Condividi la notizia

tax compliance

Errori fiscali: la Guida per essere preparati se arriva la lettera dell'Agenzia delle Entrate

Tutto quello che si devi sapere anche come utilizzare il ravvedimento operoso.

Per favorire una proficua collaborazione tra Fisco e contribuente e promuovere l'adempimento spontaneo degli obblighi tributari (la cosiddetta tax compliance), l'Agenzia delle Entrate ha avviato una serie di iniziative. 
 
Prima fra tutte, la condivisione delle informazioni con il contribuente, al quale viene data la possibilità di consultare tutti i dati e gli elementi in possesso dell'Agenzia sulla propria posizione tributaria. 
 
Per raggiungere questo obiettivo, l'Agenzia ha predisposto e sta inviando vari tipi di comunicazioni: dalle lettere ai contribuenti interessati dagli studi di settore a quelle per segnalare anomalie riscontrate dal confronto tra la comunicazione annuale Iva e la dichiarazione Iva. 
 
A tal fine l'Agenzia ha predisposto altresì una guida di 15 pagine che focalizza l'attenzione sulla comunicazione destinata alle persone fisiche per invitarle a verificare se nella dichiarazione dei redditi presentata nel 2013, per i redditi del 2012, hanno indicato correttamente tutti i dati reddituali. 
 
La lettera viene inviata ai contribuenti che, secondo quanto risulta all'Agenzia delle Entrate, non avrebbero dichiarato, o lo avrebbero fatto in modo parziale, un reddito derivante da un contratto di locazione di un immobile, un reddito da lavoro dipendente, una plusvalenza, un reddito di partecipazione in società, ecc. 
 
In questo modo, prima che l'Agenzia notifichi un avviso di accertamento, il destinatario della comunicazione potrà regolarizzare l'errore o l'omissione attraverso il “ravvedimento operoso”. 
 
Questo istituto è stato di recente modificato (legge di stabilità 2015) proprio per garantire al contribuente la possibilità di effettuare le opportune correzioni e i conseguenti versamenti delle somme dovute, beneficiando della riduzione delle sanzioni, anche a seguito di segnalazione da parte dell'Agenzia. 
 
Se, invece, il contribuente ritiene corretti i dati che ha indicato nella sua dichiarazione dei redditi, basterà che lo comunichi, indicando eventuali elementi, fatti e circostanze non conosciuti dall'Agenzia. 
 
L'obiettivo di queste “comunicazioni di invito alla compliance”, insomma, è modificare il rapporto con i contribuenti, che deve essere sempre più fondato sulla trasparenza e sulla collaborazione. 
 
Scarica la Guida 

La Direzione

(29 settembre 2016)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

25 ottobre 2016
Agenzia delle Entrate | Aggiornato l'applicativo per calcolare gli importi del ravvedimento in caso di cedolare secca. Disponibile anche una guida che spiega come rimediare agli errori.

 
 
Condividi la notizia

16 giugno 2014
Agenzia delle entrate | Prorogata al 7 luglio la dichiarazione dei redditi. Interessati tutti i contribuenti con gli studi di settore.

 
 
Condividi la notizia

12 ottobre 2016
Agenzia delle Entrate | Gli ulteriori chiarimenti sulla panoramica dei vantaggi previsti in termini di riduzione delle sanzioni nella circolare n. 42/E del 12.10.2016.

 
 
Condividi la notizia

20 dicembre 2015
Fisco | Il comunicato dell'Agenzia delle Entrate per mettersi in regola e usufruire delle sanzioni più favorevoli.

 
 
Condividi la notizia

14 luglio 2015
Ravvedimento operoso | Con "l'operazione zero controlli" è possibile consultare le informazioni inviate dai clienti su ricavi non dichiarati e anomalie per procedere alla regolarizzazione.

 
 
Condividi la notizia

12 giugno 2015
Enti locali | L'Agenzia, con la Circolare n. 23E/2015, evidenzia l'ampliamento delle modalità e dei termini della sua applicazione.

 
 
Condividi la notizia

10 giugno 2015
Agenzia delle Entrate | Il Provvedimento specifica che l'operazione di correzione è possibile una sola volta. Poi serve una nuova dichiarazione.

 
 
Condividi la notizia

23 aprile 2017
Agenzia delle entrate | Invio entro il 24 luglio (Modello 730) o entro il 2 ottobre (Modello Redditi). Inserite spese per farmaci e quelle per psicologi, ottici e radiologi. Le novità in sintesi.

 
 
Condividi la notizia

5 gennaio 2019
Agenzia delle Entrate | Tutte le novità per la dichiarazione dei redditi percepiti nel 2018.

 
 
Condividi la notizia

24 maggio 2016
Legge di Stabilità | La punibilità della violazione relativa all'apposizione del visto di conformità su dichiarazione infedele nella circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 20/E/2016.

 
 
Condividi la notizia

27 febbraio 2015
Inps | Il modello è necessario per la presentazione della dichiarazione dei redditi.

 
 
Condividi la notizia

31 gennaio 2016
Agenzia delle entrate | Per il supporto nell'invio dei dati ai fini della precompilazione della dichiarazione dei redditi sono on line le FAQ, la normativa di riferimento e le specifiche tecniche.

 
 
Condividi la notizia

26 aprile 2015
Agenzia delle Entrate | Con la Circolare 17/E, l'Agenzia ha risposto ad una serie di quesiti su oneri detraibili e deducibili posti da Caf e operatori.

 
 
Condividi la notizia

5 giugno 2014
Trasparenza | Non basta il quadro riepilogativo dei redditi ma è necessaria la copia integrale dell'ultima dichiarazione

 
 
Condividi la notizia

30 aprile 2015
Agenzia delle Entrate | I 20 milioni di contribuenti coinvolti potranno scegliere se accettare o modificare la dichiarazione dei redditi precompilata, con un supporto a disposizione.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.