Condividi la notizia

lavoratori statali

Trattenimento in servizio ...Out

Abolito l'istituto del trattenimento in servizio dei dipendenti pubblici che hanno già maturato il requisito per la pensione.

E' stata pubblicata in GU n.101 del 4/5/2015, la tanto attesa e temuta Circolare Madia n.2/2015 della Funzione Pubblica in applicazione ed interpretazione del d.l. n.90/2014 convertito con modificazioni dalla legge n.114/2014, con le quali sono divenute operative le misure che abrogano l'istituto in uso presso le Amministrazioni Pubbliche, del cosiddetto "trattenimento in servizio", contemplato nell'art.16 del d.lgs. n.503/1992 già abrogato dalla citata legge n.114/2014, facendo entrare a regime la fattispecie del "pensionamento d'ufficio" che, quale intervento legislativo, è volto a favorire il ricambio e il ringiovanimento del personale, nelle Pubbliche Amministrazioni.

Precisamente, il menzionato trattenimento in servizio era l'istituto in uso che consentiva al dipendente pubblico di permanere in attività di servizio per un ulteriore periodo, nella misura di due anni per funzionari e dirigenti pubblici, cinque anni per gli appartenenti alla Magistratura ordinaria, amministrativa, contabile e militare, nonchè per la categoria dei Professori Universitari, aventi tutti un diverso limite ordinamentale. Tale istituto si configurava, quasi alla stregua di un diritto soggettivo del dipendente, in quanto l'Amministrazione non poteva opporsi alla sua concessione se non motivando, puntualmente, le ragioni ostative del diniego all'istanza del richiedente.

Il trattenimento in servizio è stato, quindi, abrogato dalla recente riforma della PA e reso operativo con la summenzionata Circolare n. 2/2015 con la sola eccezione, è bene precisarlo, del suo mantenimento per quelle casistiche di lavoratori che non raggiungendo il minimo dei contributi previdenziali che danno diritto al trattamento pensionistico, ammontanti, da normativa in essere, ad almeno venti anni, cumulati anche con precedenti rapporti di lavoro e corrispondenti contributi, presso diversi istituti previdenziali. L'Amminisrazione Pubblica, in questi casi, deve quindi permettere al lavoratore di proseguire nel rapporto di lavoro, sino al raggiungimento del "minimo contributivo" ovvero fino  all'età massima dei settanta anni, consentiti. 

Sono fatti salvi i trattenimenti in servizio accordati con formale provvedimento emanato alla data del 31/10/2014. Di contro i trattenimenti concessi, ma non anche efficaci, al 25/6/2014, data di entrata in vigore del d.l. n.90/2014, si intendono "revocati" ex lege.

Relativamente al contenuto della Circolare n. 2/2015, la risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro dovrebbe scattare quando il dipendente ha raggiunto i requisiti per la pensione, ossia i 42 anni e 6 mesi contributivi, per gli uomini, e 41 anni e 6 mesi per le donne, anche se non si è raggiunto il requisito anagrafico minimo dei 62 anni di età (per non avere penalizzazioni monetarie) previsto dalla famosa Legge Fornero fino a tutto il 2017.

Non di secondaria importanza, per il suo impatto collettivo e sociale, è la previsione, nella più volte enunciata Circolare Madia, di un "regime speciale" dei dirigenti medici e del ruolo sanitario come biologi, chimici, fisici, farmacisti, psicologi, compresi i dirigenti delle professioni sanitarie infermieristiche, tecniche della riabilitazione, della prevenzione e della professione di ostetrica, per i quali si prevede una esenzione dalla risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro. Tale regime speciale si sostanzia con la previsione legislativa di cui alla legge n.183/2010.

Infine, sottoliniamo che l'esclusione della norma in trattazione, come declinata con la Circolare 2/2015, per gli appartenenti al ruolo delle Magistrature e dei Professori Universitari, si estende anche ai dirigenti di "strutture complesse" del servizio sanitario nazionale a cui effettivamente è assegnata la relativa responsabilità.

