei diritti che l'ordinamento le riconosce (interruzione della gravidanza, non riconoscimento del figlio, parto in anonimato).

Per l’Autorità occorre scongiurare il rischio che si instauri la prassi dell'invio automatico dei certificati, senza verificare che la donna sia una lavoratrice e che voglia avvalersi dei benefici erogati dall'Inps.

Nello schema, inoltre, deve essere inserita una specifica disposizione che preveda l'adozione di idonee misure di sicurezza a protezione dei dati.

Particolare attenzione, poi, deve essere, riservata ai dati che, in base alla normativa di settore o ai principi del Codice privacy, possono essere inclusi nei certificati.

Nello schema vanno quindi evitate le diciture che possono risultare generiche o ambigue, o che possono arrecare lesioni alla riservatezza delle lavoratrici.

L'Autorità ha chiesto, ad esempio, che sia espunta dal certificato di interruzione di gravidanza l'informazione sulle condizioni del feto al momento della nascita (vivo, morto), poiché ininfluente (e quindi eccedente e non pertinente) ai fini della fruizione dei periodi di assenza dal lavoro per malattia o degli eventuali benefici previdenziali o assistenziali.

Ulteriori modifiche richieste dal Garante della privacy riguardano il perfezionamento dello schema per evitare che il datore di lavoro venga a sapere informazioni che non deve conoscere e l'individuazione, anche per categorie, delle strutture sanitarie competenti all'invio dei certificati.

Per saperne di più: vai al parere

Fonte. Garante Privacy

Moreno Morando

(2 agosto 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

23 giugno 2015
Authority | Il Presidente dell'AGCM Giovanni Pitruzzella e quello per la protezione dei dati personali Antonello Soro hanno illustrato le attività del 2014.

 
 
Condividi la notizia

19 maggio 2014
Elezioni europee | Le regole per un corretto uso dei dati personali dei cittadini.

 
 
Condividi la notizia

29 settembre 2015
Diritto alla riservatezza | Sono numerosi i casi per i quali l'Autorità è dovuta intervenire a tutela degli interessati facendo oscurare le pagine web istituzionali.

 
 
Condividi la notizia

6 novembre 2015
Garante Privacy | L'Autorità presieduta da Antonello Soro comunica che ora le imprese dovranno mettere in campo altri strumenti per tutelare i cittadini.

 
 
Condividi la notizia

7 maggio 2016
Consumatori | Una guida ad hoc che illustra le regole per il corretto trattamento dei dati personali. Le garanzie per il debitore.

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2015
Privacy | Nella Gazzetta Ufficiale n. 179 del 4 agosto 2015 è stato pubblicato il Provvedimento n. 3 del 2 luglio 2015.

 
 
Condividi la notizia

29 agosto 2015
Diritto alla riservatezza | Lo ha chiarito il Garante Privacy rispondendo ai quesiti posti da due Regioni alle quali erano state richieste informazioni contenute nel sistema informatico regionale.

 
 
Condividi la notizia

6 giugno 2015
Internet | Scaduto il termine per mettersi in regola, l'Autorità ha risposto a tutta una serie di quesiti.

 
 
Condividi la notizia

25 marzo 2015
Protezione dati personali | Il Presidente Soro paventa il pericolo che possa venir meno "l'equilibrio tra privacy e sicurezza".

 
 
Condividi la notizia

28 ottobre 2015
Opportunità | Le domande dovranno essere presentate entro il 16 novembre 2015. L'inizio è previsto per il mese di gennaio dell'anno prossimo, per una durata di 6 mesi.

 
 
Condividi la notizia

28 giugno 2015
Garante Privacy | L'Autorità ha espresso parere positivo allo schema di linee guida riguardanti la facoltà di inserire la propria volontà al momento della richiesta del documento.

 
 
Condividi la notizia

14 ottobre 2015
Garante Privacy | In Gazzetta la delibera dell'Autorità, con le regole di buona condotta per il trattamento dei dati personali.

 
 
Condividi la notizia

16 luglio 2014
Garante privacy | Condomino moroso riceve il sollecito del condominio sul posto di lavoro anziché presso la propria abitazione. Garante, trattamento illecito dati personali.

 
 
Condividi la notizia

18 gennaio 2015
Garante privacy | Cosa sono i cookie? A cosa servono? Rappresentano dei potenziali rischi per la nostra privacy? Come possiamo tutelare i nostri dati personali quando navighiamo sul web?

 
 
Condividi la notizia

10 maggio 2018
GARANTE PRIVACY | Tutti gli adempimenti necessari sono applicabili dal 25 maggio 2018 in ogni Stato Europeo, nell'articolo tutti i dettagli.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.