Condividi la notizia

Gazzetta Ufficiale

Pubblicato il Regolamento IVASS sulla banca dati degli attestati di rischio

Il Provvedimento conclude la prima fase del progetto sulla "dematerializzazione", cui seguirà il passaggio all'attestato "dinamico".

La Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 maggio 2015 ha pubblicato il Regolamento n. 9 del 19 maggio 2015, adottato dall'Istituto Nazionale per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS), che riguarda la disciplina della banca dati attestati di rischio e dell’attestazione sullo stato del rischio e la sua dematerializzazione.

Infatti, l'approvazione del Regolamento ha concluso la prima fase del progetto “dematerializzazione dell'attestato di rischio” ed è il frutto del confronto con gli operatori del mercato, imprese ed intermediari, e con le associazioni dei consumatori, nonché dei numerosi contributi offerti in sede di pubblica consultazione.

L'IVASS ha previsto anche una seconda fase che consentirà di passare dall’attestato di rischio c.d. “statico” (che fotografa la situazione corrente) all’attestato “dinamico”, generato nel continuo dal sistema, così da renderlo più aggiornato, ancora più efficace per il contrasto dei fenomeni elusivi, meglio armonizzato rispetto alle situazioni degli altri Paesi UE.

I risultati attesi in questa prima fase dall'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni riguardano una significativa riduzione, per le imprese, dei costi complessivi dell’attività; un notevole vantaggio per un ridotto uso della carta; una maggiore rapidità ed efficacia nelle comunicazioni con i clienti.

L'IVASS si attende anche un processo assuntivo del ramo r.c. auto più snello, sollevando, nel contempo, gli assicurati dall’adempimento - fino ad oggi a loro carico - di consegna dell’attestato di rischio all’assicuratore, in sede di stipula del contratto. Non ultimo, la nuova disciplina rappresenta un rilevante strumento per contrastare le frodi collegate con la falsificazione degli attestati cartacei.

L’IVASS auspica che la nuova disciplina, assieme alle numerose altre iniziative già avviate dall’Istituto, possa contribuire in misura significativa all’efficienza del sistema e alla riduzione dei prezzi effettivi delle polizze r.c. auto.

Il Regolamento in esame, dopo aver precisato all'articolo 1 tutte le “definizioni” utilizzate nel Provvedimento, nell'articolo successivo (art. 2) specifica il contenuto dell'attestazione sullo stato di rischio.

Da segnalare, in particolare, la previsione che “il periodo di osservazione” - vale a dire, il periodo contrattuale rilevante ai fini della variazione della classe di merito per effetto dei sinistri pagati nel periodo” - si conclude senza applicazione di penalità se, entro 5 anni dalla prima annotazione, il cumulo delle quote (n.d.r.: “di responsabilità cumulata” a seguito di più sinistri) non raggiunga la soglia del 51%.

Da evidenziare anche la definizione del “regole evolutive”, cioè le modalità definite rispettivamente dalla singola impresa e dall'IVASS relative alla variazione nel tempo della classe di merito aziendale. L'articolo 3 si occupa della decorrenza e della durata del periodo di osservazione.

L'articolo successivo (art. 4) specifica le modalita' di gestione della Banca dati degli attestati di rischio, mentre l'art. 5 si occupa dell'alimentazione, consultazione e funzionamento della Banca dati degli attestati di rischio. L'obbligo di consegna dell'attestazione sullo stato di rischio viene, invece, trattato nell'articolo 6 del Regolamento in esame.

In ordine si passa poi (art.7) al dettaglio riguardo alle modalità e tempi di consegna dell'attestazione sullo stato di rischio e, di seguito (art. 8), al tema della validità dell'attestazione. L'art. 9 del Regolamento adottato dall'IVASS tratta dell'acquisizione dell'attestazione sullo stato di rischio da parte dell'assicuratore. Gli artt. successivi disciplinano le abrogazioni (art. 10) e le sanzioni (art. 11).

Le norme transitorie e finali (art. 12) obbligano le imprese, per il primo anno dall'entrata in vigore del Regolamento, a comunicare ai contraenti le modifiche legislative e regolamentari intervenute sulla materia in esame, informandoli anche in merito alle modalità di consegna telematica dell'attestato di rischio previste all'art.7.

