Condividi la notizia

Autorità per l'energia

Acqua: approvate le tariffe per 40 milioni di italiani

Attivato un metodo tariffario omogeneo in tutta Italia con 4,5 mld di investimenti. 6 milioni di consumatori hanno avuto una riduzione del 10% della bolletta.

Con un metodo per la prima volta omogeneo in tutta Italia sono state approvate le tariffe 2014-2015 per circa 40 milioni di italiani, con oltre 4,5 miliardi di euro di investimenti attivati nei prossimi 4 anni per nuove infrastrutture, tutela ambientale e miglioramento dei servizi, un valore pari a quello degli impianti finora realizzati; approvazioni che riguardano più di 1.600 gestioni, con un aggiornamento medio rispetto all'anno precedente del +3,9% nel 2014 e del +4,8% nel 2015, con quasi 6 milioni di consumatori che hanno avuto una riduzione del 10% della bolletta.

Questo il testo del comunicato diramato dall'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico nel quale vengono precisati i risultati dell'azione dell'Autorità presentati nel corso della III Conferenza nazionale sulla regolazione dei servizi idrici che si è svolta a Milano. Un appuntamento promosso dall'Autorità per illustrare il bilancio di un anno di attività, delineare le future linee strategiche e confrontarsi con gli oltre 400 partecipanti che hanno preso parte alle audizioni in rappresentanza delle istituzioni coinvolte, degli operatori, dei consumatori e delle associazioni di categoria.

"In questa prima fase dell'attività dell'Autorità ci siamo focalizzati nel realizzare e applicare un metodo tariffario unico per tutto il Paese, oltre che a completare le informazioni sul settore, e credo che i risultati raggiunti diano ragione a chi ha creduto nella coerenza delle nuove attribuzioni all'Autorità in un settore diverso da quelli iniziali - ha sottolineato il Presidente dell'Autorità per l'energia Guido Bortoni nella sua relazione - la prossima fase sarà ora indirizzata al completamento della regolazione, per consolidare ancor più le condizioni di realizzazione degli investimenti e individuare standard per i servizi capaci di incrementarne la qualità, con particolare attenzione ai bisogni dei consumatori, specie in disagio economico, alla trasparenza della fatturazione e alla qualità ambientale".

Il Metodo Tariffario Idrico (MTI), con cui sono state approvate le tariffe 2014-2015 e che per la prima volta nel Paese ricomprende e assorbe tutte le regolazioni previgenti, ad avviso dell'Autorità rappresenta l'evoluzione del Metodo tariffario transitorio (MTT) utilizzato per il 2012-2013 e si basa su criteri innovativi, fondati sui principi della selettività e della responsabilizzazione, da attuare attraverso una regolazione asimmetrica, capace di adattarsi alle diverse esigenze di un settore molto differenziato a livello locale e nella governance. Nello specifico, sono previsti quattro diversi tipi di schemi tariffari, rispetto ai quali ciascun soggetto competente può individuare la soluzione più efficace a seconda dei propri obiettivi di sviluppo e delle peculiarità territoriali. Le determinazioni tariffarie fino ad oggi approvate sono il risultato delle proposte arrivate dagli Enti d'Ambito e deliberate dall'Autorità in quanto ritenute necessarie a favorire in modo efficiente gli investimenti prioritari per il settore, per raggiungere e mantenere obiettivi di qualità ambientale e della risorsa.

Nel comunicato poi viene affrontato anche il tema dei consumatori. Su tale ambito l'Autorità ha aperto un procedimento per definire la regolazione contrattuale della qualità del servizio idrico, per garantire agli utenti stessi livelli qualitativi in tutto il Paese, superando l'attuale frammentazione. Per quanto riguarda la Carta dei Servizi - la cui pubblicazione è stata resa obbligatoria con la Direttiva per la trasparenza dei documenti di fatturazione - l'Autorità ha escluso dall'aggiornamento chi non l'aveva adottata.

A tutela delle fasce in disagio economico è stata poi avviata un'indagine conoscitiva sui diversi sistemi di agevolazione esistenti per chi vive condizioni economiche svantaggiate, propedeutica all'introduzione di misure che assicurino agli utenti domestici a basso reddito l'accesso agevolato alla quantità di acqua necessaria ai bisogni fondamentali. A breve verranno poi definite le necessarie modifiche all'articolazione tariffaria per fasce di consumo o per uso, determinando anche i criteri e le modalità per il riconoscimento di eventuali bonus che saranno previsti dalla normative primaria per chi è in condizioni di disagio economico.

