Condividi la notizia

Sanita' e spending review

Durissimo attacco del Ministro della Salute alla governance della sanita' nelle regioni

Beatrice Lorenzin ha puntato il dito contro i cattivi "manager, direttori generali, direttori sanitari, primari, assessori regionali alla salute".

Negli ultimi giorni la Conferenza delle Regioni aveva polemizzato con il Governo per la ventilata ipotesi di tagli al fondo sanitario. Il Presidente della Conferenza, Sergio Chiamparino, sostenitore e amico del Premier, aveva invitato l’Esecutivo a non tradire  “il patto d’onore” stipulato con la firma del “Patto per la Salute”.

Matteo Renzi aveva subito risposto, precisando che “fare spending review” non vuol dire tagliare i fondi alla Sanità; tuttavia, aveva aggiunto, “le regioni, prima di fare proclami, inizino a spendere bene i soldi che hanno”

Per la verità, si era subito avuta l’impressione che la polemica non fosse diretta tanto contro il Presidente del Consiglio, quanto contro il Ministro della Salute, che aveva materialmente raggiunto l’accordo e sottoscritto il patto.

Se ci fosse stato qualche dubbio sulla fondatezza di questa “interpretazione maliziosa”, Beatrice Lorenzin, Ministro della Salute del Governo Renzi, intervenendo a Chianciano Terme alla Festa dell’UDC ha fugato ogni dubbio in proposito, togliendosi diversi sassolini dalla scarpa, chiarendo subito -in ordine alla richiesta di rassicurazioni delle regioni sulle voci di tagli alla Sanità- che “anche il Ministro della Salute vuole essere rassicurato”. Ne dà notizia TMnews.

Lorenzin si è polemicamente chiesta: “è colpa solo dei tagli che ci sono stati (ndr : in passato) se il Sistema Sanitario Nazionale non va bene in Italia e se è fallito il federalismo regionale?”. La risposta, naturalmente, era scontata, visto l’artificio retorico utilizzato, “no! No!”, ha aggiunto con durezza il Ministro.

Secondo Beatrice Lorenzin, “i tagli ci sono stati e hanno colpito in particolare quelle regioni che non avevano colto sin dall’inizio quello che era il loro dovere”, assumendosi le conseguenti ed indispensabili responsabilità.

A quel punto è arrivato l’affondo durissimo del Ministro della Salute, che ha individuato il “primo problema delle regioni italiane” nella governance, vale dire che -a suo parere- la responsabilità deve essere attribuita ai “cattivi manager,  (ai) cattivi direttori generali, (ai) cattivi primari, (ai) cattivi assessori alla salute”.

Dopo aver usato la “bomba atomica” (altro che sassolini nella scarpa!),  Lorenzin è diventata un po’ più diplomatica, dichiarando che “non bisogna fare allarmismi sui tagli alla Sanità”, precisando che “al momento” non è previsto un taglio di tre miliardi al fondo sanitario.

Il Ministro delle Salute ha dichiarato che “ad oggi mi è stato chiesto il taglio del 3% sulle spese del ministero e lo stiamo predisponendo”, sottolineando la ferma volontà di intervenire contro gli sprechi. Evidenziando, poi, che è per questo motivo che è stato sottoscritto il Patto Per la Salute, “in cui è prevista la centrale unica di acquisti”, oltre alla “cabina di monitoraggio del patto, che verrà implementata”.

Lorenzin ha concluso annunciando che intende procedere “per step perchè è inutile creare allarmismi prima del tempo”.

Restiamo, comunque, in attesa delle prevedibili reazioni al durissimo attacco di Beatrice Lorenzin, che ha puntato il dito contro la “governance” della sanità a livello periferico.

 

 

Moreno Morando

(13 settembre 2014)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

11 settembre 2014
Spending review | Il Governo (nella foto, Renzi incontra i rappresentanti delle regioni) ha smentito, precisando tuttavia che "nessuno vuole gli sprechi".

 
 
Condividi la notizia

12 luglio 2014
Servizio Sanitario Nazionale | Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha illustrato con grande soddisfazione i "pilastri fondanti" del nuovo Patto per il Servizio Sanitario Nazionale.

 
 
Condividi la notizia

31 luglio 2014
Autonomie | Il Presidente della Regione Piemonte e' stato eletto alla guida della Conferenza Permanente in sostituzione di Vasco Errani.

 
 
Condividi la notizia

30 dicembre 2015
Ambiente | Individuate le misure urgenti per l'emergenza e la programmazione.

 
 
Condividi la notizia

2 aprile 2015
Riforme istituzionali | La risposta ai quesiti proposti da Anci, Upi e dalla Conferenza delle regioni e delle Province autonome.

 
 
Condividi la notizia

30 luglio 2014
Riforma della P.A. | L'Anaao Assomed, il principale sindacato della dirigenza medica, segnala il pericolo che entro 10 anni manchino " all'appello 15.000 medici specialisti nel Ssn"

 
 
Condividi la notizia

26 settembre 2014
Conferenza delle regioni | Chiamparino: "E' stata definita una tariffa unica" per tutte le regioni. Fa eccezione la Lombardia che farà pagare interamente il costo della fecondazione.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.