Condividi la notizia

Corte di cassazione

Licenziamento per abuso nella fruizione dei permessi ex lege n. 104/92

Per i giudici di legittimità è sufficiente recarsi in vacanza una sola volta per poter essere licenziati.

Una dipendente di una Asl ligure (nella specie, una infermiera) veniva licenziata dall’Ente per aver abusato del “diritto” di fruizione dei benefici di cui alla L. n. 104 del 1992. In particolare la dipendente se ne era andata in vacanza all’estero, godendo di giorni che dovevano servire, invece, secondo la domanda inoltrata all’Amministrazione, per l’assistenza della madre malata. Sia il Tribunale che la Corte d’Appello di Genova rigettavano la domanda avente ad oggetto la declaratoria di illegittimità del licenziamento disciplinare.

Da qui la proposizione del ricorso per cassazione, fondato vuoi sull’assoluzione ottenuta dalla lavoratrice in relazione all’imputazione sollevata in sede penale, vuoi sulla episodicità del fatto vuoi, infine, per omessa motivazione in ordine al contingente precario stato psichico (della dipendente stessa, non della di lei madre…).

La Suprema Corte (Sezione Lavoro), con ordinanza, ha rigettato il ricorso, confermato le statuizioni di merito e condannato l’infermiera alla refusione delle spese processuali.

Il principio generale affermato dalla Suprema Corte è stato quello per il quale l’abuso del diritto nella fruizione dei permessi contemplati dalla L. n. 104 del 1992 non presuppone affatto la reiterazione della condotta, risultando, pertanto, idoneo a sorreggere il percorso logico-valutativo intrapreso dalla Corte territoriale e condotto tenendo ampiamente conto della documentazione invocata a sostegno della propria prospettazione dalla ricorrente e addivenendo, in puntuale contrappunto con le risultanze dei medesimi a sancirne l’irrilevanza sotto il profilo della loro incidenza limitativa della gravità della condotta, correttamente apprezzata in conformità ai criteri indicati in sede di giurisdizione di legittimità, senza che possa ravvisarsi alcun vizio logico e giuridico nella prevalenza accordata all’elemento soggettivo della condotta medesima e nella qualificazione al medesimo attribuita in termini di “perdurante ipotesi di dolo”, profili che sono rimessi al libero apprezzamento del giudice del merito.

Fonte: Massimario G.A.R.I.

Rodolfo Murra

(10 aprile 2018)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

15 settembre 2016
Procedimenti disciplinari | Sanzione espulsiva al dipendente comunale che andava all'Università invece di assistere il parente malato. La sentenza n. 17968 del 13.9.2016.

 
 
Condividi la notizia

16 maggio 2014
Angelo Rughetti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, annuncia gli obiettivi della riforma per la P.A. | Ruolo unico della Dirigenza e carriera a termine | Licenziamento del Dirigente privo di incarico | Valutazione dei risultati non del singolo ma del gruppo | Retribuzione di risultato subordinata all’andamento dell’economia | Trasparenza e semplificazione attraverso gli open-data | Una sola scuola nazionale della Pubblica Amministrazione | Gestione manageriale dei poli museali | Le incompatibilità dei Giudici Amministrativi | Apertura del Governo all’ascolto di cittadini e dipendenti pubblici

 
 
Condividi la notizia

6 aprile 2015
personale | I presupposti che consentono la condanna dell'Amministrazione nella sentenza della Suprema Corte del 31 marzo 2015 n. 13799.

 
 
Condividi la notizia

15 novembre 2016
Reati contro la P.A. | I principi sanciti dalla Suprema Corte nella sentenza del 9 novembre 2016.

 
 
Condividi la notizia

24 settembre 2016
Corte Costituzionale | È un inammissibile impedimento all’effettività dell’assistenza e dell’integrazione della persona con handicap in situazione di gravità. La sentenza n. 123 del 23.9.2016.

 
 
Condividi la notizia

18 febbraio 2017
Corte di Cassazione | Licenziamento ritorsivo. La diffusione sul web. La sentenza della Suprema Corte.

 
 
Condividi la notizia

29 novembre 2014
licenziamento e reintegrazione | La Suprema Corte con sentenza n. 23669/2014 indica i nuovi regimi di tutela del lavoratore illegittimamente licenziato.

 
 
Condividi la notizia

19 maggio 2016
Abrogatio cum abolitio | Orientamenti diversi sugli effetti in ordine alle statuizioni civili. L'eco di una disputa giuridica di grande attualità caratterizzata da un fascino antico.

 
 
Condividi la notizia

29 agosto 2014
Corte di Cassazione | No al file-sharing, al porno e all’utilizzo della posta elettronica per scopi personali. Gli ermellini chiariscono definitivamente la vicenda di un licenziamento disciplinare.

 
 
Condividi la notizia

27 giugno 2018
CORTE DI CASSAZIONE | Per la Suprema Corte la diffamazione sui social network nei confronti del proprio datore di lavoro è giusta causa di licenziamento.

 
 
Condividi la notizia

6 settembre 2015
Dipendenti pubblici | Il regolamento comunale non può derogare ai termini di decadenza previsti dalla normativa nazionale. La sentenza della Corte di Cassazione Sezione Lavoro n. 17153/2015.

 
 
Condividi la notizia

1 settembre 2016
Sanzioni disciplinari | Il caso di un dipendente comunale licenziato per due giorni di assenza non giustificata. La proporzionalità nella sentenza n. 17355 del 25 agosto 2016.

 
 
Condividi la notizia

21 luglio 2016
Previdenza | Anche i dipendenti pubblici devono inviare all'Inps la domanda di pensione diretta, di vecchiaia e anticipata utilizzando il servizio online

 
 
Condividi la notizia

27 gennaio 2015
Statali | Pubblicata dal Dipartimento della Funzione Pubblica la tabella del monitoraggio sui lavoratori pubblici che beneficiano della legge n. 104/1992.

 
 
Condividi la notizia

3 settembre 2014
CORTE DI CASSAZIONE | Nel processo ormai telematico la pec decide le sorti del giudizio. La Suprema Corte non entra nel merito del licenziamento e chiude in via tombale il processo.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.