Stefano Olivieri Pennesi

(8 maggio 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

29 maggio 2014
Forum P.A. | Il Ministro dell'Economia interviene al Forum PA soffermandosi sui debiti della pubblica amministrazione e sulle strategie di riforma quale utile mezzo per stimolare la crescita

 
 
Condividi la notizia

12 febbraio 2015
AgID | Un nuovo marchio distintivo. Più semplice per tutti riconoscere immediatamente dove poter utilizzare il sistema dei pagamenti della PA.

 
 
Condividi la notizia

21 febbraio 2015
Funzione Pubblica | Diramata la circolare n. 5/2015 sulla soppressione del trattenimento in servizio e modifica della risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro.

 
 
Condividi la notizia

16 maggio 2014
Angelo Rughetti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, annuncia gli obiettivi della riforma per la P.A. | Ruolo unico della Dirigenza e carriera a termine | Licenziamento del Dirigente privo di incarico | Valutazione dei risultati non del singolo ma del gruppo | Retribuzione di risultato subordinata all’andamento dell’economia | Trasparenza e semplificazione attraverso gli open-data | Una sola scuola nazionale della Pubblica Amministrazione | Gestione manageriale dei poli museali | Le incompatibilità dei Giudici Amministrativi | Apertura del Governo all’ascolto di cittadini e dipendenti pubblici

 
 
Condividi la notizia

14 giugno 2014
Pubblica Amministrazione | Il Presidente del Consiglio nella conferenza stampa che ha fatto seguito alla riunione dell'Esecutivo ha annunciato una serie di provvedimenti per cambiare e snellire la pubblica amministrazione.

 
 
Condividi la notizia

9 gennaio 2015
Legge di Stabilità 2015 | Le P.A. acquirenti di beni e servizi devono versare direttamente all'erario l’imposta sul valore aggiunto che è stata addebitata loro dai fornitori.

 
 
Condividi la notizia

9 settembre 2017
Consiglio dei Ministri | Approvati in via preliminare tre decreti legislativi che introducono disposizioni integrative e correttive.

 
 
Condividi la notizia

24 giugno 2015
Dipartimento informazione ed editoria | Il Sottosegretario Lotti ha precisato le condizioni, per le agenzie di stampa, per l'acquisto da parte della pubblica amministrazione.

 
 
Condividi la notizia

21 aprile 2015
lavoro | I chiarimenti del Ministero del Lavoro sull'attuazione del Programma Garanzia Giovani su stage ed impossibilità di instaurare un "tirocinio" se tra il tirocinante e il titolare dell'impresa ospitante c'è vincolo di parentela.

 
 
Condividi la notizia

15 giugno 2014
Riforma P.A. e altro | Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera a tutta una serie di provvedimenti per snellire e cambiare la P.A. e per andare incontro alle esigenze piu' volte manifestate dalle imprese

 
 
Condividi la notizia

11 ottobre 2014
Spending review | Carburante, telefonia, energia, e tanto altro. Non sempre gli Enti pubblici rispettano la legge sull'acquisto centralizzato dei servizi. L'Autorità Anticorruzione pubblica i risultati dell'indagine effettuata con il Commissario Cottarelli.

 
 
Condividi la notizia

22 ottobre 2016
Corte di Cassazione | La sentenza n. 20690/2016 sul valore (relativo) da attribuire al comportamento delle parti.

 
 
Condividi la notizia

30 settembre 2016
Opportunità di Lavoro | 15 incarichi di collaborazione da impiegare sui progetti delle aree “Pubblica Amministrazione”, “Architetture, standard e infrastrutture” e nel Piano Triennale dell’ICT nella PA.

 
 
Condividi la notizia

28 maggio 2014
Funzione Pubblica | Renzi:"Madia mi ha portato il report delle consultazioni sulla riforma della P.A.". "Ci siamo"

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.