Condividi la notizia

Fisco

Il Bonus di 80 euro direttamente in busta paga

L'Agenzia delle Entrate ha chiarito i meccanismi di applicazione del Decreto Irpef. Non servono domande, riconoscimento automatico per i dipendenti con reddito inferiore ai 26 mila. Compensazione o rimborso per chi ha concluso il rapporto di lavoro prima di maggio.

Sono ormai quasi più di due mesi che se ne parla e finalmente lo scorso 24 aprile il DL 66 del 24/04/2014 o Decreto Irpef, noto soprattutto per il famoso Bonus di 80 euro in busta paga, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed entra, quindi, immediatamente in vigore.

Il decreto, che avrà effetti già nella prossima busta paga di maggio, dovrà essere convertito in legge ordinaria da Camera e Senato entro 60 giorni ed è quindi possibile che venga modificato, anche sostanzialmente, da eventuali emendamenti.

La confusione in merito alle modalità di attuazione, soprattutto tra i datori di lavoro, è molta e per questo motivo l’Agenzia delle Entrate ha predisposto la circolare n. 8/2014 recante "Art. 1 del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati" che definisce finalità e modalità di fruizione del credito di 80 euro.

In primo luogo, l’Agenzia precisa che “per consentirne una rapida fruizione da parte dei beneficiari, il decreto prevede che il credito sia riconosciuto automaticamente da parte dei sostituti d’imposta, senza attendere alcuna richiesta esplicita da parte dei beneficiari stessi”.

Chi ha tutti i requisiti per ricevere il bonus ma non ha un sostituto d’imposta, ad esempio perché il rapporto di lavoro si è concluso prima del mese di maggio, potrà comunque richiederlo nella dichiarazione dei redditi 2014.

In secondo luogo, viene chiarito che i soggetti beneficiari del bonus sono innanzitutto i contribuenti il cui reddito complessivo è formato dai redditi di lavoro dipendente (art. 49, comma 1 del TUIR) e dai redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (art. 50, comma 1 del TUIR) fino ai 26 mila euro, purché l’imposta lorda dell’anno sia superiore alle detrazioni per lavoro dipendente. 

Il credito complessivo di 640 euro, 80 euro mensili a partire da maggio, vale per i redditi fino a 24mila euro. Se il reddito supera i 24mila il bonus si riduce gradualmente.

Il bonus non concorre alla formazione del reddito e andrà ai lavoratori dipendenti e assimilati la cui imposta lorda sia superiore all’importo della propria detrazione per lavoro dipendente.

Inoltre, per espressa previsione del Decreto legge, il credito «è rapportato al periodo di lavoro nell’anno». Per questo motivo il credito dovrà essere calcolato in relazione alla durata del rapporto di lavoro, considerando il numero di giorni lavorati nell’anno.

Infine, I soggetti titolari nel corso dell’anno 2014 di redditi di lavoro dipendente, le cui remunerazioni sono erogate da un soggetto che non è sostituto di imposta, tenuto al riconoscimento del credito in via automatica, e tutti i soggetti il cui rapporto di lavoro si è concluso prima del mese di maggio, potranno chiedere il credito nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta 2014, utilizzarlo in compensazione, oppure richiederlo a rimborso.

I contribuenti, conclude l’Agenzia delle entrate, che non hanno i requisiti per il ricevere il bonus, ad esempio perché hanno un reddito complessivo superiore a 26mila euro per via di altri redditi (oltre a quelli erogati dal sostituto d’imposta), devono comunicarlo al sostituto che recupererà il credito nelle successive buste paga. Se un contribuente ha comunque percepito un credito in tutto o in parte non spettante dovrà restituirlo nella dichiarazione dei redditi. 

Claudia De Vincenzi

(29 aprile 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

24 ottobre 2019
Commercio al minuto | Obbligo per tutti a decorrere dal 1 gennaio 2020.

 
 
Condividi la notizia

18 aprile 2018
OPPORTUNITA’ DI LAVORO | Diverse le posizioni ricercate su tutto il territorio Nazionale, all’interno dell’articolo il bando, tutti i dettagli e i termini di scadenza per l’invio telematico delle domande

 
 
Condividi la notizia

2 dicembre 2019
Fisco | Fino al 30 aprile 2020 interrogazioni tramite codice fiscali o dati anagrafici.

 
 
Condividi la notizia

30 ottobre 2018
Fisco | Pronti anche due video tutorial ed una sezione dedicata del sito dell’Agenzia delle Entrate.

 
 
Condividi la notizia

21 dicembre 2015
Fisco | Scaricando l'applicazione tutti i cittadini potranno evitare le coda con il web-ticket, vedere i tempi di attesa del proprio turno, chiedere l'abilitazione e il Pin per Fisconline ed Entratel, consultare il cassetto fiscale.

 
 
Condividi la notizia

1 febbraio 2015
Fisco e calcio | Il direttore dell'Agenzia delle Entrate ed il presidente della FIGC hanno firmato un protocollo d'intesa per lo scambio delle informazioni necessarie a verificare l'equilibrio finanziario delle società sportive.

 
 
Condividi la notizia

6 ottobre 2015
Opportunità | La presentazione delle domande entro il 10 ottobre 2015, nell'articolo tutte le informazioni per partecipare.

 
 
Condividi la notizia

3 aprile 2016
Vigilanza e controllo | Firmato il Protocollo per monitorare le procedure di gara per prevenire tentativi di infiltrazione criminale.O

 
 
Condividi la notizia

11 gennaio 2016
Lavoro | La richiesta di partecipazione va presentata entro il 15 gennaio 2016.

 
 
Condividi la notizia

2 maggio 2015
Lavoro | Il messaggio dell'INPS sulla stabilizzazione del credito d'imposta.

 
 
Condividi la notizia

15 aprile 2015
Fiscalità | Attivo dal 15 aprile il nuovo servizio on line. Tutte le informazioni per pensionati e lavoratori su PIN e Certificazione Unica.

 
 
Condividi la notizia

31 dicembre 2014
Previdenza | Emanata la direttiva sulle tipologie di lavori che consentono di accedere al beneficio del prepensionamento.

 
 
Condividi la notizia

24 luglio 2015
Agenzia delle Entrate | Possono avvalersi del regime fiscale di vantaggio anche i lavoratori in mobilità e coloro che hanno iniziato una nuova attività nel 2015.

 
 
Condividi la notizia

25 ottobre 2016
fiscalità | Arriva il nuovo ente "Agenzia delle Entrate - Riscossione". Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge n. 193/2016.

 
 
Condividi la notizia

23 gennaio 2016
Adempimenti fiscali | Chi, che cosa e come nella tabella elaborata dall'Agenzia delle Entrate.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.