Condividi la notizia

Corte di cassazione

Assunzioni nelle amministrazioni: nessun blocco con la mobilità intercompartimentale

Il favor per la mobilità rispetto alle nuove assunzioni: il caso della Regione Abruzzo.

cLa Regione Abruzzo ha indetto, con bando del 14 luglio 2004, una selezione interna (per titoli ed esami) per la copertura di 3 posti di categoria D, profilo professionale di Funzionario amministrativo; all'esito della procedura (la graduatoria è stata pubblicata il 3 agosto 2005), la Regione ha provveduto all'assunzione dei 3 vincitori. Successivamente, con delibere diluite nel tempo (la prima del 28 agosto 2005 e l'ultima del 15 novembre 2007), la Regione ha proceduto ad immettere nei propri ruoli 9 dipendenti transitati con mobilità volontaria intercompartimentale, inquadrati (nell'Amministrazione di provenienza) nella categoria D.

Alcuni dipendenti regionali, partecipanti ad un concorso interno, hanno contestato la decisione dell’Ente ed hanno proposto domanda giudiziale volta all'accertamento del diritto all'attribuzione della categoria D, posizione economica D1, profilo professionale di Funzionario amministrativo per scorrimento nella graduatoria del citato concorso interno.

La Corte di appello di L'Aquila, confermando la sentenza n. 165 del Tribunale della medesima sede, ha respinto la domanda dei ricorrenti, rilevando che i posti rivendicati erano stati ricoperti mediante trasferimento di altri dipendenti della Pubblica amministrazione a seguito di mobilità interna, ritenendo corretto il comportamento della Regione che - in ossequio all'art. 30 del D.L.vo. n. 165 del 2001 - ha dato prevalenza a tale modalità di copertura delle vacanze di organico, fra l'altro priva di ulteriori esborsi di spesa.

I lavoratori hanno così proposto ricorso per cassazione, osservando che la Corte territoriale aveva trascurato la circostanza che - essendo stata avviata la mobilità a seguito dell'indizione del concorso interno - la Regione aveva l'obbligo di attingere le ulteriore vacanze dalla graduatoria del concorso in ossequio alle previsioni di vigenza triennale della suddetta graduatoria contenute sia nel bando della selezione sia nelle leggi regionali.

La Sezione Lavoro della Suprema Corte, con sentenza n. 12559 del 18 maggio 2017, ha respinto il ricorso.

I giudici di legittimità, infatti, hanno osservato che la mobilità intercompartimentale deve ritenersi estranea ai blocchi delle assunzioni nella Pubblica amministrazione in quanto all'esito della sua realizzazione non vi è un vero e proprio aggravio di spesa per la P.A. globalmente considerata, posto che - pur variata l'Amministrazione di appartenenza - il numero complessivo dei soggetti impiegati rimane lo stesso, trattandosi di strumento di gestione funzionale all'organizzazione complessiva della Pubblica amministrazione medesima. Ne resta confermato, così (anche dopo le modifiche recate all’art. 30 del D.L.vo n. 165 del 2001, prima dall'art. 5, comma 1-quater, del D.L. 31 gennaio 2005, n. 7 convertito, con modificazioni, dalla L. 31 marzo 2005, n. 43, poi dall'art. 16, comma 1, della L. 28 novembre 2005, n. 246 e infine dall’art. art. 49, comma 1, del D.L.vo n. 150 del 2009) un quadro normativo di assoluto favore per il passaggio di personale tra Amministrazioni rispetto all'assunzione di nuovo personale, che non può non riverberarsi anche sul rapporto tra ricerca di personale mediante mobilità volontaria e scorrimento delle graduatorie; anche in quest'ultimo caso, infatti, pur trattandosi di procedure già espletate, rileva comunque la provvista "aggiuntiva" di nuove risorse umane, al contrario dell'altra modalità in cui la copertura dei posti si consegue attraverso un'ottimale redistribuzione di personale pubblico già in servizio.

Non sussisteva, pertanto, né sussiste secondo la Suprema Corte un diritto soggettivo dei ricorrenti alla copertura di posti vacanti tramite scorrimento in graduatoria in via prioritaria rispetto al trasferimento di personale mediante mobilità intercompartimentale.

