Condividi la notizia

Concorso pubblico

Società controllate: bocciato dalla Corte Costituzionale il trasferimento del personale all'amministrazione pubblica

I principi sanciti nella sentenza n. 7/2015.

Nella sentenza n. 7 del 30 gennaio 2015 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 4 febbraio 2015, la Corte Costituzionale pronunciandosi sulla illegittimità di una legge della Regione Sardegna, ha enunciato importanti principi sugli indebiti privilegi derivanti dal trasferimento da una società partecipata dalla Regione alla Regione o ad altro soggetto pubblico regionale.

La vicenda riguarda l'art. 13, comma 3, della legge della Regione autonoma Sardegna 15 gennaio 2014, n. 4 (Istituzione dell'Agenzia regionale per la bonifica e l'esercizio delle attività residuali delle aree minerarie dismesse o in via di dismissione  ARBAM).
 
La disposizione impugnata prevede che "In sede di prima applicazione il personale a tempo indeterminato dipendente di IGEA S.p.a. è trasferito all'ARBAM. Ad esso si applica il contratto collettivo del comparto Regione, enti e agenzie; in caso di trattamenti economici superiori è riconosciuto in favore degli interessati un assegno ad personam riassorbibile".
 
Nella sentenza n. 7/2015 la Corte Costituzionale ha richiamato la copiosa giurisprudenza costituzionale secondo cui il pubblico concorso è forma generale e ordinaria di reclutamento del personale della pubblica amministrazione.
 
Il principio della necessità del pubblico concorso è stato di recente ribadito con specifico riferimento a disposizioni legislative che prevedevano il passaggio automatico di personale di società in house, ovvero società o associazioni private, all'amministrazione pubblica. 
 
La Corte ha ritenuto, infatti, che "il trasferimento da una società partecipata dalla Regione alla Regione o ad altro soggetto pubblico regionale si risolve in un privilegio indebito per i soggetti beneficiari di un siffatto meccanismo, in violazione dell'art. 97 Cost.".
 
D'altro canto, aggiunge la Consulta, la necessità di risorse umane da parte dell'ARBAM, derivante dall'assunzione di funzioni della soppressa società in house, non costituisce valido motivo per disattendere il principio del concorso pubblico, non potendo essa configurare una peculiare e straordinaria esigenza di interesse pubblico.
 
Fonte: Corte Costituzionale
 
Enrico Michetti

La Direzione

(12 febbraio 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

28 giugno 2015
Attività della Giunta | L'Esecutivo interviene per ottimizzare e migliorare le sinergie tra la Regione Basilicata e le sue partecipate.

 
 
Condividi la notizia

12 febbraio 2015
MEF | Le dichiarazioni del vice ministro all'Economia in relazione alla decisone della Consulta dell'11 febbraio 2015.

 
 
Condividi la notizia

2 novembre 2014
Parlamento in seduta comune | Resta in dubbio l'atteggiamento del Movimento 5 Stelle, al quale e' stato proposto di esprimere la candidatura per il Consiglio Superiore della Magistratura.

 
 
Condividi la notizia

29 giugno 2015
Sostegno alle PMI | C'è tempo fino al 31 dicembre 2015 per accedere al fondo gestito dalla società in house Sviluppo Basilicata.

 
 
Condividi la notizia

25 giugno 2015
Previdenza | Pubblicata il provvedimento n. 125 del 25.6.2015 con le istruzioni operative sulle novità in materia di pensioni, ammortizzatori sociali e TFR di cui all'art. 1 del decreto legge 21 maggio 2015, n. 65.

 
 
Condividi la notizia

17 dicembre 2015
Fiscalità | L'art. 23 della Costituzione stabilisce che "nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge". L'esenzione dipende dall'Elenco Istat "frutto di discrezionalità dell'amministrazione che redige l'elenco..". Nell'articolo il testo integrale dell'ordinanza.

 
 
Condividi la notizia

23 aprile 2015
Agenzia delle Entrate | Le precisazioni del Fisco in risposta alla stampa sulle conseguenze derivanti dalla sentenza della Corte Costituzionale.

 
 
Condividi la notizia

15 maggio 2014
Impianti di distribuzione carburanti | Il Caso della Regione Umbria. La Corte Costituzionale boccia la legge regionale per violazione della concorrenza.

 
 
Condividi la notizia

24 settembre 2015
Il dialogo tra Corti | La Corte Costituzionale italiana frena sull'automatico ingresso dei principi della Cedu nel nostro ordinamento.

 
 
Condividi la notizia

28 novembre 2015
Energia ed ambiente | Lacorazza: "un buon punto di partenza, attendiamo fiduciosi il giudizio di ammissibilità della Corte Costituzionale".

 
 
Condividi la notizia

30 aprile 2015
Cooperazione | Circolare esplicativa del Ministero del Lavoro sulla sentenza Corte Costituzionale n.51/2015 sui minimi retributivi.

 
 
Condividi la notizia

19 maggio 2015
Consiglio dei Ministri | Dopo la sentenza della Corte Costituzionale n.70/2015, approvato il decreto legge a vantaggio di una platea di 3,7 milioni di pensionati.

 
 
Condividi la notizia

2 marzo 2016
MIUR | Online le prime risposte alle domande frequenti sul concorso 2016 per i docenti.

 
 
Condividi la notizia

6 novembre 2014
Parlamento in seduta comune | Si tratta di Silvana Sciarra, per la Corte Costituzionale ed Alessio Zaccaria per il Csm. Niente quorum per Stefania Bariatti.

 
 
Condividi la notizia

12 novembre 2014
Corte Costituzionale | Magistrato di Cassazione, alla Corte Costituzionale dal 2008, e' stato eletto con 8 voti su 14 e restera' in carica fino al novembre del 2017.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.