Condividi la notizia

Corte Cassazione

Nessuna condanna alle spese di lite per chi perde in giudizio contro la Pubblica Amministrazione

Se l'autorità amministrativa si difende in giudizio senza avvocato, ma personalmente o con un proprio funzionario delegato, sono liquidabili solo le spese affrontate e indicate in apposita nota.

"L'autorità amministrativa che ha emesso il provvedimento sanzionatorio sta in giudizio personalmente o avvalendosi di un funzionario appositamente delegato, non può ottenere la condanna dell'opponente, che sia soccombente, al pagamento dei diritti di procuratore e degli onorari di avvocato, difettando le relative qualità nel funzionario amministrativo che sta in giudizio, per cui sono, in tal caso, liquidabili in favore dell'ente le spese, diverse da quelle generali, che abbia concretamente affrontato in quel giudizio e purché risultino da apposita nota".

È questo il principio sancito dalla Corte di Cassazione, Sezione II, nella sentenza n. 8413 pubblicata il 27.4.2016 sulla cui base è stata annullata la sentenza impugnata nella parte in cui aveva condannato un cittadino al pagamento delle spese processuali a favore di Equitalia.
 
La vicenda giudiziale vede soccombente un maldestro parcheggiatore che aveva impugnato una cartella esattoriale concernente 24 sanzioni amministrative per divieto di sosta. 
 
La Suprema Corte ha escluso che il ricorrente potesse essere condannato al pagamento delle spese processuali - per diritti e onorari - sostenute da Equitalia che si era costituita in primo grado personalmente, delegando un proprio funzionario e, quindi, senza avvocato.
 
Fonte: Corte di Cassazione 
 
Enrico Michetti

La Direzione

(8 maggio 2016)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

19 aprile 2016
Spese legali | La corretta applicazione della voce “esame e studio” nella sentenza della Terza Sezine n. 1467 del 13.4.2016.

 
 
Condividi la notizia

28 aprile 2016
Graffitismo | La particolare tenuità del fatto nei principi sanciti nella sentenza dalla Sezione Seconda della Corte di Cassazione n. 16371/2016.

 
 
Condividi la notizia

5 luglio 2016
Deontologia forense | In caso di condotta protratta nel tempo il termine di prescrizione non decorre. I principi sanciti dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione nella sentenza n. 13379/2016.

 
 
Condividi la notizia

27 febbraio 2015
Agenzia delle Entrate | Non è sufficiente che l'avviso indichi i presupposti normativi del nuovo classamento. Il principio di diritto sancito dalla Corte di Cassazione nella sentenza del 23 febbraio 2015

 
 
Condividi la notizia

1 febbraio 2015
Lavoro pubblico | I principi sanciti dalla Corte di Cassazione Quarta Sezione Lavoro sentenza n. 27481 del 30.12.2014.

 
 
Condividi la notizia

2 aprile 2015
Giustizia | È abuso del processo contestare in appello la giurisdizione del giudice che la parte ha adito in primo grado. La sentenza della Quinta Sezione del Consiglio di Stato del 27 marzo 2015.

 
 
Condividi la notizia

31 marzo 2016
Processo amministrativo | La manifesta abnormità nei principi sanciti dalla Terza Sezione nella sentenza del 31.3.2016 n. 1262.

 
 
Condividi la notizia

6 aprile 2015
personale | I presupposti che consentono la condanna dell'Amministrazione nella sentenza della Suprema Corte del 31 marzo 2015 n. 13799.

 
 
Condividi la notizia

21 maggio 2017
Lavoro | Istituzione di un elenco per l'affidamento di incarichi. Domande entro il 27 giugno 2017.

 
 
Condividi la notizia

16 settembre 2014
Reati contro l'ordine pubblico | La Prima Sezione della Corte di Cassazione ha affermato che il “saluto romano” e l'intimazione del coro "presente" effettuato durante una manifestazione pubblica integrano condotte idonee a determinare il pericolo di riorganizzazione del partito fascista.

 
 
Condividi la notizia

28 maggio 2015
Diritti dell'uomo | La condanna per concorso esterno in associazione mafiosa viola l'art. 7 della Convenzione.

 
 
Condividi la notizia

16 maggio 2014
Angelo Rughetti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, annuncia gli obiettivi della riforma per la P.A. | Ruolo unico della Dirigenza e carriera a termine | Licenziamento del Dirigente privo di incarico | Valutazione dei risultati non del singolo ma del gruppo | Retribuzione di risultato subordinata all’andamento dell’economia | Trasparenza e semplificazione attraverso gli open-data | Una sola scuola nazionale della Pubblica Amministrazione | Gestione manageriale dei poli museali | Le incompatibilità dei Giudici Amministrativi | Apertura del Governo all’ascolto di cittadini e dipendenti pubblici

 
 
Condividi la notizia

3 dicembre 2017
Giustizia | La sentenza della Corte di Cassazione del 30 novembre 2017.

 
 
Condividi la notizia

29 gennaio 2017
Corte di Cassazione | I principi sanciti dalla Suprema Corte nella sentenza pubblicata il 17 gennaio 2017.

 
 
Condividi la notizia

21 gennaio 2018
Corte di Cassazione | I principi sanciti nella sentenza delLa Quinta Sezione Penale del 17 gennaio 2018.

 
 
 
 
 
 
 
Prof. Enrico Michetti
Enrico Michetti
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.