Condividi la notizia

IVASS

Assicurazioni: nel 1° trimestre la raccolta premi cresce del 12,2%

La somma complessiva, riguardante le imprese italiane ed estere, ammonta a 39,8 miliardi di euro.

L’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS) comunica che, nel primo trimestre 2015, la raccolta premi complessiva realizzata dalle imprese di assicurazione italiane e dalle rappresentanze in Italia di imprese extra S.E.E. risulta pari a 39,8 miliardi di euro, con un incremento del 12,2% rispetto all’analogo periodo del 2014.

E’ quanto si rileva dalla statistica sui “Premi lordi contabilizzati a tutto il primo trimestre 2015 nei rami danni e vita dalle imprese di assicurazione italiane e dalle rappresentanze in Italia delle imprese di assicurazione estere” consultabile sul sito IVASS all’indirizzo www.ivass.it.

Come già segnalato nelle precedenti rilevazioni, il dato complessivo cela andamenti differenziati tra i comparti vita e danni: al forte aumento della raccolta premi vita pari a 32 miliardi di euro (+16,3% rispetto al primo trimestre 2014), si contrappone la diminuzione della raccolta premi danni pari 7,8 miliardi di euro (-2% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno).

La crescita della raccolta premi vita interessa, in particolare, le polizze Unit Linked (n.d.r. : il termine significa “collegato/legato a quote”; si tratta in sostanza di polizze vita, quindi contratti legati alla vita di una persona, nei quali le prestazioni sono collegate al valore di alcune "unità di conto" chiamate quote), la cui raccolta raggiunge 8,2 miliardi di euro (+112,9%), mentre le polizze tradizionali pur continuando a registrare la raccolta più elevata, sfiorando i 22 miliardi di euro, accusano una lieve flessione (-1,8% rispetto al corrispondente trimestre del 2014).

La diminuzione della raccolta danni è riconducibile al ramo r.c. auto e veicoli marittimi (-6,3%), che vede continuare il proprio trend discendente avviato nel terzo trimestre 2012; gli altri rami – che rappresentano poco più della metà dei premi danni totali – registrano invece una moderata crescita pari a circa il 2%.

Le rappresentanze di imprese con sede legale in altro Stato S.E.E., operanti in Italia in regime di stabilimento, mostrano, a perimetro di imprese omogeneo, andamenti parzialmente difformi da quelli delle compagnie con sede in Italia, registrando un andamento positivo in entrambi i comparti, vita (+60,5%) e danni (+2,6%).

In particolare, queste imprese totalizzano una raccolta premi vita pari a circa 1,3 miliardi di euro, largamente concentrata nelle polizze Unit Linked (1 miliardo circa, pari all’83,1% del portafoglio vita complessivo).

Anche nei rami danni la raccolta ammonta a circa 1,3 miliardi di euro; nel ramo credito l’intera raccolta in Italia è quasi totalmente da ascrivere a tali imprese (89%). Da segnalare anche la significativa presenza nel ramo r.c. generale (39% circa).

Risulta, invece, contenuta la quota di mercato del ramo r.c. auto e natanti, che sfiora il 5% della produzione complessiva delle stabili organizzazioni in Italia. Assenti completamente dal mercato dei fondi pensione che, pertanto, registra la presenza delle sole imprese di assicurazione nazionali.

Per saperne di più:

vai al testo integrale con i grafici

Fonte: IVASS

 

Moreno Morando

(24 agosto 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

22 ottobre 2015
R.C. auto | L'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni fornisce altre notizie a seguito della cessazione dell'obbligo di esposizione sui veicoli a motore.

 
 
Condividi la notizia

10 marzo 2016
Opportunità | L'IVASS cerca sei laureati nelle discipline statistico-attuariali e/o matematico-finanziarie. Scadenza 30 marzo 2016.

 
 
Condividi la notizia

22 novembre 2015
A.N.AC. | L'Autorità ha acquisito notizie dall'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni.

 
 
Condividi la notizia

26 maggio 2015
Vigilanza sulle assicurazioni | Emanato il Regolamento che disciplina la banca dati attestati di rischio, che conclude la prima fase del progetto sulla "dematerializzazione".

 
 
Condividi la notizia

13 maggio 2015
Vigilanza sulle assicurazioni | L'IVASS avvisa gli utenti che è stata segnalata la presenza sul web di un sito che non consente l'identificazione degli intermediari.

 
 
Condividi la notizia

30 maggio 2016
Pratiche aggressive | L'Autorità Garante del Mercato e della Concorrenza ha colpito UnipolSai, Hdi Assicurazioni e Uniqua Assicurazioni.

 
 
Condividi la notizia

20 novembre 2015
Vigilanza sulle Assicurazioni | L'IVASS si rivolge a giovani in possesso di una laurea specialistica/magistrale conseguita presso le Università degli Studi di Roma sotto specificate.

 
 
Condividi la notizia

5 maggio 2014
Assicurazioni | Al centro dell'attenzione le polizze connesse ai mutui: esigenza di trasparenza, assistenza e vigilanza

 
 
Condividi la notizia

18 aprile 2014
Polizze | Il servizio telefonico di assistenza ai consumatori istituito presso l’'IVASS conclude il secondo anno di attività'. Aumentano le telefonate e si riducono i tempi di attesa.

 
 
Condividi la notizia

10 giugno 2015
Polizze e finanziamenti | Riscontrate numerose criticità nella produzione e nella distribuzione di polizze assicurative abbinate a finanziamenti.

 
 
Condividi la notizia

5 giugno 2015
Gazzetta Ufficiale | Il Provvedimento conclude la prima fase del progetto sulla "dematerializzazione", cui seguirà il passaggio all'attestato "dinamico".

 
 
Condividi la notizia

2 settembre 2015
Difesa dei consumatori | Lettera congiunta per chiedere a imprese ed intermediari finanziari, comprese le banche, di innalzare il livello di protezione dei clienti nella vendita di questi prodotti.

 
 
Condividi la notizia

14 giugno 2014
Consiglio di Stato | Il Giudice amministrativo ha accertato definitivamente il disegno anticoncorrenziale di condizionamento di gare ad evidenza pubblica e confermato sanzioni fino ad euro 5.868.703.

 
 
Condividi la notizia

4 luglio 2015
Tutela dei consumatori | AGCM, AEEGSI e IVASS insieme per una analisi sulle polizze abbinate alle forniture di energia ed acqua. Gli assicurati sono circa 2 milioni.

 
 
Condividi la notizia

12 ottobre 2015
Dematerializzazione | Resta solo il dovere di portare a bordo il certificato relativo, pena l'applicazione delle sanzioni amministrative previste dall'art. 180 del Codice della strada.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.