Condividi la notizia

Appalti

Il provvedimento di escussione della cauzione è autonomamente impugnabile

Si tratta di una misura autonoma ed ulteriore rispetto all'esclusione dalla gara ed alla segnalazione all’Autorità di vigilanza. La sentenza del TAR Lazio del 13.4.2015.

Il TAR Lazio Sezione Prima bis con la sentenza del 13 aprile 2015 n. 5378 ha esaminato il ricorso proposto da una società che ha partecipato alla gara indetta dal Ministero della Difesa.

Sorteggiata per la verifica dei requisiti previsti dagli artt. 38 e 48 del codice dei contratti pubblici (d.lgs. n. 163/2006), l’Amministrazione ha rilevato che il professionista incaricato della progettazione non era in possesso dei requisiti speciali previsti dal bando. Per questo motivo la stessa società è stata invitata a versare l’importo di euro 8.742,00 quale cauzione presentata a garanzia dell’offerta.

Successivamente, la società dimostrava il possesso dei requisiti richiesti in capo al professionista incaricato, ma è stata comunque esclusa in quanto la sua comunicazione è pervenuta all’Amministrazione dopo il termine previsto dall’art. 48, comma 1, del codice dei contratti pubblici.

La Società ha quindi proposto ricorso contro il conseguente provvedimento di escussione della cauzione e di segnalazione all'Autorità Nazionale Anticorruzione ai sensi dell'art. 48 d.lgs. n. 163/2006.

Con sentenza del 13.4.2015 il giudice amministrativo ha esaminato e rigettato l’eccezione di inammissibilità del ricorso prospettata dall’intimata Amministrazione secondo la quale la società ricorrente non avrebbe potuto impugnare il provvedimento relativo all’escussione della cauzione in quanto la stessa società non ha impugnato anche il provvedimento di esclusione dalla gara.

Si legge nella parte motiva della sentenza che "L’escussione della cauzione infatti dà vita ad una misura autonoma ed ulteriore rispetto alla esclusione dalla gara ed alla segnalazione all’Autorità di vigilanza

Tale provvedimento costituisce, mediante l’anticipata liquidazione dei danni subiti dall’Amministrazione, un distinto rapporto giuridico fra l’Amministrazione e l’imprenditore.

Pertanto, è autonomamente impugnabile se ritenuto realmente ed esclusivamente lesivo, come nel caso di specie, dell’interesse dell’impresa".

Aggiunge, peraltro, il Collegio che nella vicenda in esame l’incameramento della cauzione è avvenuto senza nessuna valutazione circa l’entità della violazione commessa in concreto, la quale, seppure tardivamente, si è rivelata non fondata (il progettista incaricato possedeva i requisiti speciali prescritti dal bando di gara). 

Sotto questo profilo, il TAR Lazio ha, quindi, condiviso l’assunto della società ricorrente circa la lieve entità della violazione commessa e conseguentemente della astratta possibilità per l’Amministrazione di non procedere all’escussione della cauzione.

Per tali motivi il giudice capitolino ha accolto il ricorso annullando il provvedimento di escussione della cauzione.

Enrico Michetti

La Direzione

(13 aprile 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

15 agosto 2014
Autorità Nazionale Anticorruzione | Superare le problematiche nell'uso della cauzione provvisoria e definitiva e' questo l'obiettivo della determina adottata dall'Anticorruzione.

 
 
Condividi la notizia

4 luglio 2015
GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA | La "piena conoscenza degli atti di gara" nei principi richiamati dal TAR Potenza.

 
 
Condividi la notizia

4 luglio 2015
Anomalia dell'offerta | I principi sanciti dalla sentenza della Terza Sezione del Consiglio di Stato del 3 luglio 2015 n. 3329.

 
 
Condividi la notizia

26 luglio 2015
Giustizia | Nessuna norma impone di rifare il conteggio dei punti dell'offerta economica quando la procedura è ormai conclusa con l'aggiudicazione provvisoria della gara. La sentenza del TAR Basilicata del 21 luglio 2015 n. 430.

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2018
Offerte in gare d'appalto | Per il Tar Calabria la sentenza di applicazione della pena su richiesta è assimilata ad un accertamento di responsabilità.

 
 
Condividi la notizia

7 luglio 2017
Contratti pubblici | L'art. 80 del Codice dei contratti interpretato dal TAR della Valle d'Aosta.

 
 
Condividi la notizia

10 dicembre 2017
Consiglio di Stato | Il carattere innovativo dell'art. 80 del D.Lgs n. 50/2016 rispetto al previgente Codice. La sentenza del 4 dicembre 2017.

 
 
Condividi la notizia

3 aprile 2016
Vigilanza e controllo | Firmato il Protocollo per monitorare le procedure di gara per prevenire tentativi di infiltrazione criminale.O

 
 
Condividi la notizia

8 gennaio 2015
Giustizia Amministrativa | L'esclusione, anche se non è prevista dal bando, riguarda tutte le gare pubbliche e non solo le procedure finalizzate alla realizzazione di opere pubbliche. La sentenza del TAR Lazio dell'8.1.2015.

 
 
Condividi la notizia

16 agosto 2015
Giustizia amministrativa | Massima collaborazione tra l'Amministrazione appaltante e l'offerente nella sentenza del Tar Basilicata del 31.7.2015 n. 466.

 
 
Condividi la notizia

22 dicembre 2014
Appalti pubblici | Il principio contenuto nella sentenza della Quarta Sezione del Consiglio di Stato del 22 dicembre.

 
 
Condividi la notizia

6 febbraio 2015
Commissione di gara | Il principio sancito nella sentenza della III Sezione del Consiglio di Stato del 6 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

27 giugno 2015
Appalti pubblici | Due interessanti principi stabiliti dal Consiglio di Stato.

 
 
Condividi la notizia

24 marzo 2015
Contratti pubblici | Il rapporto tra la normativa generale in tema di accesso e quella particolare dettata in materia di contratti pubblici nei principi sanciti nella sentenza della Quinta Sezione del 24 marzo 2014.

 
 
Condividi la notizia

14 dicembre 2017
Appalti | Le stazioni appaltanti e gli operatori economici sono invitati a segnalare eventuali problemi e criticità.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.