Condividi la notizia

sgravi fiscali

Patent box: prime istruzioni e chiarimenti delle Entrate

Al via l'agevolazione per i redditi derivanti dall'utilizzo di beni immateriali come opere d’ingegno, brevetti industriali, marchi ecc. introdotta dalla legge di stabilità 2015 (L. 190/2004).

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato oggi un provvedimento, che indica le modalità e i termini di presentazione delle istanze di accesso alla procedura finalizzata alla stipula di accordi di ruling, e una Circolare (n. 36/E), che fornisce i primi chiarimenti sulle modalità e sugli effetti derivanti dall’esercizio dell’opzione, sulla disciplina delle operazioni straordinarie nell’ambito dell’agevolazione stessa e sulle modalità di accesso alla procedura di ruling.

Che cos’è e come funziona il Patent box –

Il Patent box è un’agevolazione fiscale che prevede l’esclusione dalla tassazione di una quota del reddito derivante dall’utilizzo di opere dell’ingegno, da brevetti industriali, da marchi d’impresa, da disegni e modelli, nonché da processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili.

Sono escluse dalla formazione del reddito anche le plusvalenze derivanti dalla cessione degli stessi beni a condizione che almeno il 90% del corrispettivo derivante dalla loro cessione sia reinvestito, prima della chiusura del secondo periodo di imposta successivo a quello nel quale si è verificata la cessione, nella manutenzione o nello sviluppo di altri beni immateriali.

I redditi agevolabili sono quelli derivanti dall’utilizzo di software protetto da copyright, brevetti industriali, marchi di impresa, disegni e modelli giuridicamente tutelabili, informazioni aziendali ed esperienze tecnico industriali, comprese quelle commerciali o scientifiche proteggibili come informazioni segrete giuridicamente tutelabili.

Il ruling –

Per avviare la procedura di ruling, i soggetti titolari di reddito di impresa devono inviare alle Entrate apposita istanza in carta libera, tramite raccomandata con avviso di ricevimento o direttamente all’ufficio, contenente alcune informazioni di carattere elementare relative al contribuente, alla tipologia di bene ed alla tipologia di attività di ricerca e sviluppo svolta.
Una copia dell’istanza e della relativa documentazione dovrà essere prodotta anche su supporto elettronico.

La documentazione relativa all’istanza potrà essere presentata o integrata entro 120 giorni dalla presentazione dell’istanza, insieme ad eventuali memorie integrative, sempre tramite raccomandata con avviso di ricevimento o direttamente all’ufficio, che rilascerà un’attestazione di avvenuta ricezione.

Gli uffici dell’Agenzia delle Entrate inviteranno in seguito l’impresa a comparire per mezzo del suo legale rappresentante per verificare la completezza delle informazioni fornite, formulare eventuale richiesta di ulteriore documentazione ritenuta necessaria e definire i termini di svolgimento del procedimento in contraddittorio.

La procedura sarà, infine, perfezionata tramite la sottoscrizione di un accordo da parte del responsabile dell’ufficio competente dell’Agenzia e di un responsabile dell’impresa.

L’Agevolazione non “scade” se ci sono perdite –

Se, specie nei primi anni, lo sfruttamento economico del bene immateriale genera una perdita, l’impresa che aderisce al Patent box rinvierà gli effetti positivi dell’opzione agli esercizi in cui lo stesso bene sarà produttivo di reddito.

Nel caso in cui le modalità di determinazione dell’agevolazione portino ad un risultato negativo derivante dell’eccesso di costi sostenuti per il bene immateriale rispetto ai ricavi ad esso attribuibili, tali perdite concorreranno alla formazione del reddito d’impresa di periodo: saranno computate poi in seguito per la riduzione del reddito lordo agevolabile fino al loro completo esaurimento.

Per saperne di più:

vai alla Circolare n. 36/E/2015

Fonte: Agenzia delle Entrate

 

Moreno Morando

(1 dicembre 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

21 ottobre 2015
Sviluppo Economico | Riguarda i redditi derivanti dall'utilizzo di opere dell'ingegno, di brevetti industriali, marchi, disegni e modelli.

 
 
Condividi la notizia

22 dicembre 2015
Fiscalità | Riguarda i redditi derivanti dall'utilizzo di opere dell'ingegno, di brevetti industriali, marchi, disegni e modelli.

 
 
Condividi la notizia

28 agosto 2015
Sgravi fiscali | La norma, introdotta nella legge di stabilità 2015, riguarda i redditi derivanti da opere di ingegno. E' già in vigore il credito d’'imposta sulle spese in ricerca e sviluppo.

 
 
Condividi la notizia

10 novembre 2015
Agenzia delle Entrate | La pubblicazione del modulo segue il decreto del Mise dello scorso luglio, di attuazione delle nuove misure introdotte dalla Legge di stabilità (L. n. 190/2014).

 
 
Condividi la notizia

27 dicembre 2014
Unioncamere | Capitale italiana della finanza, ma anche capofila per la produzione di idee innovative. Per Unioncamere, il 16% dei brevetti e il 18.4% dei marchi depositati in Europa nell'ultimo decennio provengono dalla città Meneghina.

 
 
Condividi la notizia

23 marzo 2016
Agenzia Entrate | L'Agenzia ha stabilito che il termine passa da 120 a 150 giorni dalla presentazione della richiesta.

 
 
Condividi la notizia

3 febbraio 2015
PCM | Dal 2 febbraio 2015 è possibile trasmettere da casa, online, direttamente al Ministero dello Sviluppo economico le domande di brevetto, marchio e disegno industriale.

 
 
Condividi la notizia

6 ottobre 2015
Opportunità | La presentazione delle domande entro il 10 ottobre 2015, nell'articolo tutte le informazioni per partecipare.

 
 
Condividi la notizia

11 gennaio 2016
Lavoro | La richiesta di partecipazione va presentata entro il 15 gennaio 2016.

 
 
Condividi la notizia

3 aprile 2016
Vigilanza e controllo | Firmato il Protocollo per monitorare le procedure di gara per prevenire tentativi di infiltrazione criminale.O

 
 
Condividi la notizia

1 febbraio 2015
Fisco e calcio | Il direttore dell'Agenzia delle Entrate ed il presidente della FIGC hanno firmato un protocollo d'intesa per lo scambio delle informazioni necessarie a verificare l'equilibrio finanziario delle società sportive.

 
 
Condividi la notizia

21 dicembre 2015
Fisco | Scaricando l'applicazione tutti i cittadini potranno evitare le coda con il web-ticket, vedere i tempi di attesa del proprio turno, chiedere l'abilitazione e il Pin per Fisconline ed Entratel, consultare il cassetto fiscale.

 
 
Condividi la notizia

25 ottobre 2016
fiscalità | Arriva il nuovo ente "Agenzia delle Entrate - Riscossione". Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge n. 193/2016.

 
 
Condividi la notizia

6 dicembre 2017
MISE | Le agevolazioni che promuovono l’'estensione del proprio marchio a livello comunitario ed internazionale, tutta la documentazione all’'interno dell’'articolo.

 
 
Condividi la notizia

1 dicembre 2017
MISE | Da dicembre sarà possibile depositare una Domanda Internazionale di Brevetto utilizzando il deposito telematico ePCT.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.