Condividi la notizia

Reati contro la P.A.

Cassazione: peculato al politico che paga la cena con i soldi pubblici

L'utilizzo delle spese di viaggio e soggiorno per finalità diverse nella sentenza della Sesta Sezione del 16 novembre 2016.

La Pulce e il Prof Locandina
Ascolta La Pulce e il Prof sull'argomento
Il Solito Magna Magna - Puntata 48 - Stagione II
 

Inutile è stato per il Presidente del Consiglio Comunale di un Comune ricorrere in Cassazione contro la sentenza di condanna che lo dichiarò responsabile del delitto di peculato, così riqualificata originaria imputazione di abuso d'ufficio per aver pagato a due persone, estranee alla sua amministrazione, una cena presso un ristorante di Milano per complessivi euro 173, parte della maggior somma ricevuta con determina del Dirigente affari generali del Comune a titolo di anticipo per spese di viaggio e soggiorno per partecipare a Milano, in ragione del suo mandato, a un incontro in tal modo impiegando la somma per finalità diverse da quelle istituzionali.  

La Corte di Cassazione, Sezione Sesta Penale, nella sentenza pubblicata il 16 novembre 2016 (Presidente: ROTUNDO - udienza: 28.6.2016) ha confermato che la condotta del Presidente del Consiglio Comunale non è tale da configurare il delitto di abuso di ufficio, bensì quello di peculato. 
 
A seguito della legge n.86 del 1990 l'elemento oggettivo del reato di peculato è, in ogni caso, costituito esclusivamente dall'appropriazione che si realizza con una condotta del tutto incompatibile con il titolo per il quale si possiede, da cui deriva una estromissione totale del bene dal patrimonio dell'avente diritto con il conseguente incameramento dello stesso da parte dell'agente. 
 
Dopo lo novella del 1990 si affermò che per aversi appropriazione fosse necessaria una condotta che non risultasse giustificata o giustificabile come pertinente all'azione della pubblica amministrazione; e che pertanto fosse configurabile la distrazione quando in presenza di pagamenti indebiti in favore di terzi, operati pur sempre in nome e per conto della pubblica amministrazione e, dunque, senza negare l'appartenenza pubblica del danaro, utilizzato nell'apparente rispetto di finalità istituzionali. 
 
Su queste premesse, la Corte di Cassazione ha ritenuto che nel caso in esame si sia verificata un'appropriazione di danaro pubblico, poiché l'imputato, quale presidente del Consiglio comunale, si è "appropriato" di tale danaro per effettuare pagamenti di spesa non rientranti nelle erogazioni stabilite per la trasferta a Milano. 
 
Fonte: Corte di Cassazione
 
 
Per acquisire il testo integrale della sentenza chiamate il tel. 06.3242351-06.3242354

La Direzione

(20 novembre 2016)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e link alla pagina)

DIVENTA FAN DEL QUOTIDIANO DELLA P.A.

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

8 settembre 2014
Reati contro la Pubblica Amministrazione | Corte di Cassazione: reato di peculato per il dipendente di una società concessionaria della gestione di un parcheggio comunale o di altro ente pubblico che si appropria delle somme versate dai conducenti di automezzi fruitori del parcheggio.

 
 
Condividi la notizia

29 agosto 2016
Corte di Cassazione | La sentenza della Quinta Sezione della Suprema Corte n. 35019 del 18 agosto 2016.

 
 
Condividi la notizia

9 ottobre 2016
Corte di Cassazione | La sentenza della Terza Sezione n. 19993 del 6.10.2016.

 
 
Condividi la notizia

16 febbraio 2017
Corte di Cassazione | Offesa all'onore di consiglieri comunali. La scriminante dell'esercizio del diritto di critica politica. La sentenza della Suprema Corte del 10.2.2017.

 
 
Condividi la notizia

30 aprile 2016
Reati contro la P.A. | La differenza tra peculato ordinario ed il reato più lieve di peculato d'uso. La sentenza n. 13038/2016,

 
 
Condividi la notizia

16 novembre 2016
Fiscalità | I principi sanciti dalla Quinta Sezione della Corte di Cassazione nella sentenza del 9 novembre 2016.

 
 
Condividi la notizia

11 dicembre 2016
Fiscalità Locale | L'ordinanza della Corte di Cassazione del 7 dicembre 2016.

 
 
Condividi la notizia

15 dicembre 2016
Corte di Cassazione | L'Amministrazione non può produrre successivamente nuovi documenti ad integrazione della motivazione. La sentenza della Quinta Sezione del 14.12.2016.

 
 
Condividi la notizia

14 dicembre 2014
Edilizia | Interventi ulteriori, anche di frazionamento o accorpamento, su immobili abusivi ripetono le caratteristiche di illegittimità dall'opera principale alla quale ineriscono strutturalmente. Il principio espresso dalla Terza Sezione Penale nella sentenza dell'11.12.2014.

 
 
Condividi la notizia

17 novembre 2016
Giustizia | I principi sanciti nella sentenza della Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione del 16.11.2016.

 
 
Condividi la notizia

18 febbraio 2015
Infiltrazioni mafiose | È sufficiente che sussista, per colpa dello stesso amministratore, una situazione di cattiva gestione della cosa pubblica, aperta alle ingerenze esterne e asservita alle pressioni delle associazioni criminali. La sentenza delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione.

 
 
Condividi la notizia

6 ottobre 2016
Diritto di satira | Assolto il condomino che distribuiva volantini con la caricatura in Pinocchio dell'amministratore condominiale. La sentenza della Corte di Cassazione n. 41785 del 5.10.2016.

 
 
Condividi la notizia

19 luglio 2016
Tributi locali | La determinazione della base imponibile. ll principio ribadito dalla Sesta Sezione della Corte di Cassazione nell'ordinanza n. 14676 del 18.7.2016.

 
 
Condividi la notizia

30 aprile 2014
Corte dei Conti | Ragioniere del comune si appropria di soldi pubblici, condannato a risarcire euro 110.038,29.

 
 
Condividi la notizia

5 ottobre 2016
Fiscalità Enti Locali | I principi sanciti nella sentenza della Quinta Sezione della Corte di Cassazione n. 18057/2016.

 
 
 
 
 
 
 

Newsletter Quotidiano della P.A.

Copertina Gazzette
 
Registrati alla newsletter GRATUITA settimanale del Quotidiano della P.A. per essere sempre aggiornato sulle ultime novità.
 
 
 Tweet dalla P.A.
 
CORTE
COSTITUZIONALE
 
CORTE DI GIUSTIZIA DELL'UNIONE EUROPEA
 

Incorpora le Notizie del QPA

QPA Desk

Inserisci sul sito del tuo Ente, sul tuo sito o sul tuo blog, le ultime notizie pubblicate dal Quotidiano della P.A.

Accedi all'interfaccia per l'inserimento cliccando sul pulsante di seguito:

 
 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.