Condividi la notizia

Funzione Pubblica

Burocrazia: on line il bilancio annuale sugli oneri amministrativi

Incompleto il report. Richieste integrazioni per redigere una nota di accompagnamento che verrà predisposta entro il 31 maggio.

Il costo amministrativo è il costo sostenuto dalle imprese e dai cittadini per adempiere a un onere (o obbligo) informativo, ossia all'obbligo giuridico di fornire informazioni sulla propria attività. Rappresentano, ad esempio, oneri informativi le richieste di autorizzazione, la presentazione di documenti e relazioni, l'effettuazione di comunicazioni, la tenuta di registri, la conservazione di atti e documenti, da fornire su richiesta o verificati in caso di ispezione. Non rientrano, invece, nella definizione di onere informativo né  gli obblighi da cui derivano versamenti di somme di denaro alla pubblica amministrazione, né gli obblighi che discendono dall'adeguamento di comportamenti, di processi produttivi o di prodotti (quali, ad esempio, l'adozione di misure di prevenzione in materia di salute e sicurezza sul lavoro). 
 
Con riferimento alla stima di tali costi, la legge n. 180/2011 e successive modificazioni prevede che le amministrazioni statali predispongano entro il 31 gennaio di ogni anno una relazione sul bilancio degli oneri amministrativi introdotti o eliminati con gli atti normativi approvati nell'anno precedente. Con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 25 gennaio 2013 sono stati definiti i criteri per l'individuazione e la stima degli oneri amministrativi. 
 
La finalità è quella di prevenire il proliferare di complicazioni burocratiche a carico di cittadini e imprese attraverso meccanismi di controllo ex ante sull'introduzione di nuovi adempimenti amministrativi e rispondono alle seguenti finalità:  
 
1. responsabilizzare le amministrazioni nell'individuazione e nella stima dei costi degli adempimenti amministrativi introdotti ed eliminati con atti normativi;  
 
2. garantire che il complesso degli oneri amministrativi annualmente introdotti da ogni amministrazione sia pari o inferiore a quello degli oneri eliminati;  
 
3. disporre di uno strumento di “compensazione”: nel caso in cui gli oneri introdotti da un'amministrazione (nel corso dell'anno precedente) siano superiori a quelli eliminati, è previsto che il Governo, per ridurre gli oneri in eccesso e realizzare il relativo “pareggio di bilancio”, adotti uno o più regolamenti, ai sensi dell'articolo 17 della legge 23 agosto 1988 n. 400, entro novanta giorni dalla pubblicazione della relazione complessiva sul bilancio.  
 
La predisposizione del bilancio degli oneri è collegata alla valutazione dei singoli atti normativi svolta nel corso dell'anno: le relazioni sul bilancio, a cura di ogni amministrazione, infatti, devono riportare le stime degli oneri amministrativi come valutate nelle relazioni sull'analisi di impatto della regolazione (AIR) elaborate nel corso dell'anno di riferimento, aggiornate, ovviamente, per tener conto dei contenuti definitivi dei provvedimenti approvati. Per gli atti normativi non sottoposti ad AIR si applicano i medesimi criteri di valutazione. 
 
Le relazioni sul bilancio delle amministrazioni sono quindi verificate, per quanto di competenza, dal Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi (DAGL) e trasmesse al Dipartimento della funzione pubblica (DFP) che predispone, sentite le associazioni imprenditoriali e dei consumatori, “la relazione complessiva, contenente il bilancio annuale degli oneri amministrativi introdotti ed eliminati, che evidenzia il risultato con riferimento a ciascuna amministrazione”. La relazione è comunicata al DAGL e pubblicata sul sito del Governo entro il 31 marzo di ogni anno.

Quanto sopra è chiarito nella relazione complessiva contenente il bilancio annuale degli oneri amministrativi introdotti e eliminati nell'anno 2014 che il Dipartimento della Funzione Pubblica ha pubblicato sul proprio sito istituzionale.

Gli esiti, tuttavia, non sono positivi, sebbene sicuramente migliori rispetto al 2013.

Nelle conclusioni, infatti, vengono evidenziate una serie di criticità dovute soprattutto alle inadempienze delle amministrazione alle quali è stato richiesto di completare, ove necessario, la relazione di bilancio e la quantificazione degli oneri introdotti ed eliminati affinché si possa dar conto delle ulteriori informazioni e delle nuove stime prodotte dalle amministrazioni in una nota di aggiornamento alla presente relazione, che sarà predisposta entro il 31 maggio, sentite le associazioni di imprese e cittadini.  

La necessità di predisporre una apposita nota di accompagnamento è, infatti, la diretta conseguenza dell'incompletezza delle informazioni pervenute sulla base delle quali non stato è possibile "predisporre al 31 marzo 2015 una relazione complessiva contenente il bilancio annuale degli oneri amministrativi introdotti e eliminati, che evidenzi il risultato con riferimento a tutte le amministrazioni".  

