Condividi la notizia

Stabilità 2016

#diamociunamano: al via la copertura assicurativa Inail delle attività di volontariato

Dal 2016 la copertura assicurativa viene estesa anche ai detenuti e agli internati impegnati in attività volontarie e gratuite e agli stranieri richiedenti asilo in possesso del permesso di soggiorno.

Con la legge di stabilità per il 2016 è stato finanziato anche per gli anni 2016 e 2017 il Fondo, istituito presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, che consente di attivare la copertura assicurativa Inail delle attività di volontariato prestate dai soggetti beneficiari di misure di sostegno al reddito e di carattere sociale. 

Dal 2016 la copertura assicurativa offerta dal Fondo citato, viene estesa anche ai detenuti e agli internati impegnati in attività volontarie e gratuite (ai sensi dell'articolo 21, comma 4-ter, della legge 26 luglio 1975, n. 354) e agli stranieri richiedenti asilo in possesso del relativo permesso di soggiorno. 

#diamociunamano è il «claim» scelto per lanciare un'iniziativa che nasce nel segno di valorizzare il coinvolgimento attivo della persona. Chi beneficia di una misura di sostegno al reddito potrà svolgere un'attività volontaria di utilità sociale in favore della propria comunità di appartenenza, nell'ambito di progetti realizzati congiuntamente da organizzazioni di terzo settore e da comuni o enti locali. Gli oneri della relativa copertura assicurativa, attivata dall'Inail, saranno sostenuti da un apposito Fondo, di durata biennale, istituito presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Come funziona

Il decreto prevede che i soggetti beneficiari di misure di sostegno al reddito possano essere invitati a rendersi disponibili, in forma volontaria, per essere coinvolti in attività di volontariato a fini di utilità sociale in favore della propria comunità, nell'ambito di progetti realizzati congiuntamente da organizzazioni di terzo settore e da comuni o enti locali. 

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha messo a disposizione un Fondo finalizzato a reintegrare l'Inail dell'onere conseguente alla copertura degli obblighi assicurativi.

Sulla home page del portale istituzionale Inail è inserito il contatore che segnala l'importo residuo del Fondo messo a disposizione, consentendone l'aggiornamento costante. La copertura assicurativa è garantita nei limiti della disponibilità finanziaria. 

Modalità di richiesta ed erogazione

La richiesta di attivazione della copertura assicurativa deve essere inoltrata esclusivamente per via telematica almeno 10 giorni prima dell'inizio effettivo dell'attività da parte del volontario.

In presenza dei requisiti previsti dal decreto ministeriale e verificata la capienza del Fondo per il 2015, l'Inail comunica tramite Pec ai soggetti promotori l'attivazione della copertura assicurativa per i volontari e per il numero di giornate indicati nella richiesta. A tale fine, il servizio telematico effettua il calcolo degli oneri assicurativi, tenendo conto delle disponibilità del Fondo, che sono quindi aggiornate a seguito di ogni richiesta e indicate nell'apposito "contatore". La copertura assicurativa, pur in presenza dell'avvenuta comunicazione nei termini dell'inizio delle attività, opera però esclusivamente dalla data in cui l'Inail ne comunica l'attivazione.

Tutte le informazioni necessarie all’attivazione della copertura assicurativa sono contenute nella sezione del sito dell’INAIL dedicata all’iniziativa.


Chi può prestare attività volontaria in favore della propria comunità

Il decreto individua le modalità di utilizzo del Fondo istituito presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, stabilendo anche i requisiti soggettivi per poter beneficiare della copertura assicurativa attivata dall'Inail. 

In concreto, può accedere alla misura sperimentale chi beneficia di una delle seguenti prestazioni di sostegno al reddito:

a) cassa integrazione guadagni ordinaria e straordinaria, anche in deroga alla vigente normativa;

b) integrazione salariale e contributo a seguito di stipula di contratti di solidarietà;

c) indennità di mobilità, anche in deroga alla vigente normativa, Aspi e mini-Aspi;

d) prestazioni, legate alla cessazione del rapporto di lavoro o alla sospensione o riduzione dell'attività lavorativa, anche a carico dei Fondi di solidarietà;

e) altre prestazioni di natura assistenziale finalizzate a rimuovere e superare condizioni di bisogno e di difficoltà della persona, erogate a livello nazionale e locale.  


