Condividi la notizia

Lotta all'evasione

Rientro di capitali dall'estero: via libera al modello di autorizzazione svizzero

Potrà essere usato in alternativa al fac-simile già disponibile, rispondendo sia alle esigenze del Fisco italiano che a quelle delle banche elvetiche.

Con una nota del 27 agosto 2015, l’Agenzia delle Entrate comunica che, i contribuenti che intendono avvalersi della procedura di collaborazione volontaria per l’emersione dei capitali detenuti in Svizzera, potranno utilizzare un nuovo modello di waiver messo a punto dall’Agenzia delle Entrate e dall’Associazione Bancaria Ticinese, coadiuvata dall’Associazione Svizzera dei Banchieri.

Il modello, che può essere usato in alternativa al fac-simile già disponibile sul sito delle Entrate, risponde sia alle esigenze del Fisco italiano che a quelle delle banche svizzere, che hanno collaborato per trovare delle soluzioni condivise.

Tra le novità, rispetto ai modelli precedenti approntati dall’Associazione Svizzera dei Banchieri, la presenza di maggiori dettagli sull’identificazione della relazione bancaria e alcune modifiche alle relative istruzioni.

Cos’è il waiver

Il waiver è l’autorizzazione rilasciata dai contribuenti che intendono avvalersi della procedura di collaborazione volontaria e continuare a detenere le proprie attività finanziarie fuori dall’Italia o dagli Stati membri dell’UE o aderenti al SEE (n.d.r.: Spazio Economico Europeo), agli intermediari finanziari esteri per l’invio all’Agenzia delle Entrate di tutti i dati e delle informazioni riguardanti le attività oggetto della procedura.

Sul sito delle Entrate è già disponibile il testo del fac-simile definitivo e delle relative istruzioni che tengono conto delle osservazioni degli operatori del settore e dei professionisti; grazie alla collaborazione con l’autorità bancaria Svizzera e quella del Canton Ticino, il contribuente potrà utilizzare anche il modello apposito delle banche svizzere.

Le novità del waiver svizzero

In merito all’identificazione della relazione bancaria, il modello di waiver proposto è stato uniformato al modello italiano, integrandolo con le ulteriori informazioni di dettaglio presenti nel fac-simile ufficiale dell’Agenzia.

Per quanto riguarda, invece, le cassette di sicurezza, nelle istruzioni del modello di waiver svizzero è precisato che formeranno oggetto di comunicazione anche i rapporti di conto corrente collegati al pagamento dei canoni per la tenuta delle cassette stesse.

Infine, in caso di revoca del waiver da parte del contribuente, le banche svizzere ne daranno notizia all’Agenzia, che potrà irrogare le sanzioni senza riduzioni ed applicare il raddoppio dei termini previsto dall’art. 12 del Dl 78/2009.

Quali vantaggi

Presentando il waiver, il contribuente potrà ottenere una riduzione delle sanzioni della metà del minimo edittale per le violazioni degli obblighi dichiarativi, previsti dall’art. 4 del Dl 167/1990, anche se mantiene o trasferisce le attività finanziarie, oggetto della procedura di collaborazione volontaria presso un intermediario fuori dall’Italia o dagli Stati membri dell’UE o aderenti al SEE.

Inoltre, al contribuente che presenta il waiver non si applica il raddoppio dei termini (articolo 12, commi 2-bis e 2-ter, del Dl 78/2009), nel caso in cui le attività finanziarie continuino ad essere detenute o vengano trasferite a seguito dell’attivazione della procedura in Svizzera, in Liechtenstein o nel Principato di Monaco, in quanto Stati che hanno sottoscritto un accordo per lo scambio di informazioni in materia fiscale in base agli standard OCSE entro il 2 marzo 2015.

Dove trovare i modelli

È possibile scaricare il fac-simile di waiver svizzero e quello ufficiale dell’Agenzia delle Entrate direttamente dal sito internet dell’Agenzia, nella sezione dedicata alla voluntary disclosure.

Fonte: Agenzia delle Entrate

 

Moreno Morando

(27 agosto 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

17 agosto 2015
Lotta all'evasione | Le risposte ai quesiti su collaborazione volontaria e scudo fiscale per l'emersione di capitali illecitamente detenuti oltrefrontiera.

 
 
Condividi la notizia

3 dicembre 2015
Lotta all'evasione | Si è conclusa il 30 novembre la c.d. 'voluntary disclosure', volta a regolarizzare i capitali detenuti all'estero da contribuenti italiani.

 
 
Condividi la notizia

15 settembre 2015
Lotta all'evasione | Nuovo Provvedimento delle Entrate in materia di "voluntary disclosure", la collaborazione volontaria per le somme detenute illecitamente oltre frontiera.

 
 
Condividi la notizia

29 agosto 2015
Lotta all'evasione | Con la Circolare n. 31/E del 28 agosto 2015 si forniscono le risposte ai dubbi ed ai quesiti presentati dai professionisti e dalla stampa specializzata.

 
 
Condividi la notizia

20 maggio 2015
Agenzia delle Entrate | Aperta la consultazione per trasmettere al Fisco le informazioni previste dall'accordo Fatca.

 
 
Condividi la notizia

18 aprile 2018
OPPORTUNITA’ DI LAVORO | Diverse le posizioni ricercate su tutto il territorio Nazionale, all’interno dell’articolo il bando, tutti i dettagli e i termini di scadenza per l’invio telematico delle domande

 
 
Condividi la notizia

24 ottobre 2019
Commercio al minuto | Obbligo per tutti a decorrere dal 1 gennaio 2020.

 
 
Condividi la notizia

6 ottobre 2015
Opportunità | La presentazione delle domande entro il 10 ottobre 2015, nell'articolo tutte le informazioni per partecipare.

 
 
Condividi la notizia

3 aprile 2016
Vigilanza e controllo | Firmato il Protocollo per monitorare le procedure di gara per prevenire tentativi di infiltrazione criminale.O

 
 
Condividi la notizia

11 gennaio 2016
Lavoro | La richiesta di partecipazione va presentata entro il 15 gennaio 2016.

 
 
Condividi la notizia

8 aprile 2015
Entrate tributarie erariali | In un comunicato si sottolinea anche il positivo effetto della lotta all'evasione.

 
 
Condividi la notizia

2 dicembre 2019
Fisco | Fino al 30 aprile 2020 interrogazioni tramite codice fiscali o dati anagrafici.

 
 
Condividi la notizia

21 dicembre 2015
Fisco | Scaricando l'applicazione tutti i cittadini potranno evitare le coda con il web-ticket, vedere i tempi di attesa del proprio turno, chiedere l'abilitazione e il Pin per Fisconline ed Entratel, consultare il cassetto fiscale.

 
 
Condividi la notizia

1 febbraio 2015
Fisco e calcio | Il direttore dell'Agenzia delle Entrate ed il presidente della FIGC hanno firmato un protocollo d'intesa per lo scambio delle informazioni necessarie a verificare l'equilibrio finanziario delle società sportive.

 
 
Condividi la notizia

30 ottobre 2018
Fisco | Pronti anche due video tutorial ed una sezione dedicata del sito dell’Agenzia delle Entrate.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.