Condividi la notizia

Fiscalità Enti Locali

Tassa sui rifiuti: bocciate le delibere comunali che non rispettano il termine per le variazioni TARI

I principi giurisprudenziali ribaditi nella sentenza del TAR Reggio Calabria del 8.4.2016 n. 392.

Gli enti locali devono deliberare le tariffe e le aliquote relative ai tributi di loro competenza entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione e per quanto riguarda la TARI è espressamente stabilito (art. 1, comma 683, della legge 147 del 2013) che “Il consiglio comunale deve approvare, entro il termine fissato da norme statali per l'approvazione del bilancio di previsione, le tariffe della TARI in conformità al piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani, redatto dal soggetto che svolge il servizio stesso ed approvato dal consiglio comunale o da altra autorità competente a norma delle leggi vigenti in materia”.
 
Per il 2015 tale termine è stato prorogato al 30 luglio 2015 (Decreto del Ministro dell’Interno del 13 maggio 2015) con la conseguenza che, per giurisprudenza costante, sono illegittime le delibere consiliari adottate oltre tale termine che è considerato perentorio.
 
Tale principio è stato da ultimo ribadito dal TAR Reggio Calabria che con sentenza del 8.4.2016 n. 392 ha accolto il ricorso proposto dal Ministero dell'Economia e delle Finanze per la declaratoria di illegittimità della delibera consiliare di un comune adottata oltre il suddetto termine.
 
Tale termine costituisce un limite invalicabile alla discrezionalità dell’Amministrazione, che non può procedere a variazioni di tariffe oltre tale data - salve le ipotesi di deroga espressa ad opera del legislatore statale - in quanto in tal modo viene assicurata la tutela delle situazioni giuridiche soggettive dei cittadini, i quali non possono essere soggetti a prestazioni imposte oltre i limiti fissati dalle norme.
 
Si evidenzia, inoltre, nella sentenza in esame che anche in presenza di eventuale autorizzazione all’approvazione del bilancio di previsione oltre il termine previsto dalla legge – con atto avente, con ogni evidenza, natura eccezionale in quanto finalizzato ad evitare le gravi conseguenze che conseguono alla mancata approvazione del bilancio da parte dell’ente locale – in assenza di una specifica ulteriore disposizione di legge, tale autorizzazione non si estende al (e non ricomprende, di conseguenza, il) termine per l’approvazione delle aliquote e delle tariffe, che trovano compiuta ed autonoma disciplina nel citato art. 1, comma 169, della legge 296 del 2006: il quale contiene, peraltro, previsioni sanzionatorie, come l’inapplicabilità delle nuove tariffe e aliquote, ove approvate dopo il termine del 30 novembre.
 
Per scaricare la sentenza Gazzettaamministrativa.it
 
Enrico Michetti
 

La Direzione

(9 aprile 2016)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

22 novembre 2017
MEF | Il chiarimento si è reso necessario a seguito del calcolo che alcuni Comuni hanno adottato, in base al quale la parte variabile della tassa è stata moltiplicata per il numero delle pertinenze.

 
 
Condividi la notizia

15 marzo 2015
fiscalità | La Conferenza Stato-Città ha espresso parere favorevole al differimento del termine al 31 maggio 2015

 
 
Condividi la notizia

6 aprile 2016
Legge di Stabilità 2016 | Stabilite le quote per 1.831 Comuni. Disponibile l'elenco delle attribuzioni al fine di agevolare gli enti ancora in fase di predisposizione del bilancio di previsione 2016.

 
 
Condividi la notizia

1 febbraio 2018
Corte dei Conti | Confermata in appello la tesi del Prof. Enrico Michetti, difensore del comune. Gli Enti Locali possono agire direttamente contro Equitalia grazie ad un Regio Decreto del 1933.

 
 
Condividi la notizia

18 dicembre 2014
Enti Locali | Espresso parere favorevole sul differimento al 31 marzo 2015 dell'approvazione.

 
 
Condividi la notizia

20 marzo 2018
CONSIGLIO DI STATO | Il caso dell'impresa di famiglia, aggiudicataria di un appalto del Comune, colpita da un'interdittiva antimafia.

 
 
Condividi la notizia

26 aprile 2015
Infiltrazioni mafiose | Niente valutazioni che, al di fuori della repressione del travisamento dei fatti, si muovano sul piano del merito. La sentenza del Consiglio di Stato del 24.4.2015.

 
 
Condividi la notizia

25 luglio 2014
Consiglio di Stato | La scelta della percentuale di imposta nel limite stabilito dalla legge e l’adempimento del comune nell’iter procedimentale del bilancio chiariti dal Consiglio di Stato.

 
 
Condividi la notizia

24 marzo 2016
Dipartimento delle Finanze | La regola della sospensione dell'efficacia per il contenimento della pressione fiscale nella Risoluzione n. 2/DF del 22 marzo 2016.

 
 
Condividi la notizia

11 ottobre 2014
CGIA di Mestre | Il centro studi della Cgia ha esaminato le delibere relative alla tassa sui rifiuti, a quella sui servizi indivisibili e all'addizionale comunale Irpef.

 
 
Condividi la notizia

21 ottobre 2015
Enti locali | In arrivo i rinvii per l'approvazione del bilancio e per la presentazione noche l'aggiornamento del Documento Unico di Programmazione. Ora si attende il decreto del Ministero dell'Interno.

 
 
Condividi la notizia

6 maggio 2015
In Evidenza | Accolta la tesi di Enrico Michetti, avvocato per il Comune di Ciampino. Gli Enti Locali possono agire direttamente contro Equitalia, grazie ad un Regio Decreto del 1933, per inadempienze nella riscossione dei tributi comunali.

 
 
Condividi la notizia

15 dicembre 2016
Corte di Cassazione | L'Amministrazione non può produrre successivamente nuovi documenti ad integrazione della motivazione. La sentenza della Quinta Sezione del 14.12.2016.

 
 
Condividi la notizia

7 novembre 2018
TAR CAMPANIA | La sentenza che chiarisce come l'avviso è strumento indispensabile che va ricevuto entro un preciso lasso temporale.

 
 
Condividi la notizia

5 marzo 2015
Giustizia amministrativa | L'Anci Lazio ed i Comuni del Lazio (vedi elenco) impugnano la classificazione ISTAT. Il TAR concede all'ISTAT venti giorni per depositare una dettagliata relazione in risposta alle contestazioni degli Enti Locali.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 
 Tweet dalla P.A.
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.