Condividi la notizia

Agenzia delle Entrate

Art bonus: le Fondazioni Bancarie possono usufruire del credito d'imposta

Il quesito riguardava la possibilità di assumere direttamente l'obbligazione, facendosi carico dei relativi oneri finanziari ed organizzativi.

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione N. 87 del 15 ottobre 2015, si è occupata del c.d “Art bonus”, il “Credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura”.

In particolare, le Entrate hanno sottolineato che sono pervenute richieste di chiarimenti circa l’ambito oggettivo di applicazione dell’art. 1, decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83, convertito con modificazioni dalla Legge 29 luglio 2014, n. 106, che ha istituito un credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro effettuate nei tre periodi d’imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2013 a sostegno della cultura e dello spettacolo (c.d. Art-bonus).

Più precisamente, alcune fondazioni bancarie, aventi come scopo statutario l’intervento nel territorio di riferimento, attraverso l’erogazione di contributi e la promozione di iniziative, e che hanno prescelto, nell’ambito dei settori istituzionali previsti nell’art. 1, comma 1, lett. c-bis), D.Lgs. n. 153/1999 (cd. ordinamento di settore), il settore dell’“arte, attività e beni culturali”, hanno chiesto chiarimenti in merito alla possibilità di fruire del cd. Art-bonus in relazione agli oneri che sostengono per l’esecuzione di un progetto di restauro e di valorizzazione, sulla base di protocolli d’intesa stipulati con diversi enti territoriali, di un bene pubblico, sottoposto alla tutela della locale Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio, per il Patrimonio Storico ed Etnoantropologico.

Le fondazioni bancarie hanno fatto presente che, sulla base dei suddetti protocolli di intesa, non provvederanno ad erogare le somme necessarie per la realizzazione dell’intervento sul bene, ma assumeranno l’obbligazione di dare esecuzione ai progetti di restauro e valorizzazione del monumento facendosi carico – in via esclusiva - dei relativi oneri finanziari e organizzativi.

PARERE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

L’art. 1 del citato decreto-legge sul c. “Art bonus” introduce un regime fiscale agevolato di natura temporanea, sotto forma di credito di imposta, nella misura del 65 per cento delle erogazioni effettuate nel 2014 e nel 2015, e nella misura del 50 per cento delle erogazioni effettuate nel 2016, in favore delle persone fisiche e giuridiche che effettuano erogazioni liberali in denaro per interventi a favore della cultura e dello spettacolo.

Considerata la competenza del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT) in merito all’ambito oggettivo di applicazione della misura agevolativa in esame, questa Agenzia ha chiesto di voler far conoscere il proprio orientamento al fine della definizione condivisa della questione.

Il MIBACT ha chiarito come, a proprio avviso, la descritta fattispecie rientri pienamente in quelle azioni che l’art. 1, DL n. 83/2014 ha inteso promuovere e favorire, introducendo l’agevolazione fiscale “Art-Bonus”, a sostegno delle erogazioni liberali destinate al patrimonio culturale pubblico.

Il Ministero ritiene che la natura dell’azione delineata dalle fondazioni bancarie istanti, infatti, è quella di mecenatismo, posto che, perseguendo lo scopo statutario dell’intervento nel territorio di riferimento attraverso l’erogazione di contributi e la promozione di iniziative nell’ambito dei settori arte e beni culturali, esse non intervengono in alcun modo con uno scopo lucrativo, proprio delle sponsorizzazioni.

Il Mibact precisa, altresì, che il fatto che le fondazioni non trasferiscano le somme di denaro all’ente pubblico territoriale, ma provvedano, direttamente, al pagamento delle fatture per la progettazione e l’esecuzione dei lavori di restauro del bene pubblico, appare elemento che non influisce sul meccanismo di liberalità.

Come evidenziato, l’importo e la destinazione della donazione sono previamente identificati nei protocolli d’intesa: l’erogazione liberale oggetto di beneficio è quantificata a monte, come somma determinata, e dunque assimilabile a erogazione in denaro.

Il Ministero chiarisce, inoltre, che l’iniziativa intrapresa dalle fondazioni bancarie costituisce un caso di diretta applicazione dell’art. 121, D.Lgs n. 42/2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio), il quale prevede espressamente che gli enti pubblici territoriali possano stipulare protocolli di intesa con le fondazioni bancarie che statutariamente perseguono scopi di utilità sociale nel settore dell’arte, attività e beni culturali “al fine di coordinare gli interventi di valorizzazione sul patrimonio culturale e, in tale contesto, garantire l’equilibrato impiego delle risorse finanziarie messe a disposizione”.