Questi i principali settori di intervento: 

Accoglienza e inserimento sociale di soggetti svantaggiati e vulnerabili
Accompagnamento e assistenza sociale
Assistenza sanitaria e socio-sanitaria
Cultura, turismo e ricreazione
Educazione ed istruzione
Inclusione sociale e pari opportunità
Promozione della cittadinanza attiva e partecipata
Protezione civile
Protezione dell'ambiente
Sport
Sviluppo economico e coesione sociale 
Tutela e protezione dei diritti e contrasto alle discriminazioni
Tutela e valorizzazione del patrimonio artistico e cultura

Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

 

Paolo Romani

(4 febbraio 2016)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e, se possibile, link a pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

30 marzo 2015
Ministero del Lavoro | Progetto per i cittadini che beneficiano di misure di sostegno al reddito che vogliono dare un contributo alla vita della comunità.

 
 
Condividi la notizia

29 gennaio 2015
Lavoro e volontariato | Stipulato accordo tra Ministro del Lavoro, Presidente ANCI e Forum del terzo settore

 
 
Condividi la notizia

9 gennaio 2015
Ministero del Lavoro | Disponibile dal 1° febbraio 2015 la nuova sezione "Diamociunamano".

 
 
Condividi la notizia

12 maggio 2015
Ammortizzatori sociali | Con la Circolare n. 94/2015, l'Inps fornisce chiarimenti sulla Nuova prestazione Sociale per l'impiego (NASpI).

 
 
Condividi la notizia

3 maggio 2015
INPS | La nuova prestazione sociale per i lavoratori "subordinati" che perdono, involontariamente, la propria occupazione, ha preso il via il 1° maggio 2015.

 
 
Condividi la notizia

30 marzo 2016
Ammortizzatori sociali | La circolare del Ministero del Lavoro con i chiarimenti sulla durata del trattamento.

 
 
Condividi la notizia

16 dicembre 2015
INPS | La misura in caso di sospensione o riduzione dell'attività per i lavoratori che operano in settori non rientranti nel campo di applicazione della cassa integrazione guadagni, nella circolare n. 201 del 16.12.2015

 
 
Condividi la notizia

20 marzo 2016
Ministero del lavoro | I requisiti e le condizioni per presentare la domanda ASDI.

 
 
Condividi la notizia

13 ottobre 2015
INPS | Con la Circolare n. 170 del 13 ottobre 2015, l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale si è occupato del Decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81.

 
 
Condividi la notizia

30 maggio 2016
Pratiche aggressive | L'Autorità Garante del Mercato e della Concorrenza ha colpito UnipolSai, Hdi Assicurazioni e Uniqua Assicurazioni.

 
 
Condividi la notizia

5 dicembre 2014
Ministero della Giustizia | Pubblicati i dati della popolazione carceraria. Il 32 % sono stranieri. 5119 detenuti in più rispetto alla capienza massima complessiva degli istituti.

 
 
Condividi la notizia

22 ottobre 2015
R.C. auto | L'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni fornisce altre notizie a seguito della cessazione dell'obbligo di esposizione sui veicoli a motore.

 
 
Condividi la notizia

30 luglio 2014
Ministero della giustizia | Esenzioni fiscali fino a 700 euro mensili per chi assume per almeno trenta giorni lavoratori detenuti.

 
 
Condividi la notizia

14 novembre 2014
Ministero del Lavoro | Termine fino al 10 dicembre 2014 per la presentazione di progetti sperimentali di volontariato finanziati con il Fondo per il volontariato. Richieste di contributo sulla piattaforma informatica a partire dalle ore 17.00 del 20 novembre 2014.

 
 
Condividi la notizia

24 luglio 2014
istat | Sono 6,63 milioni gli italiani che fanno volontariato. Gli uomini sono più attivi delle donne. L’età media è tra i 55 e i 64 anni. Il contributo di giovani e anziani si mantiene sotto la media.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.