Condividi la notizia

Dipartimento delle Finanze

Regioni in disavanzo sanitario: l'addizionale Irpef è automatica

Se l'ente è sottoposto ai Piani di rientro da deficit sanitario, l'incremento si applica a tutti gli scaglioni di reddito.

Il Dipartimento delle Finanze, con la Risoluzione n. 5/DF del 15 giugno 2015,  ha fornito chiarimenti in ordine all’applicazione degli automatismi fiscali di cui all’art. 6, comma 7, del D.lgs. 6 maggio 2011, n. 68.

In particolare, i quesiti riguardavano l’applicazione dell’incremento nella misura fissa di 0,30 punti percentuali dell’aliquota dell’addizionale regionale all’IRPEF vigente, previsto dall’art. 2, comma 86, della legge 23 dicembre 2009, n. 191 per le Regioni sottoposte ai Piani di rientro dai deficit sanitari.

La norma in esame stabilisce che il mancato raggiungimento da parte della Regione degli obiettivi del piano di rientro, con conseguente determinazione di un disavanzo sanitario, comporta “l’incremento nelle misure fisse di 0,15 punti percentuali dell’aliquota dell’imposta regionale sulle attività produttive e di 0,30 punti percentuali dell’addizionale all’IRPEF rispetto al livello delle aliquote vigenti, secondo le procedure previste dall’ articolo 1, comma 174, della legge 30 dicembre 2004, n. 311”.

Per ciò che riguarda l’addizionale regionale all’IRPEF, precisa il Dipartimento, è sorto il dubbio se l’incremento debba essere applicato necessariamente su tutti gli scaglioni di reddito corrispondenti a quelli stabiliti per l’IRPEF o se sono esclusi dal perimetro applicativo i redditi ricadenti nel primo scaglione, vale a dire quelli fino a 15.000 euro.

La perplessità deriva dal fatto che il comma 7 dell’art. 6, del D.Lgs. 6 maggio 2011, n. 68, stabilisce che a decorrere dal 2015 si applica il comma 3 dello stesso articolo, il quale prevede, tra l’altro, che “La maggiorazione oltre i 0,5 punti percentuali non trova applicazione sui redditi ricadenti nel primo scaglione di cui all'articolo 11 del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917”.

In realtà - sottolinea il Dipartimento delle Finanze - occorre precisare che nella fattispecie in esame non trova applicazione il comma 3, ma il successivo comma 10 dell’art. 6, del D.Lgs. n. 68 del 2011, il quale, allo scopo di salvaguardare l’esigenza di perseguire l’equilibrio economico-finanziario dell’ente attraverso la copertura dei disavanzi di gestione nel settore sanitario, stabilisce che: “Restano fermi gli automatismi fiscali previsti dalla vigente legislazione nel settore sanitario nei casi di squilibrio economico, nonché le disposizioni in materia di applicazione di incrementi delle aliquote fiscali per le regioni sottoposte ai piani di rientro dai deficit sanitari”.

Conseguentemente, ogni discrezionalità della Regione viene automaticamente meno nell’ipotesi in cui la stessa presenti dei disavanzi di gestione nel settore sanitario o sia impegnata nel Piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario stesso e il Tavolo per la verifica degli adempimenti ed il Comitato permanente per la verifica dei livelli essenziali di assistenza - che hanno il compito di monitorare l’attuazione dei Piani di rientri - abbiano constatato il mancato raggiungimento degli obiettivi fissati dal suddetto Piano, con conseguente determinazione di un disavanzo sanitario.

Ciò al fine di evitare che le Regioni aggravino il disavanzo sanitario e contravvengano all’obbligo di adottare tutti gli atti normativi, amministrativi, organizzativi e gestionali idonei a garantire il conseguimento degli obiettivi dei suddetti Piani.

Pertanto, la Regione sottoposta al Piano di rientro dal deficit sanitario, è tenuta ad applicare l’incremento nella misura fissa di 0,30 punti percentuali dell’aliquota dell’addizionale regionale all’IRPEF rispetto a quelle vigenti, su tutti gli scaglioni di reddito.

Per avere maggiori informazioni: testo integrale della Risoluzione n. 5/DF

Fonte: Dipartimento delle Finanze

Moreno Morando

(16 giugno 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

9 aprile 2015
MEF | Firmato il decreto sulla determinazione dell'addizionale regionale e sulle modalità di trasmissione delle aliquote.

 
 
Condividi la notizia

1 giugno 2016
Tributi Locali | Le modalità di certificazione nel comunicato del Dipartimento delle Finanze.

 
 
Condividi la notizia

3 febbraio 2015
MEF | La circolare prot.n. 2162 del 3.2.2015 del Dipartimento delle Finanze.

 
 
Condividi la notizia

29 gennaio 2016
Mef | Il controllo della dichiarazione con la nuova versione nel comunicato del Dipartimento delle Finanze.

 
 
Condividi la notizia

3 aprile 2015
Dipartimento delle Finanze | Accelerate tutte le procedure, che diventeranno ancora piu' rapide con la dichiarazione precompilata.

 
 
Condividi la notizia

15 aprile 2016
MEF | I chiarimenti nella circolare n. 1/DF del 14 aprile 2016 del Dipartimento delle Finanze.

 
 
Condividi la notizia

24 febbraio 2016
Legge di Stabilità 2016 | Le modalità applicative nella risoluzione n. 1/DF/2016 del Dipartimento delle Finanze.

 
 
Condividi la notizia

23 dicembre 2014
MEF | Il Dipartimento delle Finanze ha pubblicato il Rapporto trimestrale del contenzioso tributario con le appendici statistiche.

 
 
Condividi la notizia

6 novembre 2015
Imprese costruttrici | Con la Risoluzione n. 9/DF del 5 novembre 2015, il Dipartimento delle Finanze ha fornito indicazioni sugli immobili in questione non assegnati in proprietà.

 
 
Condividi la notizia

1 febbraio 2015
MEF | Il Dipartimento delle Finanze, in attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, ha reso disponibile il DM del 23.1.2015.

 
 
Condividi la notizia

18 gennaio 2015
Dichiarazioni fiscali | Il Dipartimento delle Finanze diffonde le statistiche sulle dichiarazioni IRES (Imposta sul Reddito delle Società) ed IRAP (Imposta Regionale sulle Attività Produttive) per l'anno d'imposta 2012.

 
 
Condividi la notizia

12 ottobre 2015
Lavoro autonomo | Per il Dipartimento delle Finanze, la tendenza degli effetti derivanti dalle nuove forme contrattuali sembra favorire la costituzione di rapporti di lavoro dipendente.

 
 
Condividi la notizia

9 dicembre 2014
Ministero dell'Economia e delle Finanze | I chiarimenti del Dipartimento delle Finanze nella circolare n. 47505 del 9.12.2014 sulle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2014 alla disciplina dei rifiuti speciali.

 
 
Condividi la notizia

9 aprile 2015
Pubblica amministrazione | I chiarimenti sulle regole tecniche e le date di decorrenza nella circolare n. 1 del 9 aprile 2015 del Dipartimento delle Finanze e della Funzione Pubblica.

 
 
Condividi la notizia

1 maggio 2014
Senato | La 1a Commissione permanente ha espresso parere sulla sussistenza dei requisiti costituzionali in ordine al decreto-legge su competitività e giustizia sociale

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.