In particolare, si specifica che - sempre nei 12 mesi dall'entrata in vigore - la consegna degli attestati deve avvenire secondo le modalità indicate dall'avente diritto, senza applicazione di costi.
L'articolo 13 precisa che - per quello che concerne i contratti r.c. auto in scadenza - il Regolamento entra in vigore dal 1° luglio 2015; mentre - fino all'entrata in vigore del provvedimento IVASS – restano in vigore le regole di assegnazione e le regole evolutive delle classi di merito di conversione universale (cu) disciplinate dall'allegato 2 al regolamento ISVAP n. 4/2006.

Per maggiori informazioni: Regolamento IVASS n. 9 del 19 maggio 2015

Moreno Morando

(5 giugno 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

26 maggio 2015
Vigilanza sulle assicurazioni | Emanato il Regolamento che disciplina la banca dati attestati di rischio, che conclude la prima fase del progetto sulla "dematerializzazione".

 
 
Condividi la notizia

27 aprile 2015
Vigilanza Assicurazioni | L'IVASS avvisa gli utenti di non stipulare contratti con imprese non autorizzate.

 
 
Condividi la notizia

2 maggio 2014
Polizze assicurative | L'Ivass mette in guardia i consumatori da una società assicurativa spagnola non abilitata in Italia che vende polizze auto contraffatte.

 
 
Condividi la notizia

21 maggio 2014
Agenzia Italiana del farmaco | Consultare, scaricare e stampare gratuitamente fogli illustrativi dei farmaci con una semplice applicazione sullo smartphone.

 
 
Condividi la notizia

26 ottobre 2015
Privacy | In sostanza, l'Autorità punta il dito contro i mancati pagamenti non dovuti a difficoltà momentanee o a dimenticanze, ma ad una precisa volontà dell'utente.

 
 
Condividi la notizia

28 marzo 2016
Consiglio dei Ministri | Approvato in esame definitivo il Decreto del Presidente della Repubblica che stabilisce le modalità di funzionamento e di organizzazione.

 
 
Condividi la notizia

4 maggio 2017
Ministero dell'Interno | L'importante strumento identificativo nel ruolo della genetica forense e della biologia applicata al mondo delle investigazioni.

 
 
Condividi la notizia

4 gennaio 2018
Agenzia delle Entrate | Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale l’elenco dei Comuni interessati dalle variazioni colturali.

 
 
Condividi la notizia

10 giugno 2019
Privacy | L'obiettivo è quello di costituire un polo unico nazionale di tali dichiarazioni.

 
 
Condividi la notizia

10 aprile 2015
INPS | L'Inps, con la circolare n. 73, si rivolge in particolare agli enti erogatori di prestazioni sociali agevolate.

 
 
Condividi la notizia

11 dicembre 2015
Inps | Incentivo di 5.000 euro in favore delle imprese che provvedono ad assumere in forma stabile gli iscritti di età non superiore a 35 anni e con figli minori.

 
 
Condividi la notizia

28 febbraio 2016
Anac | Pubblicata la delibera che individua i dati, istituisce il nuovo sistema di verifica dei requisiti e stabilisce i termini e le regole tecniche per l'acquisizione, aggiornamento e consultazione.

 
 
Condividi la notizia

8 gennaio 2015
PCM | In Gazzetta Ufficiale il Regolamento che entrerà in vigore il 22 gennaio 2015 sulle modalita' di autenticazione, autorizzazione e di registrazione degli accessi.

 
 
Condividi la notizia

11 gennaio 2016
Ministero dell'Interno | Il nuovo sistema permetterà di accelerare e semplificare il rilascio delle comunicazioni e informazioni antimafia a vantaggio delle imprese.

 
 
Condividi la notizia

10 gennaio 2015
Garante della privacy | Gli operatori potranno negare il contratto a chi ha debiti scoperti. L'obiettivo è contrastare un fenomeno che con la crisi è in forte aumento: il turismo telefonico. Utenti che cambiano operatore lasciando bollette insolute.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.