Condividi la notizia

Commissione Europea

Via libera dall'Europa sul bilancio 2015, ma con riserve

Apprezzamento dell'Ue, ma resta il rischio di non conformità con i requisiti del Patto di Stabilità e Crescita. A marzo valutazione sui progressi.

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze in data 28.11.2014 ha reso nota l'opinione della Commissione europea sul documento programmatico di bilancio.

In particolare, il programma dell'Italia ha ricevuto il via libera e non è prevista alcuna procedura d'infrazione a carico del nostro Paese. La Commissione ha tuttavia ravvisato un rischio di non conformità con i requisiti del Patto di Stabilità e Crescita e ha segnalato che in marzo sarà necessario valutare i progressi compiuti da Belgio, Francia e Italia sotto tre profili: a) il grado di attuazione delle politiche economiche; b) la finalizzazione delle leggi finanziarie; c) i progressi compiuti sul fronte delle riforme strutturali.

Sul piano più complessivo dello stato dell'economia nell'Unione europea la Commissione riconosce che mentre si fanno sforzi sul piano delle riforme strutturali è necessario che i paesi con margini di manovra nel proprio bilancio, come nel caso della Germania, dovrebbero effettuare maggiori sforzi sul piano degli investimenti e dello stimolo alla domanda interna. Come anticipato più volte nelle valutazioni delle autorità italiane, anche la Commissione riconosce che l'economia globale e quella europea in particolare soffrono di un doppio problema, dal lato della domanda e dal lato dell'offerta.

In conclusione, i commissari che hanno presentato le comunicazioni in conferenza stampa hanno ricordato i tre pilastri su cui si regge la rinnovata prospettiva dell'Unione europea: investimenti ben finalizzati, riforme strutturali, responsabilità nella gestione dei bilanci pubblici. Si tratta di una strategia che corrisponde all'agenda di politica economica proposta dall'Italia per la nuova legislatura europea (investimenti, integrazione dei mercati, riforme strutturali, nel rispetto di politiche fiscali responsabili).

Il Commento del Ministero dell'Economia e delle Finanze

La valutazione della Commissione europea contiene un riconoscimento ai progressi compiuti dall'Italia nello sforzo di modernizzazione, ma anche uno stimolo ad accelerare il programma di riforme intrapreso con coraggio e determinazione per recuperare la competitività del nostro sistema produttivo. L'Italia proseguirà in questa direzione anche attraverso il piano di privatizzazioni, cui è affidato il compito di contribuire alla riduzione del debito pubblico e di migliorare l'efficienza dei mercati.

La politica economica del Governo è orientata a rilanciare la crescita e l'occupazione. Nell'ampio quadro degli interventi in questa direzione, la legge di stabilità 2015 persegue congiuntamente tre obiettivi: lo stimolo all'economia – prevalentemente attraverso la riduzione delle tasse, in particolare quelle sul lavoro; il finanziamento delle riforme strutturali affinché siano concretamente perseguibili e socialmente sostenibili; il controllo dei conti pubblici, perseguito attraverso il miglioramento della composizione della spesa e con l'obiettivo di ridurre il debito.

La Direzione

(28 novembre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

5 novembre 2015
MEF | Comunicato del Ministero dell'Economia e delle Finanze sulle previsioni autunnali sull'andamento dell'economia nella UE, nell'area euro e negli Stati membri.

 
 
Condividi la notizia

21 novembre 2014
Ministero dell'Economia e delle Finanze | Il MEF ha inviato una missiva al Vice-Presidente della Commissione Europea Valdis Dombrovskis e al Commissario agli affari economici e monetari Pierre Moscovici

 
 
Condividi la notizia

17 novembre 2015
Mef | La Commissione riconosce le riforme fatte e il consolidamento della ripresa.

 
 
Condividi la notizia

17 luglio 2014
Ragioneria dello Stato | I Comuni sopra i 1000 abitanti dovranno trasmettere al Mef le informazioni per il monitoraggio semestrale del patto di stabilità. Primo invio entro il 31 luglio.

 
 
Condividi la notizia

22 gennaio 2015
Scommesse | La Sentenza nella causa C-463/13 Stanley International Betting Ltd e a./Ministero dell'Economia e delle Finanze.

 
 
Condividi la notizia

27 novembre 2014
Bruxelles | Pubblicato il primo rapporto sui progressi compiuti nelle riforme dall'Italia nella correzione degli squilibri macroeconomici.

 
 
Condividi la notizia

20 gennaio 2015
Fiscalità Enti Locali | In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, la Ragioneria Generale dello Stato ha diffuso il decreto MEF sulla riduzione degli obiettivi del patto di stabilità interno per l'anno 2014 dei comuni.

 
 
Condividi la notizia

2 giugno 2014
Lavoro | La commissione europea si esprime sulle riforme nel nostro Paese e su emergenza lavoro.

 
 
Condividi la notizia

20 dicembre 2015
MEF | Il chiarimenti del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

 
 
Condividi la notizia

17 settembre 2014
Spending review | Taglio di 139 posizioni dirigenziali e significativa razionalizzazione degli spazi per gli uffici. Queste le misure adottate dal Ministero dell’Economia nell’'ambito della revisione della spesa pubblica.

 
 
Condividi la notizia

14 dicembre 2014
Ministero dell'Economia e delle Finanze | È stato pubblicato il decreto con cui viene ridotto l'obiettivo per complessivi 8.572.260 euro. Nell'articolo l'elenco delle Province con la ripartizione delle risorse.

 
 
Condividi la notizia

16 marzo 2015
Ragioneria Generale dello Stato | L'omessa trasmissione comporta, a prescindere dal rispetto o meno del patto di stabilità interno, il divieto di assunzione di personale.

 
 
Condividi la notizia

7 ottobre 2015
Fiscalità | Pubblicato il Decreto contenente l'elenco dei Comuni che nel 2014 non hanno rispettato il patto di stabilità. Nell'Allegato al decreto sono indicate le sanzioni per ciacun Ente Locale.

 
 
Condividi la notizia

29 gennaio 2015
MEF | Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 22 del 28 gennaio 2015 il decreto del MEF del 15.1.2015.

 
 
Condividi la notizia

9 settembre 2015
MEF | Il comunicato del Ministero dell'economia e delle finanze sulla valutazione delle possibili soluzioni allo studio.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.