Condividi la notizia

Riforma della pubblica amministrazione

Tagli alle società partecipate, entro luglio il piano

Da 8000 il numero delle partecipate scenderà a 1000. Razionalizzazione sulla base dell'interesse generale: dove c'è l'offerta privata il pubblico non serve.

"Giungla", questo è il termine utilizzato dal Commissario straordinario alla spesa pubblica Carlo Cottarelli per definire il variegato mondo delle partecipate locali.

È ancora ignoto il numero esatto di società, consorzi, agenzie, enti vari partecipati degli enti locali. Il Mef ne stima 8.000, mentre la Banca dati del Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio ne riporta 10.000.

Una giungla, si diceva, su cui il Governo intende fare il punto, in primo luogo unificando le banche dati delle società partecipate dello Stato. Il Decreto Renzi – Madia, infatti, istituisce la banca dati delle società partecipate, che farà capo al Ministero dell’Economia e delle Finanze e prenderà avvio dal 1 gennaio 2015.

Inoltre, entro il 31 luglio verrà predisposto "un programma di razionalizzazione della aziende speciali, delle istituzioni e delle società direttamente o indirettamente controllate dalle amministrazioni locali" , l’obiettivo è quello di scendere da 8mila aziende a circa mille cedendo o sopprimendo subito quelle non di pubblica utilità.

Uno dei criteri più importanti sui quali si fonderà  la razionalizzazione è quello relativo all’interesse generale.

In particolare, accanto ai cinque servizi pubblici locali (elettricità, acqua, gas, rifiuti, trasporto pubblico urbano) che rappresentano circa il 20% di questo universo, e un fatturato del 50-60%, ci sono le società strumentali, ovvero quelle che forniscono servizi all’ente pubblico di controllo, che costituiscono un 40%.

Vi è poi una terza categoria che racchiude le società che agiscono direttamente sul mercato vendendo prodotti e servizi (40%).

Sono quest’ultime ad attirare maggiormente l’attenzione del Commissario: "Si va dalle terme alle farmacie, dalla produzione di prosciutti alla vendita delle uova", è quindi opportuno stabilire se esistano motivazioni di interesse generale che ne giustifichino l’esistenza.

"Non si capisce, infatti, perché un ente pubblico locale debba agire in settori in cui c’è già una forte e varia offerta da aperte dei privati" commenta. Pensiamo ad esempio alle oltre 50 aziende agricole (a partecipazione pubblica) emerse dal monitoraggio, che producono vino. 

Infine, sarà necessario intervenire non solo sulla sproporzionata lievitazione del numero delle aziende in questi anni, ma anche la loro natura chiaramente anomala.

I dati ufficiali indicano che in più della metà delle oltre 5 mila partecipate dei comuni, le persone che siedono nel Consiglio di Amministrazione sono più degli addetti. Si tratta di 2671 società che operano in campi del tutto diversi tra loro. 1213  di queste società (tutte operative) addirittura non hanno addetti, ma solo amministratori.

Di queste 86 sono holding, 137 gestiscono attività immobiliari, più di 200 sono società con un unico socio, il resto sono società che si occupano delle attività più varie. 

Claudia De Vincenzi

(11 luglio 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

28 maggio 2014
Funzione Pubblica | Renzi:"Madia mi ha portato il report delle consultazioni sulla riforma della P.A.". "Ci siamo"

 
 
Condividi la notizia

21 gennaio 2016
Funzione Pubblica | Dalle sanzioni disciplinari alla trasparenza, passando per la riduzione delle società partecipate, SCIA, conferenza di servizio ed altro.

 
 
Condividi la notizia

11 agosto 2016
Consiglio dei Ministri | Drastica riduzione delle società, interventi di razionalizzazione dei compensi degli amministratori e criteri per la costituzione.

 
 
Condividi la notizia

21 marzo 2016
Funzione Pubblica | Madia: con l'innovazione meno obblighi, più diritti.

 
 
Condividi la notizia

1 agosto 2014
Spending Review | Dopo lo sfogo di Cottarelli che denunciava spese non controbilanciate da reali risparmi il premier Renzi chiarisce che la spending review si farà anche senza il commissario.

 
 
Condividi la notizia

5 giugno 2014
Riforma della P.A. | Algoritmi e statistiche per analizzare le tante lettere. Madia, con le idee dei cittadini faremo una riforma migliore.

 
 
Condividi la notizia

1 maggio 2014
Riforma della P.A. | Consiglio dei Ministri il 13 giugno 2014 per l'approvazione della Riforma della P.A.Tre linee guida di governo e 30 giorni ai lavoratori pubblici per partecipare con proposte e suggerimenti

 
 
Condividi la notizia

16 luglio 2014
Debiti Enti Locali | Tasso di interesse all'1,46% su anticipazioni liquidità alle partecipate per l'anno 2014.

 
 
Condividi la notizia

10 giugno 2017
Riforma della P.A. | Le novità in sintesi introdotte con il decreto legislativo con scadenze e proroghe dei termini.

 
 
Condividi la notizia

2 settembre 2014
Spending review | Il Commissario Straordinario per i tagli e la revisione della spesa pubblica ha illustrato le sue proposte sulle società partecipate.

 
 
Condividi la notizia

23 maggio 2014
Funzione Pubblica | Per l'enormità dei dati arriva in soccorso l'Universita La Sapienza di Roma con algoritmi e modelli matematici. Analizzati e resi pubblici i dati della metà delle lettere.

 
 
Condividi la notizia

18 febbraio 2017
Riforma P.A. | Approvati in via preliminare dal Consiglio dei Ministri due decreti legislativi integrativi e correttivi in attuazione della sentenza della Consulta per sanare la mancanza del parere della Conferenza Unificata.

 
 
Condividi la notizia

15 aprile 2014
Governo | Rese note dal Governo le nomine ai vertici delle società partecipate. Luisa Todini presidente delle Poste, Emma Marcegaglia dell'Eni, Patrizia Grieco dell'Enel, De Gennaro resta a Finmeccanica. Renzi annuncia tetti agli stipendi

 
 
Condividi la notizia

16 settembre 2014
Expo 2015 | Trasparenza assoluta per l'’Esposizione Universale 2015 con il sito che mette online lo stato dei lavori dell'’evento. Renzi: il portale di Expo sarà il modello per la digitalizzazione della Pa”.

 
 
Condividi la notizia

23 aprile 2016
Riforma | I punti principali sullo schema del Testo Unico nel parere della Commissione Speciale n. 968 del 21.4.2016.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.