Da ultimo nel corso del 2014, conclude l'Autorità, si è concluso il procedimento per la restituzione agli utenti della componente tariffaria relativa alla remunerazione del capitale, abrogata in esito al referendum del 2011. Gli importi quantificati dagli Enti d'Ambito e verificati dall'Autorità hanno determinato un rimborso a favore di 14 milioni di utenti domestici, per un valore complessivo di 55 milioni di euro. Nel corso del 2014 anche nel settore idrico sono state avviate le prime ispezioni, con l'apertura dei primi procedimenti sanzionatori per non rispetto della regolazione.

La Direzione

(25 novembre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

22 ottobre 2014
Autorità per l'energia | Un solo foglio con tutti gli elementi essenziali di spesa e di fornitura ben evidenziati, format più semplice, snello, per renderla più chiara, moderna e comprensibile.

 
 
Condividi la notizia

22 aprile 2014
Autorità per l'energia e Gdf | Corretta fatturazione, tariffe dell'acqua ed incentivi alle imprese nel nuovo piano delle attività ispettive 2014

 
 
Condividi la notizia

29 aprile 2014
Autorità per l'Energia | L'Italia insieme a Bulgaria, Irlanda, Malta, Portogallo, Scozia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Danimarca e Spagna nel network dei regolatori europei del settore idrico

 
 
Condividi la notizia

25 aprile 2014
Autorità e Guardia di Finanza | Ispezioni, anche con telefonate 'civetta' e verifiche a sorpresa, in aumento con il "Piano di Controllo 2014" su contatori, bollette, pronti interventi, tariffe e offerte green.

 
 
Condividi la notizia

29 dicembre 2015
Consumatori | Al via il nuovo quadro di regole 2016-2019 approvato dall'Autorità per le tariffe idriche. Introdotte anche regole contrattuali omogenee per tutto il Paese.

 
 
Condividi la notizia

25 novembre 2015
Confcommercio | I rappresentanti delle piccole e medie imprese hanno chiesto l'introduzione di una fascia tariffaria intermedia tra le tre già in vigore.

 
 
Condividi la notizia

4 luglio 2015
Tutela dei consumatori | AGCM, AEEGSI e IVASS insieme per una analisi sulle polizze abbinate alle forniture di energia ed acqua. Gli assicurati sono circa 2 milioni.

 
 
Condividi la notizia

7 luglio 2016
Agenzia delle Entrate | C'è tempo fino al 31 ottobre. Tale modalità riguarda per esempio chi detiene in affitto un immobile senza intestazione della bolletta elettrica, il portinaio se l'utenza è intestata al condominio.

 
 
Condividi la notizia

27 dicembre 2014
CGIA di Mestre | Secondo la CGIA di Mestre, i rincari medi delle tariffe del nostro Paese si attestano al 19.1 per cento rispetto ad una media europea che si ferma a 11.8

 
 
Condividi la notizia

8 dicembre 2014
Osservatorio "Prezzi e Mercati" | I dati pubblicati INDIS-Unioncamere segnalano possibili aumenti delle tariffe: rifiuti (+18,2% tra il 2014 e il 2013), sanità (+6,7%), trasporto ferroviario regionale (+6,8%), trasporto urbano (+6%) e extra-urbano (+7,5%).

 
 
Condividi la notizia

20 settembre 2014
Autorità per l'Energia elettrica | Un bonus da richiedere al Comune di residenza del valore fra 177 e 639 euro annui. Nel 2013 assegnati 23.600 bonus.

 
 
Condividi la notizia

6 dicembre 2014
Antitrust | Chiusa l'istruttoria dell'Autorità. Più trasparenza. Accettati e resi obbligatori gli impegni formalmente assunti dagli Ordini degli architetti di Roma, Firenze e Torino.

 
 
Condividi la notizia

8 maggio 2016
Consumatori | Le novità del Testo Integrato Conciliazione approvato dall'Autorità per l'energia elettrica e il gas.

 
 
Condividi la notizia

1 luglio 2014
Dispersione idrica | Il 37,4% si disperde e non raggiunge l'utente. Situazione critica al Sud ed in peggioramento al Nord.

 
 
Condividi la notizia

22 ottobre 2015
Risorse idriche | Dal 1999 al 2014 le perdite in Italia sono passate dal 36,5 al 43,4 percento, con una concentrazione nelle regioni del Sud Italia.

 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.