Il quadro tracciato "mostra ancora la presenza di inadempienze, di resistenze nella cultura delle amministrazioni e di una scarsa consapevolezza del ruolo cruciale degli strumenti della qualità della regolazione per superare il ritardo competitivo dell'Italia ed evitare che le azioni di semplificazione del Governo vengano vanificate dall'introduzione di nuovi carichi burocratici".

 

Per saperne di più

Allegato 2 (PDF)  (Testo PDF)

Moreno Morando

(10 aprile 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

9 giugno 2015
Funzione Pubblica | La nota di aggiornamento al 31 maggio scorso predisposta per consentire alle amministrazioni di completarne la redazione.

 
 
Condividi la notizia

4 giugno 2015
Trasparenza | Con una nota del 3 giugno il Presidente dell'Anticorruzione ha limitato gli oneri amministrativi in alcuni casi specifici.

 
 
Condividi la notizia

12 ottobre 2015
Politiche agricole | Per gli oltre 550 mila agricoltori italiani interessati meno burocrazia e taglio degli adempimenti amministrativi.

 
 
Condividi la notizia

27 dicembre 2017
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE | Chiarimenti e maggiori informazioni sui principali servizi che la P.A. mette a disposizione di tutti i cittadini, SPID FOIA e SCIA

 
 
Condividi la notizia

15 aprile 2014
Semplificazione amministrativa | Online sul sito della Funzione pubblica il rapporto "Semplificazione: cosa chiedono i cittadini e le imprese". Al primo posto delle complicazioni burocratiche fisco e edilizia. Seguono, per i cittadini, l'accesso ai servizi sanitari, lavoro e previdenza, mentre, per le imprese, Durc, appalti e sicurezza sul lavoro

 
 
Condividi la notizia

22 febbraio 2016
Siti web P.A. | È un progetto pilota a partire dal quale potranno essere innovati tutti i siti istituzionali delle pubbliche amministrazioni italiane.

 
 
Condividi la notizia

29 gennaio 2015
misurazione e valutazione | Passaggio di consegne in base alla legge n. 114/2014.

 
 
Condividi la notizia

15 luglio 2017
Gazzetta Ufficiale | Obiettivo promuovere una maggiore partecipazione dei cittadini alle decisioni pubbliche.

 
 
Condividi la notizia

25 luglio 2014
Programma di Governo | Adottato il nuovo programma per analizzare carichi amministrativi e burocratici eccessivi. Su proposta del Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione, previa intesa in sede di Conferenza unificata, individuate le aree oggetto di misurazione che necessitato snellimento delle procedure e dei tempi.

 
 
Condividi la notizia

24 luglio 2014
Appalti | Le misure approvate dal Consiglio dei ministri riunito a palazzo Chigi consentiranno di semplificare oneri amministrativi a carico delle imprese valutabili nell’ordine di 20 milioni di euro.

 
 
Condividi la notizia

2 dicembre 2014
Consiglio dei Ministri | Intervento su cinque settori strategici: cittadinanza digitale, welfare e salute, fisco, edilizia e impresa. Nell'articolo le azioni, le responsabilità, le scadenze e gli obiettivi.

 
 
Condividi la notizia

19 luglio 2016
performance P.A. | In attesa della piena operatività della nuova normativa, ciascuna amministrazione valuterà come procedere al fine di garantire la continuità amministrativa.

 
 
Condividi la notizia

28 ottobre 2014
Offerte di lavoro | Unioncamere Lombardia, nell'ambito dell’'Accordo di programma con Regione Lombardia, seleziona per il progetto “Angeli Anti Burocrazia” 30 neolaureati/e che saranno impegnati per 12 mesi. Compenso 20.500 euro lordi.

 
 
Condividi la notizia

9 settembre 2014
Anticorruzione | La trasmissione deve essere effettuata esclusivamente attraverso il sistema, istituito dalla Funzione Pubblica, “Perla Pa”. I Piani anticorruzione trasmessi via email non saranno presi in considerazione.

 
 
Condividi la notizia

2 aprile 2015
Riforme istituzionali | La risposta ai quesiti proposti da Anci, Upi e dalla Conferenza delle regioni e delle Province autonome.

 
 

Ascolta "La Pulce e il Prof"

 
Il diritto divulgato nella maniera più semplice possibile
 
 

Comunicato Importante Selezione Docenti Accademia della P.A.

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, in vista dell’apertura delle sedi dell’Accademia della PA in tutto il territorio nazionale, ricerca e seleziona personale per singole docenze in specifiche materie delle Autonomie locali da svolgersi presso le Accademie della PA e per le attività di assistenza nelle procedure complesse nei Centri di Competenza.

Leggi il comunicato completo

 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.