In conclusione, con riferimento alla fattispecie rappresentata, conformemente al parere reso dal MIBACT, l’Agenzia delle Entrate ritiene che ricorrono le condizioni soggettive e oggettive che consentono, in via eccezionale, l’applicazione dell’Art-bonus, e che pertanto, le fondazioni bancarie possono fruire del credito di imposta disciplinato dall’art. 1, comma 1, DL n. 83/2014, relativamente alle somme spese per la progettazione e l’esecuzione delle opere di restauro e valorizzazione dei beni culturali, secondo quanto stabilito dai protocolli di intesa stipulati con gli enti pubblici territoriali.

Fonte: Agenzia delle Entrate

 

Moreno Morando

(16 ottobre 2015)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

24 ottobre 2015
Mibact | Il Ministro Dario Franceschini ha annunciato i primi concreti risultati della misura varata nell'estate del 2014 dal Governo.

 
 
Condividi la notizia

6 ottobre 2015
Opportunità | La presentazione delle domande entro il 10 ottobre 2015, nell'articolo tutte le informazioni per partecipare.

 
 
Condividi la notizia

11 gennaio 2016
Lavoro | La richiesta di partecipazione va presentata entro il 15 gennaio 2016.

 
 
Condividi la notizia

3 aprile 2016
Vigilanza e controllo | Firmato il Protocollo per monitorare le procedure di gara per prevenire tentativi di infiltrazione criminale.O

 
 
Condividi la notizia

23 maggio 2014
Decreto cultura | Sgravi fiscali per donazioni dai privati. Misure anche per Pompei, Reggia di Caserta e cinema

 
 
Condividi la notizia

1 febbraio 2015
Fisco e calcio | Il direttore dell'Agenzia delle Entrate ed il presidente della FIGC hanno firmato un protocollo d'intesa per lo scambio delle informazioni necessarie a verificare l'equilibrio finanziario delle società sportive.

 
 
Condividi la notizia

21 dicembre 2015
Fisco | Scaricando l'applicazione tutti i cittadini potranno evitare le coda con il web-ticket, vedere i tempi di attesa del proprio turno, chiedere l'abilitazione e il Pin per Fisconline ed Entratel, consultare il cassetto fiscale.

 
 
Condividi la notizia

25 ottobre 2016
fiscalità | Arriva il nuovo ente "Agenzia delle Entrate - Riscossione". Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge n. 193/2016.

 
 
Condividi la notizia

26 giugno 2014
Riforme | Approvata la legge che riconosce i professionisti della cultura. Franceschini, una legge importante e attesa da tempo nel mondo dei beni culturali.

 
 
Condividi la notizia

15 settembre 2016
Governo | Il nuovo sito per assegnare ai ragazzi del 1998 residenti in Italia 500 euro da spendere in cultura a partire da ottobre fino al 31 dicembre 2017.

 
 
Condividi la notizia

12 settembre 2014
Grandi Comuni | Il 93% dei Comuni investe meno di €100 a cittadino per la cultura. Sul podio troviamo Firenze, Trieste e Venezia, in fondo alla classifica Bari, Napoli e Messina.

 
 
Condividi la notizia

3 giugno 2014
Andrea Marcucci, Presidente della Commissione Istruzione Pubblica, Beni Culturali del Senato | La defiscalizzazione dei contributi alla cultura consente di superare le difficoltà del passato | Facilità di appalti e concessione delle opere ma anche controlli ferrei | Turismo, valorizzare il rapporto pubblico e privato | Incentivi fiscali fino al 65% alle aziende e ai privati | Edilizia scolastica, dal Governo 3,5 miliardi di euro per la sicurezza dei ragazzi | L'Università del futuro faciliterà l'accesso al mondo del lavoro | Salvaguardare e valorizzare il patrimonio culturale con il turismo è una responsabilità etica e morale | Va innescato un circolo virtuoso di partecipazione collettiva alla salvaguardia del patrimonio culturale | Mai più esempi come Pompei

 
 
Condividi la notizia

19 giugno 2014
Bellezze artistiche | La manifestazione e' alla terza edizione e prosegue l'iniziativa avviata nel 2012 con il "Manifesto della Cultura"

 
 
Condividi la notizia

3 giugno 2015
Vivere sano | Seguire a dieta mediterranea consigli, novità e cultura

 
 
Condividi la notizia

28 ottobre 2015
Mibact | L'iniziativa è volta a sostenere, incoraggiare e valorizzare la autonoma capacità progettuale e attuativa delle città italiane nel campo culturale.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.