Rodolfo Murra

(22 maggio 2017)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

18 marzo 2015
Funzione Pubblica | Una nuova piattaforma raggiungibile su www.monitoraggiograduatorie.gov.it consente alle amministrazioni di comunicare le proprie graduatorie ed aggiornare il precedente inserimento di dati.

 
 
Condividi la notizia

9 aprile 2015
Pubblico impiego | Ancora sull'indizione di un nuovo concorso in presenza di graduatorie pregresse ed efficaci nella sentenza del Consiglio di Stato del 9.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

1 maggio 2017
Occupazione | La rassegna delle opportunità di impiego nella Pubblica Amministrazione

 
 
Condividi la notizia

22 maggio 2017
Occupazione | Le ultime opportunità di lavoro selezionate dalla Gazzetta Ufficiale 4a Serie Speciale - Concorsi ed Esami nn. 36 e 37 rispettivamente del 12.5.2017 e del 16.5.2017.

 
 
Condividi la notizia

23 febbraio 2015
Pubblico Impiego | La sentenza della Terza Sezione del 23 febbraio 2015. Obbligo di motivazione solo se il secondo concorso è identico. Nessuna identità tra i due concorsi se il secondo concorso è stato bandito da un altro ente e solo successivamente è intervenuto un accordo per avvalersi reciprocamente delle graduatorie in corso di validità.

 
 
Condividi la notizia

5 agosto 2016
Occupazione | I bandi per Agenti di polizia locale, operaio, geometri, assistente sociale, istruttore amministrativo, tecnico, contabile, coordinatore pedagogico e le procedure di mobilità.

 
 
Condividi la notizia

18 settembre 2016
Occupazione | Incarichi dirigenziali, concorso per ragionere, istruttore amministrativo Contabile, insegnanti scuola d'infanzia nonchè numerose procedure di mobilità sono le nuove opportunità di lavoro pubblicate dagli Enti Locali sulla Gazzetta Ufficiale n. 73 e n. 74 rispettivamente del 13.9.2016 e del 16.9.2016.

 
 
Condividi la notizia

5 ottobre 2016
Fiscalità Enti Locali | I principi sanciti nella sentenza della Quinta Sezione della Corte di Cassazione n. 18057/2016.

 
 
Condividi la notizia

6 novembre 2016
Occupazione | Operaio specializzato, muratore, istruttore amministrativo, personale di alta specializzazione non dirigente, conduttore macchine operatrici complesse, avvocato, Istruttore direttivo tecnico, Informatico, queste ed altre le figure professionali nella rassegna dei concorsi selezionati sulla Gazzetta Ufficiale.

 
 
Condividi la notizia

18 maggio 2015
Dirigenti scolastici | Qualche indicazione di buon senso del Consiglio di Stato, in un caso singolare, per limitare le ipotesi di riconoscimento dei candidati.

 
 
Condividi la notizia

21 gennaio 2015
Consiglio di Stato | La P.A. deve indicare i criteri di valutazione se vuole allargare la possibilità di scelta a lauree diverse da quelle indicate. I principi sanciti dalla quinta Sezione del Consiglio di Stato nella sentenza del 16 gennaio 2015.

 
 
Condividi la notizia

31 luglio 2015
Concorsi pubblici | Pubblicato dal Dipartimento della Funzione Pubblica il report del monitoraggio permanente aggiornato in tempo reale.

 
 
Condividi la notizia

14 maggio 2017
Occupazione | Le opportunità di lavoro selezionate sulla Gazzetta Ufficiale n. 35 del 9.5.2017, n. 34 del 5.5.2017 e n. 33 del 2.5.2017.

 
 
Condividi la notizia

30 dicembre 2015
Giustizia contabile | Il parere della Corte dei Conti sul riassorbimento del personale di Polizia Provinciale.

 
 
Condividi la notizia

20 aprile 2015
Giustizia amministrativa | La legge Gelmini non preclude la possibilità di individuare sub criteri che specificano i criteri generali. La differenza rispetto alla materia degli appalti.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.